ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 7 maggio 2015
ultima lettura domenica 25 ottobre 2020

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

E' solo per caso che di recente ho conosciuto questa Signora...è solo per caso che tempo fa conobbi un'altra Donna...Scony

di Elviss. Letto 2896 volte. Dallo scaffale Eros

Una mattina andando in una struttura sanitaria per una visita medica, ero casualmente in piedi ad aspettare davanti all'ufficio informazioni ( che era...

Una mattina andando in una struttura sanitaria per una visita medica, ero casualmente in piedi ad aspettare davanti all'ufficio informazioni ( che era aperto ma dentro nessuno era presente ) , si avvicina una Signora distinta ed elegante di mezza età, forse anche qualche anno in più, ma ben portati, che mi chiede una info su dove trovare lo studio medico ginecologico, siccome ero già stato con mia moglie tempo fa, ricordavo bene dove fosse e gentilmente glielo indicai, alchè mi ringrazio ed andò via. La mattinata scorre veloce ed arriva il turno della mia visita...tutto bene, esco a vado verso l'auto. Mentre percorro la strada sento alle mie spalle una voce che riconosco, era la Signora di prima che mi stava dicendo : scusi, ma lei non è l'addetto all'ufficio informazioni ? No, mi dispiace ero anch'io lì come lei per una visita. Non smise di ringraziarmi per la cortesia, non essendo tenuto a fornirle indicazioni, così disse. La tranquillizzai dicendole che non era stato un disturbo, anzi un piacere....a proposito, la visita....tutto bene ?
Si, grazie il medico mi ha detto che sono ancora abile per fare l'amore ...anche con mio marito ( aggiunse con un sorriso sarcastico ). E come si dice, quale occasione migliore per gettarsi in uno slancio ironico e dirle : Lei quindi potrebbe fare l'amore anche con me oltre che con suo marito ? Certo !!! era per la chiusura delle tube che ho fatto la visita post operatoria !!!
Dopo quella semplice parola......mi si aprì un mondo, le dissi : sto andando al lavoro in auto, se lei è a piedi le posso offrire un passaggio a qualche mezzo pubblico ? Si, volentieri, ok l'accompagno.
Salimmo in auto e mi disse : vada pure piano tanto non ho fretta oggi ho preso la mattinata di permesso al lavoro e a casa mio marito non c'è mai anche se in pensione. Risposi : anch'io ho preso la mattinata di permesso, dove andiamo ?
Raggelai quando sentii la sua voce dolce e sottile sussurrarmi all'orecchio, mettendomi una mano sulla gamba destra, potremmo andare a fare l'amore per festeggiare l'intervento andato bene, vuoi ?
Come avrei potuto dire NO, non era mai successo una cosa così, avevo tempo a disposizione, avevo davanti una bella Signora, avevo voglia dopo quei discorsi fatti e sinceramente mi sentivo....indurire ovunque.
Essendo un ospedale di zona, conoscevo anche dove fosse un motel passandoci spesso davanti, glielo proposi...accettò subito.
Entrammo garbatamente e timidamente guardandoci intorno, quasi a temere che qualcuno di nostra conoscenza potesse vederci,
il receptionist ci tolse subito d'imbarazzo : volete una camera per quante ore ? Ci guardammo in faccia d'istinto con l'espressione da punto di domanda....ore ? Risposi, si ok...lui capì e disse : va bene quella "standard" , potete restare fino alle 18 ( erano le 10 ).
Salimmo al piano indicato percorrendo il corridoio in cerca nel numero della stanza, incrociammo un cameriere indiano che ci disse, vi accompagno io, mi hanno avvisato del vostro arrivo dalla reception, sempre più imbarazzati lo seguimmo.
Entrò anche lui, ci fece vedere la stanza e poi sparì con un : buona giornata !!! Grazie...non lo sentimmo più, ma forse lui senti noi...nelle ore a seguire. Scoprii nel giro di pochi minuti che la Signora, così la chiamo perchè ancora non le avevo chiesto il nome, era una Signora molto esuberante e poco discreta, iniziò da subito con mugolii vari di piacere appena la iniziai a toccare.
Non sapevo bene come agire, la sua facilità con cui prese confidenza delle mie mani sul suo corpo mi imbarazzò non poco,
ma lei si accorse e disse : vieni, andiamo sotto la doccia e ti togli dall'imbarazzo...
Fu così che costretto a denudarmi completamente ( con il suo delicato aiuto ) finimmo sott'acqua in un turbinio di corpi avvolti
e vogliosi...ma iniziai a pensare all'altra Donna, colei che conobbi tempo addietro, mi piaceva tantissimo ma che mai potei avvicinarmi o parlarle ( nemmeno al telefono ). La Signora si accorse che la mia mente vagava altrove e mi chiese :
Che c'è ti vedo assente, stai pensando a tua moglie ? Vedrai poi ti passa...tranquillo.
No, in realtà sto pensando ad un'altra...mai conosciuta, ma che mi ha reso bella la vita.
Ragazzo...o la smetti di sognare e mi fai godere, altrimenti chiudiamo qui e me ne vado.
Hai ragione...sono un pirla, devo svuotare la mia mente da altri pensieri, sono qua con te e non è corretto.
Prendemmo finalmente la strada giusta...e che strada, la percorremmo in lungo ed in largo, soprattutto in largo, tant'è che ad un certo punto lei mi disse : ma quante dita mi stai mettendo dentro ? Tutte, risposi, non senti la mia mano dentro di te ?
Oddio...ma sei stupendo, sei riuscito in una cosa sempre sognata ma che con mio marito non riuscivo, forse m'è sempre mancata questa rilassatezza...continua siiiiiiiiiiiii.
Continuammo in ogni posizione comoda e scomoda, tanto lei è una Signora piccolina e leggera, la potei prendere e sollevare a piacere...solo che pensavo all'altra Donna con cui avrei potuto essere in quel momento...ma non lo feci più notare.
Dopo alcune ore, stremati ma soddisfatti, facemmo l'ultima doccia che fu solo per lavarsi, ormai non cerano più possibilità
di chiedere altro al povero uccelletto.
Prendemmo l'auto e l'accompagnai verso casa....ma lei preferì prendere un mezzo a metà strada.
Nei giorni seguenti ci vedemmo ancora, ma solo per chiacchierare prima di andare al lavoro, è passato circa due mesi da quell'incontro, siamo stati bene ma non abbiamo programmato nulla per il futuro, sembra quasi che da parte di entrambi ci siano altri pensieri...perlomeno da parte mia è così, lei non so, non capisco ancora bene, ogni tanto mi chiede di vederci, mi parla di se e della sua famiglia, ma non si sbilancia a dirmi : quando facciamo ancora l'amore ?
Spero di non averla la prima volta, perlomeno non mi ha dato modo di pensarlo...forse ha avuto un rimorso ed ora vado bene come confidente. Anche da parte mia non le ho chiesto più nulla...probabilmente la presenza nella mia mente di quell'altra Donna ( Scony...sconosciuta )
non mi da modo di agire diversamente....ma va bene così...le farfalle allo stomaco non si possono provare per chiunque.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: