stampato su ewriters.it il 04/06/2020 12:31:44

Breve incontro a Bosco Guado

di FRANCESCO VESPA, pubblicato domenica 13 maggio 2007

Breve incontro a Bosco Guado. La Gazza ladra si accasciò lentamente sotto il taglio d’ ombra , la sua anima rincorrendo tra i Pioppi il nastro decorato in foglia d’Oro; la nebbia si faceva largo tra le arcate di ramo e il respiro del bosco esalava un profumo fruttato d’incredibile dolcezza,come in bocca ad una corolla stellata: cento microspore in platino sorrette dal forte vento (impollinazione anemofila).I parassiti non erano minute pepite lontane,ma grandi Cicaline in smeraldo,che colonizzarono le pagine inferiori delle foglie dorate; avevano il classico odore Bituminoso e vagamente freschino , finivano col raccogliere tutti gli stami staccati,tra i fiori di campo. Steso sul manto erboso,in chioma verde speranza, v’era il regno di Boscoguado che accolse dolente lo spirito della piccola gazza: Eccoti qui piccola creaturina, ora potrai cogliere tutte le foglie d’oro che vorrai .