ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 7 maggio 2015
ultima lettura martedì 27 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Dalla Fornero al Celeste Uccello

di ehiandehm. Letto 444 volte. Dallo scaffale Attualita

Orfini ... pare abbia detto che tra i Tecnici del governo Monti non mancassero Pippe. E quelle Pippe, benedetto sia Crozza, fanno diventare davvero ciechi ma a differenza delle Seghe ... svuotano sempre e comunque le tasche.....

La recente sentenza n. 70 A.D. 2015 della Consulta conclude drammaticamente (per le tasche dello Stato ergo del Popolo) la per niente divertente barzelletta che racconta della recente sciagurata riforma pensioni partorita dal defunto Governo dei Tecnici.

Alla fine del 2011 tra fretta, paura e la solita cronica emergenza, la disgraziata ditta MontiPasseraFornero varo' una norma, la "Fornero" appunto, che impose il blocco dell'adeguamento al costo della vita delle pensioni di importo superiore a 3 volte il minimo Inps per il periodo 2012/2013 ed ebbero l'incoscienza - che fecero passare per coraggio - di inserirla nel pacchetto "salva Italia", pacchetto che la Consulta ha confermato essere cosa altra dal "salva Italiani".

Insomma, ci voleva proprio la Corte Costituzionale a dirci che la norma violava il diritto costituzionale ad una prestazione previdenziale adeguata. D'altronde, la Carta Costituzionale è tradizionalmente troppo complicata persino per la flotta di giuristi che navigano in acque sicure dalle parti di via Veneto dove giace la sede del Ministero del Lavoro.

Avrebbero potuto fare meglio? Pare di sì. Le conseguenze o, se preferite, l'impatto della sentenza?Un profondo enorme buco. Che puzza di beffa e danno.

Un buco che può contenere banconote per un valore non ancora individuato con precisione ma che si presume compreso in un intervallo di euro variabile da un minimo 5 ad un massimo di 12/16/20 miliardi a seconda delle fonti, varie e da prendere con le pinze per carbone.

La Storia, si spera, congederà con disonore il Trio responsabile della "norma", ricordandosi probabilmente (ma ingiustamente) soprattutto dell'accademica Fornero, colpevole di aver prestato faccia e cognome ad una operazione fallimentare senza aver avuto il coraggio di opporsi, riuscendo a far diventare la Tina Anselmi, unica donna ad aver ricoperto negli anni '70 la carica di ministro del Lavoro prima dell'Elsa, un gigante (nonostante il governo fosse,allora, guidato dal Gobbo).

Orfini, presidente PD, in uno dei rarissimi momenti di lucidità - il Premier li concede con parsimonia - pare abbia detto che tra i Tecnici del governo Monti non mancassero Pippe. E quelle Pippe, benedetto sia Crozza, fanno diventare davvero ciechi ma a differenza delle Seghe ... svuotano sempre e comunque le tasche.

Ora la Consulta "impone" al governo zeppo di "non vedenti per convenienza" del Coniglio Caudillo di impegnarsi a trovare quei soldi e rimborsarli ai loro legittimi pensionati proprietari.

Finirà davvero che per trovarli si ricorrerà alla tassazione del Sesso d'Impresa con la benedizione di Confindustria - i consumatori finali potranno scaricarsi pure l'Iva oltre i testicoli e riceveranno sconti sulle penitenze da confessione - e buona pace del Vaticano ma ... covincere la delegazione papale si profila come un 'impresa che solo SuperRenzie puo' portare a termine ...

Solo lui potrà convincere il Vaticano circa la bontà dell'operazione come quella di far diventare chi affitta genitali a pagamento per il piacere quasi sempre altrui un regolare contribuente.

Già la fantasia malata e perversa dell'umile scriba corre eccitata sui tasti del tab: il Papa sarà ricevuto al Nazareno, ci sarà un altro Patto da non mantenere e tanti hashtag come #Francescostaisereno e #lapatatinabuona trasportati dal Celeste Uccello.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: