ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 27 maggio 2015
ultima lettura venerdì 8 novembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Lettera IV,postumo

di FrancescoCoppola2. Letto 348 volte. Dallo scaffale Generico

Carpe diem, innocuo germoglio che dalla terra cadi, e nel mistero muori.

Il mistero ci avvolge come il buio avvolge il giorno alla sera. L'incapacità di essere ciò che siamo, sommata alla falsità delle azioni, è sconvolgente. Mi rimangono pochi giorni di vita, ed solo ora me ne accorgo. L'aver fatto ciò che non desideravo mi ha reso alquanto triste, pur sapendo che ora non v'è tempo per esserlo. Il mio sogno era quello di vivere bene in futuro, cosa che non mi ha fatto vivere bene il presente. Solo ora capisco che le mie abitudini erano solo abitudini, che il mio tempo era solo tempo, che le mie parole erano solo parole. Eppure non potevo farne a meno, e non avrei potuto. Questo dimostra come gli eventi accadano perchè accadranno, e come la vita passa perchè passerà. Essendo un ragazzino, le solide certezze sulle quali mi basavo non c'erano. Il credere nella fantasia e sperare in essa ha fatto sì che conoscessi al meglio la realtà. Anche se gli sfreggiati dicono che è falso. Com'è bello poter vivere una realtà che ti costringe. Non devi pensare, e inevitabile conseguenza, non avrai mai rimorsi. Ma comunque anche ora non ho rimorsi,sapendo ciò che so. Bella vita,con questa lettera ti saluto,mi sto per buttare dal balcone. Purtroppo non posso vivere. Non vivrò. Sarò ligio.

Addio,Nulla

Fc



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: