ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 10 gennaio 2015
ultima lettura mercoledì 20 maggio 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Pensieri di una ragazza qualunque sui recenti avvenimenti

di EmmeGi. Letto 626 volte. Dallo scaffale Attualita

La violenza non è mai insensata. È un’azione. Se vuoi picchiare qualcuno,o uccidere, lo fai e basta; questo è quanto."...

La violenza non è mai insensata. È un’azione. Se vuoi picchiare qualcuno,o uccidere, lo fai e basta; questo è quanto." cit.
Ultimamente, troppo spesso, si legge di persone discriminate per il semplice fatto di essere musulmani,o immigrati, soprattutto dopo questo ultimo attentato in Francia, facendo di tutta l'erba un fascio, considerando tutti loro, senza eccezione, violenti, persone da tenere alla larga, ladri. Non credo che il colore della pelle, la religione definiscano totalmente una persona. Come in ogni società, ci sono persone oneste e ci sono persone cattive. Eppure io continuo a vedere paura per il diverso, paura degli altri. E' vero la situazione immigrati qui in Italia sta superando i limiti ma io credo perchè è da sempre gestita da persone che non hanno nient'altro in testa che il denaro. Quegli uomini franco-algerini che hanno sparato e ucciso quei giornalisti non rappresentano tutti gli algerini. Loro non sono TUTTI. Eppure i controlli verso gli algerini sono aumentati, come se davvero fossero TUTTI terroristi. Questa è la più grave forma di ignoranza: il razzismo.

Mi è sempre stato detto che il mondo, quando si è giovani, è tutto nelle nostre mani; che noi giovani siamo il futuro. Ma è davvero questo il mondo che gli adulti ci stanno lasciando? Un mondo nel quale le barriere sono sempre più alte, invece di crollare.

Un mondo nel quale una mia carissima amica viene insultata perchè musulmana, lei che prega Allah tutti i giorni affinchè la sua famiglia in Siria sia sana e salva; oppure il ragazzo più buono che conosca trattato come l'essere più insulso perchè gay. E io dovrei essere felice che mi venga lasciato un mondo così? Un mondo nel quale parte della popolazione muore a causa di guerre, violenza, odio, dittatura; un'altra parte muore per mal nutrizione, malattia, povertà; e la parte più grande muore per il diabete.

Un mondo dove la polizia uccide ragazzi solo perchè di colore o spara sui manifestanti, polizia che ha il compito di proteggere.Un mondo governato da politici corrotti, complici della Mafia, il cui unico scopo è arricchirsi a discapito dei cittadini . Dove si è discriminati e si augura la morte di uno stesso compatriota, dello stesso Paese: " se sei del Nord, allora va bene; se sei del Sud, beh, meglio per tutti che il Vesuvio scoppi."Detto da gente che si professa cattolica. Ma secondo il Cattolicesimo, non siamo tutti uguali dinnanzi a Dio, essendo suoi Figli?

Un mondo dove alla violenza si risponde con la violenza e la morte: un attacco terroristico in nome di un Dio, che in realtà non vuole questo, viene ripagato con la morte degli attentatori. E non sono entrambi criminali?Tterrorista e Uccisore? Non hanno tolto entrambi delle vite?

Gandhi diceva: "Occhio per occhio rende il mondo cieco. "

Un mondo dove il punto di vista degli altri non viene compreso e dove la legge è uguale per tutti ma alcuni sono più uguali di altri. O dove non si prova a indossare i panni di chi ci è accanto. Perchè allora non provare a capire cosa prova un immigrato giunto in Italia su un barcone, naufrago in mezzo al mare, costretto a lasciare la sua terra per via della guerra? Certo, devono tornare nella loro Patria, a morire sotto una mina. Avete mai provato a immaginarvi al loro posto? A immaginare tutta la loro sofferenza?

Un mondo dove a malpena si arriva a fine mese con lo stipendio; dove trovare un lavoro è raro.

Dove i ricchi sono sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri.

Un mondo dove andare in Africa a salvare vita equivale a insensatezza e se vieni rapito da uomini senza scrupoli, ben ti sta, non dovevi andarci. E questo mondo mi dovrebbe piacere?

Un mondo nel quale le foreste scompaiono, il clima impazzisce, i ghiacci si sciolgono e tutto a causa dell'uomo.

Un mondo dove non esistono compromessi. Dove le leggi le stabiliscono i più forti senza considerare il debole. Dove a parlare sono Invidia, Ingiustia, Avidità.

Si dice che Pandora quando aprì il Vaso causò la diffusione di tutti i mali nel mondo. Eppure, un piccolo essere restò in quel contenitore. I Greci la chiamavano Elpìs, la Speranza.

E' questa la mia risposta: sperare di avere abbastanza forza per cambiare questo marcio mondo, partendo dal mio piccolo; perchè il bene esiste e non sono pochi quelli a compierlo.

Allora io spero che possa diventare abbastanza coraggiosa da essere tra questi perchè il mondo,ora, ha tanto bisogno di eroi delle piccole cose.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: