ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 22 febbraio 2015
ultima lettura sabato 2 marzo 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

"ADLIN",storia di fasci e di passione amorosa (storia vera)cap.X

di fabiofiore. Letto 431 volte. Dallo scaffale Viaggi

"ADLIN" settembre 1987 Il giorno dopo ero alla cassa del bar di mio padre,a Ostia,era domenica,cosi' il locale ...

...Cosi' il locale era pieno di gente, ai soliti frequentatori si aggiungevano padri di famiglia che acquistavano le paste per il dopo pranzo domenicale,diplomatici,pastine alla frutta,cannoli siciliani,la vetrina grande vicino alla mia cassa era una festa di colori sgargianti e mandava profumi delicati! Per fortuna non sono mai stato appasionato della pasticceria,altrimenti avrei avuto un diabete in giovane eta'! Indossavo ancora il maglioncino giallo di cotone della sera prima, lo avevo fatto apposta perche' era ancora impregnato dell'odore di Adlin,continuavo a poggiare le narici sulle maniche ,annusavo,sentivo il suo odore che mi arrivava subito al cervello...ero ancora in estasi!Raffaele,un cliente affezionatissimo,amico di mio padre e ora anche mio.Un aeroportuale,dipendente della TWA e di una decina di anni piu' giovane di mio padre,mi osservava incuriosito e ad un certo punto mi disse:" Massimo Fabio,ma e' da questa mattina presto che ti odori,che hai fatto?".Io l'ho guardato bene Raffaele,era simpaticissimo, con i suoi baffoni neri,un gran cuore,un vero romano del trullo,sincero,per me ormai era quasi un secondo padre,raccontava al bar ogni giorno barzellette esilaranti."Raffaele",gli dissi,con gli occhi socchiusi,sognanti,"ieri ho cenato con una ragazza carina, ma carina e' poco,bellissima,ho ancora il suo profumo addosso,che serata,sono a mille!".Ed era proprio vero,quella mattina soleggiata di settembre il mondo mi sembrava piu' bello e magico.Non avevo mai incontrato una ragazza che mi avesse colpito in quel modo,in tutti i suoi aspetti,e per ora ne conoscevo solo alcuni e superficialmente.Gli occhi,per esempio,mi avevano subito stregato,emozionato. Quegli occhi giallo-verdi,intensi ma dolci,che se li guardavo fissi mi sembrava di perdermi in una dimensione diversa,di navigare felice e nello stesso tempo di essere compreso,anche troppo,occhi che erano ovviamente in sintonia con la sua personalita',che rispecchiavano il suo carattere fermo,buono ed estroverso ma con una punta di dolce tristezza.Occhi che erano troppo belli , ma per belli intendo non solo nel colore ma nella capacita' di emozionare,occhi femminili. Pensavo che ogni uomo sulla terra che avesse incontrato questo sguardo si doveva innamorare...(continua).


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: