stampato su ewriters.it il 12/07/2020 10:29:14

Emarginati

di Bruttocattivo, pubblicato lunedì 22 marzo 2010

La stanza s’oscura
la luce è spenta
e la porta si chiude
alle mie spalle,
la porta si chiude
in due giri di chiave
mentr’ora mi restano
solo ricordi
di notti di paura
per chi è solo
in mezzo ad un bosco,
umide notti
sotto ad un cielo
non sempre stellato
in una vita
senza regole imposte,
mentr’ora il ricordo
si sperde nel nulla.

Alle mie spalle
un letto,
alle mie spalle
una porta
chiusa da chi
con invidia ci guarda,
chiusa da chi
lontano ci tiene
per noi che,
liberi siamo
in un mondo evasivo
dove il reale
diventa irreale,
dov’anche il sogno
diventa realtà
dove,
la nostra realtà
per voi è pazzia
e la vostra realtà
lontano ci tiene,
una porta s’è chiusa
alle mie spalle,
una porta s’è chiusa
in due giri di chiave.

Un giorno,
un mese,
un anno,
lontani dal mondo,
lontano da tutto
in una piccola stanza
con un letto soltanto,
un giorno,
un mese,
un anno
lontano dal mondo,
lontano da tutti
per ritrovarsi forse
un giorno
soli,
in mezzo alla folla
che ci circonda,
in mezzo alla folla
che ci ha chiuso la porta.