ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 25 maggio 2015
ultima lettura domenica 2 agosto 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Svegliati

di prezioso. Letto 366 volte. Dallo scaffale Pensieri

Perché vi accontentate? Come fate a programmare i prossimi anni? Perché non rischiate? Lo sapete che siete già morti? Si, morti a 20 anni, vi siete piegati a quello che qualcun altro ha già deciso per voi. Belli miei, pensat...

Perché vi accontentate?

Come fate a programmare i prossimi anni?

Perché non rischiate?

Lo sapete che siete già morti?

Si, morti a 20 anni, vi siete piegati a quello che qualcun altro ha già deciso per voi. Belli miei, pensate di aver scelto ma, non è così. Avete ed avremo tutti un padrone, faremo tutti un debito, avremo tutti una famiglia e finiremo tutti al cimitero. Quindi ora? ora che fai? ci pensi su? fanno tutti così? chi sono tutti? Tutti sono pecore e, le pecore si fanno guidare da un pastore. E chi è il pastore? E' il denaro, i soldi: il tuo ossigeno. Ti sembra normale che tu debba passare la maggior partte della tua vita a dare un valore misero al tuo tempo, con la speranza di costruire qualcosa, quel qualcosa che non vedrai realizzare, perchè i tuoi padroni l' hanno gia sotto possesso.

Chi sono i Padroni?

Questo è il bello, ne sono talmente tanti che non li conosciamo! E non mi riferisco al tuo capo, ma a quelli che ti posseggono per davvero, coloro che ti dicono cosa mangiare, dove mangiare e come mangiare; quelli che ti dicono come vestirti, cosa guardare in tv e cosa comprare, come se avessi bisogno dell ipod per ascoltare musica, dell erba per sballarti e di facebook per parlare con il mondo.

Si, ma, veniamo al punto... cosa voglio da te?

Un unico favore: Svegliati.



Commenti

pubblicato il lunedì 25 maggio 2015
zero1in2condotta, ha scritto: Ehm... il senso del padrone, scusami Prezioso, lo interpreto come malessere personale... qualcosa che mi fa indagare un Io-narrante deluso. Ciao, alla prossima

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: