ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 25 maggio 2015
ultima lettura sabato 14 settembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

I brutti sogni (lacrime e sangue dalle pupille della mia fede)

di skywalker. Letto 332 volte. Dallo scaffale Poesia

Ormai sei solo nei brutti sogni e in questi giorni bui, nella noia dei primi passi. Sento il fuoco dei miei respiri, sento bruciare l'ispirazione.

Ormai sei solo nei brutti sogni
e in questi giorni bui,
nella noia degli ultimi passi.

Sento il fuoco dei miei respiri,
sento bruciare l'ispirazione.
Sono anni che ho perso interesse.
Vomito in ricordo dei giorni felici
e perdo sempre la memoria del presente.

Lacrime e sangue dalle pupille della mia fede,
un' altra pugnalata al nostro amore.
Siamo cani randagi in cerca di un nuovo bisogno.
Siamo due stelle che si scontrano.
Polvere e pioggia, il sale sulle ferite.

Da quanti anni il tuo cuore ha smesso di battere?

Guardo un altro giorno morire,
stacco la spina al nostro motore,
sprofondo in un altro brutto sogno:
parla di te e del nostro tempo,
di come sono incapace di renderti felice,
di come ogni iceberg si scioglie lentamente al sole,
di come aspetto l'arrivo di una tempesta,
l'alta marea e una nave su cui salpare.
Di nuovo verso l'ignoto, verso un altro rimorso,
verso il dolce dolore di gentili rifiuti,
sicuro poi di non ritornare.

Sono pronto a vederti sparire,
andare via, tornare a sorridere
nei sogni felici di qualcun altro.
Avrai istanti così immensi da non volerti mai svegliare,
riderai guardando attraverso i bicchieri,
ed il mondo ti sembrerà di un verde infinito.

Scado nel più banale dei cliché
e in questo finto romanticismo
affogo i miei deboli sensi.
Taglio le vene alla mia poesia,
nutro di catrame il mio giardino interiore,
cosicché il terreno sterile non dia più alcun frutto.

E' tempo di chiudere gli occhi,
è ora di tornare a sognare,
mai più ti lascerò entrare.

I brutti sogni sono ormai solo miei.


Commenti

pubblicato il lunedì 25 maggio 2015
zero1in2condotta, ha scritto: "Lacrime e sangue dalle pupille della mia fede," ha del categorico questo verso, alla fede basta bruciare incenso per sostenerla, ma, al sentimento non è sufficiente. Vorrei considerare un Ode questo lavoro, d'intensa emozione, ma l'Io-narrante "sanguina" davvero... quasi avesse fatto di sé un offerta. (brrrrrr :))
pubblicato il lunedì 25 maggio 2015
skywalker, ha scritto: Credo che in questo caso sia fede in qualcun altro e in quello che questo rappresenta. E che forse presuppone una sofferenza ormai difficile da sopportare. Non ne sono sicuro in realtà. Ti ringrazio comunque per il commento, "d'intensa emozione" anch'esso ;)

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: