stampato su ewriters.it il 15/11/2019 04:43:40

Vampire love...

di Sana, pubblicato lunedì 28 giugno 2010

Che cosa pensi di me?
Ci siamo incontrati qualche tempo fa, non capivo perchè, il tuo sguardo nascondeva qualcosa ai miei occhi.
Siamo amici ormai, ma i nostri cuori battono all'unisono.
"Stiamo peccando, lo sai?" Ti ricordi quando me lo dissi?
Non capii, ma tu non feci nulla per farmelo capire, il tuo mistero mi colpì sempre più.
Ora siamo qui, i tuoi occhi ancora più tristi.
Mi ripeti che stiamo sbagliando.
La luna illumina il nostro cammino, nel silenzio del suo regno, siamo anime perdute nell'0scurità.
O forse sono solo io...
Non ho mai pensato che tu fossi umano: la tua carnagione bianca, così fredda al tatto; le tue labbra, così rosse; i tuoi occhi imperscrutabili e vuoti, così intensi e tristi e seducenti.
Come una calamita attrai tutti e non ti possono resistere, destinati a venerarti come un dio.
E cerco di guardare oltre l'infinità dello spazio e ringrazio il cielo di averti incontrato.
La luna illumina il tuo corpo con i suoi raggi argentati.
Creatura della notte, non avrò paura.
So che non vuoi uccidermi.
So che non puoi uccidermi.
Portami con te.
La solitudine non mi preoccupa finchè sei con me, il buio brillerà come se ci fosse il sole.
Portami nel tuo mondo, fammi conoscere il tuo vero volto.
Non scapperò.
Creatura dell'oscurità, che cosa pensi di me?
La notte diventerà il nostro regno, essa ci nasconderà.
Sai che non posso stare senza di te.
Sai che conosco ogni tuo gesto e il suo significato.
Sai che il giorno è la notte quando non sei qui e la notte è il giorno quando sei con me.
Sai che il mio mondo non esisterebbe senza di te.
So che non puoi stare senza di me.
So che conosci ogni mio gesto e il suo significato.
So che il giorno è la notte dove non puoi vivere, quando non sono lì e la notte è il giorno nel quale ti è permesso mostrarti, quando sono con te.
So che il tuo mondo non esisterebbe senza di me.
Ma ti prego, non andare via da me, non importa se le nostre razze non possono vivere insieme, che sono la preda ed il cacciatore, ma non si può sempre seguire le regole del mondo.
Mordermi sarebbe come uccidermi, questo è quello che pensi, lo so.
Lasciami e questo accadrà.
Prendo le tue mani , sono fredde, le mie calde.
"Questa è un'altra differenza, che si aggiunge alle altre" ripeti.
Fammi diventare come te, non saremo più divisi da niente.
Creatura della notte, il mio viaggio è al tuo fianco.
Sento il sangue scendere sulla mia pelle... Comincio ad essere come te.
Sono come te.
La luna ci guarda, sarà nostra complice nel nostro reato.
Il vento soffia e porta via il tempo con se... il tempo... non mi fà più paura.
Non scorrerà più per me... per noi.

Stiamo peccando, ora lo so...