stampato su ewriters.it il 20/08/2019 04:51:18

NOTTE D'ESTATE

di DOMENICO DE FERRARO, pubblicato mercoledì 30 luglio 2008

NOTTE D'ESTATE

Voci confuse giungono dalla strada Antonio li sente salire

lente quasi a molestare il suo sonno ,il frastuono

diventa fastidioso , non trova pace si gira

nel letto il caldo è soffocante.

Scende apre la finestra guarda il mare brillare sotto la luna.

Ammira la dolce sera d'estate piena di stelle , tutto ad un tratto

un tappeto magico appare davanti al suo balcone ,invitandolo

a salire sopra , vi sale su e senza pensare, non credendo ai suoi occhi sorvola la città , và sopra strade silenziose ,sopra quartieri

affumicati , sopra le case basse e malinconiche.

Senza rendersi conto , da dove è saltato fuori quel tappeto supersonico , si diverte come non mai ,forse sta sognando

è un incubo fra poco si sveglierà tutto ritornerà come prima .

Lui non saprà mai cosa pensa la città di lui ,

loro non sapranno mai ciò che lui ha sognato.

Poi tutto un tratto si vede precipitare giù

non ha la forza di fermare quella sua folle caduta.

Si sveglia di soprasalto sudato pensa :

forse dovrei smetterla di mangiare troppo a cena .

Vorrebbe continuare a sognare ma non sà

cosa gli potrà accadere questa volta, forse qualcuno

gli potrebbe fare del male , il caldo è insopportabile

accende la televisione ascolta il telegiornale

le notizie corrono, ballano una danza sul tetto del mondo.

Fatica a comprendere quei fatti sinistri e misteriosi .

Non comprende perché questo mondo è così crudele.

Stanco ritorna a dormire , chiude gli occhi dolcemente ,

senza pensare a cosa l' aspetta domani.