ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 20 marzo 2015
ultima lettura mercoledì 30 gennaio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Che bello non amare!

di duciacia. Letto 354 volte. Dallo scaffale Viaggi

Che bello non amare! Non ho voluto mai bene mio padre. Quel giorno era davvero tutto molto strano,il sole stava per essere coperto dalla luna. Qu...

Che bello non amare! Non ho voluto mai bene mio padre. Quel giorno era davvero tutto molto strano,il sole stava per essere coperto dalla luna. Quell'eclissi rappresentava il mio stato d'animo, c'era qualcuno che copriva me in qualche modo,facendo sparire la parte migliore di me. Restai fermo a guardare quella stupida eclissi,mi accesi una sigaretta e mi resi conto che stavano per finire i soldi,quindi avrei dovuto ricominciare a fare l'elemosina. Andai a casa dei miei. -Mamma ti trovo benissimo,Dissi -Al,che fine avevi fatto? Fatti abbracciare -Non l'abbracciare quel pezzo di merda,disse mio padre. In quel momento mi passarono per la testa tantissimi ricordi.lui che mi picchiava,lui che picchiava mia madre e i miei due fratelli. Ho avuto sempre un gran timore quand'ero piccolo. Avevo subito tante umiliazioni da parte sua e quelle si che facevano male! Non lo consideravo un padre,un padre non avrebbe mai picchiato i suoi figli e sua moglie,più che altro lo consideravo un essere inferiore,un nulla. Non potrei mai dire un mostro,perché i mostri sono anche buoni,lui non può essere qualificato perché offenderei qualsiasi tipo di razza esistente nel mondo. Odio portare addosso il suo cognome,odio avere il suo stesso sangue e odio essere suo figlio. -Hei vecchio,risposi. -Sei venuto a chiedermi i soldi vero? Disse mio padre -No,ho bisogno solo di un tetto per qualche giorno,dissi -Certo Al,questa sarà per sempre casa tua,disse mia madre. -Puttana,vuoi ospitare un barbone? Disse mio padre Gli saltai addosso e con un calcio gli presi in pieno quei coglioni che ormai gli arrivavano a terra. Gli sputai in faccia. Presi mia madre per la mano e la portai via con me. In quell'istante pensai che era meglio essere poveri che vivere una vita con lui. Ero libero,ero riuscito dopo tanti abusi psicologici e fisici a liberarmi di lui. Perché amare una persona? Perché farsi del male? Perché sopportare tutto questo? Soffrire per amore è lo sbaglio più grande che l'uomo potesse fare!!! L'amore è una cosa astratta non è tangibile e fa solo del male. L'amore verso qualcosa o qualcuno fa solo soffrire. Tutti criticheranno queste stupide parole ma l'amore fa solo soffrire! Io non amo e sto bene con me stesso,non amerò mai neanche me stesso,perché mi darò sempre qualche delusione che mi farà stare male. Basta imparare a non amare come ho imparato a non amare mio padre.


Commenti

pubblicato il 21/03/2015 7.33.14
Alchimistabianco, ha scritto: Sì, però...il protagonista del tuo racconto ama sua madre.
pubblicato il 21/03/2015 11.26.55
duciacia, ha scritto: Ottima osservazione,ma quello è un amore costretto. Quella donna ti crea ti porta con se per ben 9 mesi,non è tanto l'amore ma una forma di gratitudine. Comunque grazie per il commento

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: