stampato su ewriters.it il 30/03/2020 03:29:29

(questo non è un libro cap. 5) Bianco

di SbenniX, pubblicato giovedì 10 maggio 2018

NO!!!

La schiena si inarca, le mani protese verso il nulla, le spalle inspiegabilmente incollate al terreno.

Il bianco denso lo sta soffocando, lo schiaccia per terra, immobilizzandolo.

L’adrenalina entra in circolo, questa situazione ha dell’assurdo, non ha alcun ricordo di come possa essere finito sdraiato in terra, nel bianco più totale.

Con i sensi all’erta e il sangue che scorre più velocemente un suono inizia a sgomitare nella sua mente, sempre più forte, ad intermittenza, un ticchettio che va e che viene

Ora c’è, e ora non c’è ....

Aspetta, ma viene da dentro la mia testa?

Sembra più venire da... Fuori, si.... È un rumore che riempie ogni centimetro cubo d’aria, prima non ci aveva fatto caso, ma ora è diventato insopportabile, troppo presente, troppo sfrontato.

Il cervello non funziona bene, il flusso di pensieri è interrotto di continuo e non porta da nessuna parte, nessun senso logico, il gatto si morde la coda o era il cane? Il gatto ha nove viti ma neanche un bullone, cosa se ne fa lo sa solo lui. Poi cosa fa, sputa il pelo? Cioè il lupo perde il pelo e i gatti vomitano palle di pelo

Concentrati! Cerca di ricordare qualcosa qualunque cosa, basta basta! Questo rumore mi fa impazzire, non ce la faccio no NO

Cmd Z

NO!!!

La schiena si inarca, le mani protese verso il nulla, le spalle inspiegabilmente incollate al terreno.

Boccheggia, il bianco denso lo soffoca, lo schiaccia per terra, immobilizzandolo in una lastra luminescente.

Un dejavu?

L’adrenalina entra in circolo, questa situazione ha dell’assurdo, non ha alcun ricordo di come possa essere finito sdraiato in terra, nel bianco più totale.

Aspetta... Sono sdraiato ma... i miei piedi poggiano su un pavimento? Quindi sono.... Contro un muro?

Con i sensi all’erta e il sangue che scorre più velocemente un suono inizia a sgomitare nella sua mente, sempre più forte, ad intermittenza, un ticchettio che va e che viene

Ora c’è, e ora non c’è ....

Sono sicuro che venga da fuori

Il rumore delle lettere premute sulla tastiera riempie ogni centimetro cubo d’aria, prima non ci aveva fatto caso, ma ora è diventato insopportabile, troppo presente, troppo sfrontato.

Tasti? Una... Tastiera? Cosa ...

Il cervello non funziona bene, il flusso di pensieri è interrotto di continuo e non porta da nessuna parte, nessun senso logico, il gatto si morde la coda o era il cane? Il gatto va tanto al largo ma non sa nuotare. Poi cosa fa, cade sempre sulle zampe? Come la fetta di pane spalmata di burro. Ci lascia lo zampino? No no

Concentrati! Cerca di ricordare qualcosa qualunque cosa, basta basta! Questo rumore mi fa impazzire, non ce la faccio no NO

Ricordo questo pensiero! L’ho già fatto! Se lo ricordo vuol dire che è successo, giusto?

Non posso aver immaginato tutto

Lo ricordo, non capisci? Se non fosse successo sarei ... Pazzo?? O peggio!

Non capisci che lo sento? Questo ticchettio lo sento fin dentro le viscere, il bianco lo vedo! Con questi occhi, lo capisci?

Smettila smettila SMETTILA

Io esisto.

Sei tu che non esisti

Heh

Hehehe mi gira la testa

Gira così tanto

Giiiira gira gira

Che noia

Lo schermo del pc si spegne, le dita smettono di danzare sulla tastiera.

Il monitor è nero, c’è silenzio ora