stampato su ewriters.it il 26/01/2020 10:08:16

Sogno

di Sara, pubblicato martedì 21 marzo 2006

Percorro il sentiero umido,
l'aria carda accarezza la mia nudità.
Foglie corpose solleticano i miei sensi,
le tocco con i palmi delle mie mani.
Il sole caldo appoggia i suoi tentacoli sul mio corpo.
Visione delicata acqua di fonte,
culla idrica per il mio riposo.
Ninfee galleggianti inebriano l'etere
candide sopra il mio corpo.
Esso scivola nell'assoluto piacere,
giacilio illibato, vergine concavità.
Chiudo gli occhi e respiro beatitudine.