ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 13 dicembre 2014
ultima lettura martedì 13 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Buzzi: indagine su un ex galeotto al di sopra di ogni sospetto

di jenagamuna. Letto 1087 volte. Dallo scaffale Attualita

Tra i popoli noi siamo il più civile in quanto a reinserire i carcerati e spesso dopo che li abbiam graziati gli offriam di guadagnarsi un bel mensile.    Pensate a Buzzi, il ras degli immigrati: curriculum non certo vescovile, ...

Tra i popoli noi siamo il più civile

in quanto a reinserire i carcerati

e spesso dopo che li abbiam graziati

gli offriam di guadagnarsi un bel mensile.

Pensate a Buzzi, il ras degli immigrati:

curriculum non certo vescovile,

in gente s’è imbattuto assai gentile

che mai gli ha rinfacciato i guai passati.

Ritratto in foto insieme a pezzi grossi

in cene sempre a sfondo solidale,

andava dal prefetto Pecoraro

avendo Gianni Letta fra i colossi

che in bianco gli firmavan la cambiale.

Faceva il Crminati da notaro…



Commenti

pubblicato il 13/12/2014 19.55.21
Gelo, ha scritto: :) mah! tipo un tot di milioni di euro usciti così ......... così ....
pubblicato il 13/12/2014 21.20.35
jenagamuna, ha scritto: uuuhhh, che venale! come puoi pensare che sia questione di soldi?!
pubblicato il 14/12/2014 9.37.12
vento, ha scritto: Il 26 giugno 1980 Salvatore Buzzi uccise il suo socio Giovanni Gargano con 34 coltellate. Non solo. Inizialmente tentò anche di incolpare dell'omicidio la sua fidanzata dell'epoca, una prostituta brasiliana. Fu abile nello sfruttare le possibilità che lo stato italiano offre ai detenuti, si atteggiò a detenuto modello e nel 1983 fu il primo carcerato a laurearsi in cella in Italia. La sinistra italiana fu tutta commossa e ammirata per questo "vecchio compagno che ha smarrito la buona strada ma l'ha poi ritrovata alla grande". Condannato a 25 anni per omicidio, rimase in carcere per 11 anni fino al 1992, quando il Presidente Oscar Luigi Scalfaro, commosso dalla redenzione del "compagno che sbaglia", gli concesse la grazia e lo liberò.
pubblicato il 14/12/2014 11.33.33
jenagamuna, ha scritto: e allora?
pubblicato il 14/12/2014 18.28.59
vento, ha scritto: Ho riportato po' di fatti, che restituiscono alla sinistra il personaggio, mentre dalle tue parole sembrerebbe un amico di Berlusconi.
pubblicato il 14/12/2014 22.54.57
jenagamuna, ha scritto: Quello è come le puttane: amico di tutti quelli che lo pagano. E che lui paga per avere altri clienti
pubblicato il 17/12/2014 19.29.06
OscuroDominio, ha scritto: Vento taci che sei un demente. Carminati che cazzo è di sinistra? non era tipo il braccio armato di mr. Puzzi the Buzzi Scuzzi? Ma sta zitto demente che sto coglione di Buzzi ch'è tutto fuorché coglione, è un venduto da sempre, quello della Resistenza, della Lotta, dell'Antifascimo (diritto costituzionale) non sa un cazzo, e se sa non approva di certo, e se approva lo fa in un modo proprio da pezzente, da venduto, sotto braccio col braccio armato NAR-Carminati tutti belli coperti dalla Legge sotto Alemanno. Quindi TACI. BASTA!
pubblicato il 17/12/2014 21.40.53
LUOMOKESA, ha scritto: Oscuro, vedo che ti stai ingentilendo con un fottutissimo sonetto. E che kazzo! Voglio una scrofa unica, una strofa unica!!! Non imborghesiamoci: poesia di lotta, che puzza come la merda, così la voglio la poesia. Minkia dovevo ritornare io a ridare un po' vitalità qui, un po' di verve, di bon ton..Porka troia! Avanti allora miei figli assatanati, giù con le rime feroci, con i lazzi, con la vera poesia e ora di ridare merda ai versi!
pubblicato il 19/12/2014 13.14.06
jenagamuna, ha scritto: hem... merda gode di pochissime rime, quindi non ne farei eccessivo uso. Il buon tonno piace anche a me, il galateo dalle mie parti è di casa, anzi: della casa. Boni ragazzi, boni: siamo tutti fratelli, d'Italia. Meloni per tutti, quelli d'inverno, ovvio. Certo sarebbe carino che voi tre foste la stessa persona...
pubblicato il 21/12/2014 2.13.59
OscuroDominio, ha scritto: jena infatti è il più razionale fra noi, il più intelligente, quoto! E chiedo pure scusa a vento che è di destra e gli ho dato del demente, non l'ho detto perché è di destra ma il suo commento mi ha un po' infastidito ... non so, non si può continuare a dire che c'entra la sinistra come la destra etc. quando si parla di Buzzi e .... di NAR, Carminati, Mafie varie e sti cazzo di ... bo ... terroristi-neri ... non so ... comunque sono stato sgarbato ... ah eh oh ... non contate su di me ... mi sto stufando! :) ciao rega
pubblicato il 21/12/2014 2.14.02
OscuroDominio, ha scritto: jena infatti è il più razionale fra noi, il più intelligente, quoto! E chiedo pure scusa a vento che è di destra e gli ho dato del demente, non l'ho detto perché è di destra ma il suo commento mi ha un po' infastidito ... non so, non si può continuare a dire che c'entra la sinistra come la destra etc. quando si parla di Buzzi e .... di NAR, Carminati, Mafie varie e sti cazzo di ... bo ... terroristi-neri ... non so ... comunque sono stato sgarbato ... ah eh oh ... non contate su di me ... mi sto stufando! :) ciao rega
pubblicato il 23/12/2014 8.39.45
vento, ha scritto: "A sinistra c'è purtroppo la convinzione che non si può non votare Pd. Devono governare perché sono i migliori, perché sono gli unici legittimati a farlo, perché gli altri sono il male, perché la democrazia ha un senso solo se vince la sinistra, perché sono i giusti, perché sono moralmente superiori, perché Dio lo vuole. Questo atteggiamento, questa presunzione non piace a gran parte degli italiani." (Vittorio Macioce, Legnostorto) Con voi lobotomizzati dalla propaganda comunista non ha senso parlare, perché avete questi cortocircuiti mentali che vi rendono impossibile ragionare di politica, soprattutto con altri non condizionati. Per questo non rispondo alle tue provocazioni, Oscuro, perché è inutile.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: