ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 15 giugno 2015
ultima lettura sabato 28 marzo 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Jurassic Park (trilogia)

di Batckas. Letto 519 volte. Dallo scaffale Cinema

"No, calma, qui non si tratta di una specie cancellata dalla deforestazione, o dalla costruzione di una diga. I dinosauri hanno avuto il loro ciclo, e la natura li ha selezionati per l'estinzione." "No, è così che si gioca a fare Dio."..

In preparazione al nuovo film ho ben pensato di dare un'occhiata ai precedenti, essendo anche dei film che mancavano alla collezione. Avendo contemplato la trilogia a pochi minuti tra i titoli di coda dell'uno o dell'altro film, ho confermato quella consapevolezza, già posseduta, che i mezzi di produzione sono importanti ma non come le idee che li devono sfruttare. Gli effetti speciali del primo film, uscito nel '93, mi hanno lasciato sbalordito. Personalmente non sono uno di quelli con standard elevati ma posso dire che mi aspettavo molto di peggio.

Dei tre quello che ho preferito è stato assolutamente il primo e con dispiacere, ma comprendendo la coerenza di trama, ho dovuto constatare l'impossibilità di vedere i personaggi del capostipite riuniti ancora una volta.

Iniziando a vedere il primo non ero in grado di classificarlo: fantascienza, horror, comico? Alla fine è un misto di tutte e tre le cose. Anche nelle scene più dinamiche o pericolose ci sono alcuni elementi che fanno sorridere o addolciscono la drammaticità delle immagini. La morte è presente e non risparmia personaggi positivi. L'universo del film rappresenta bene la concezione di karma: fai del male e ottieni del male.
Inutile nascondere che soltanto alla fine del primo ho avuto i brividi e le lacrime di gioia (sono una mente semplice) e queste due reazioni fisiche le considero il giudizio finale per comprendere se un film mi abbia colpito o meno.

Girovagando nella meravigliosa, enorme e unica lamentela che è l'internet, leggevo commenti negativi sul nuovo film. Non avendolo ancora visto non posso controbattere o dare giudizi. Ritengo, tuttavia, opportuno notare come spesso il "nuovo" o "innovativo" venga visto dagli eventuali fan di saghe come negativo (ripeto: non posso dare giudizi sul film). Sono invece contento che proprio l'uscita di Jurassic World mi abbia spinto a recuperare i vecchi "Jurassic" con maggior urgenza.

Sperando, quindi, che il protagonista del nuovo film sia il bambino salvato da Alan nel terzo, aspetto che mi vengano a prendere per andare al cinema.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: