ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 28 ottobre 2014
ultima lettura lunedì 30 marzo 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Aspettando il Milan

di Edmea. Letto 490 volte. Dallo scaffale Pensieri

  Sembra una domenica pomeriggio come tante. Le squadre si apprestano a scendere in campo allo stadio Castellani di Empoli. Invece è la partita del sabato pomeriggio. L'anticipo, come da calendario, di Empoli - Cagliari. Non è uno sq...

Sembra una domenica pomeriggio come tante. Le squadre si apprestano a scendere in campo allo stadio Castellani di Empoli.

Invece è la partita del sabato pomeriggio. L'anticipo, come da calendario, di Empoli - Cagliari.

Non è uno squadrone l'Empoli. Entrambe le squadre occupano un posto scomodo nella parte destra della classifica, ma in attesa del Milan, nella notturna di mercoledì prossimo, al Cagliari tre punti servono. Altro che se non gli servono.

I primi trenta minuti di gioco trascorrono senza scossoni, ma al trentunesimo la legione cagliaritana attacca come una catapulta, infliggendo quattro gol ai padroni di casa, in quindici minuti di gioco.

Insomma, la squadra capitanata da Andrea Cossu, in questo anticipo di sabato pomeriggio, ha replicato la prestazione supersonica contro l'Inter. Colpiti e affondati a sorpresa.

Ha aperto le danze Marco Sau, giusto per non smentire la sua fama da bomber. A seguire Avelar, con una doppietta, compreso un rigore, quasi per niente dubbio, per non dire azzeccato. Dulcis in fundo, Ekdal ha portato la legione rossoblu alla vittoria, con la resa della squadra avversaria, senza prigionieri.

Il giovanissimo Donzah, acquisto sapiente voluto da Zeman, è sceso in campo senza pudore e timore dell'avversario, che ha marcato da vero professionista, in sfida ai suoi diciott'anni.

Il secondo tempo è stato giusto un pro forma. Dopo il 4 a 0 a vantaggio della squadra ospite ogni tentativo di ripresa dei padroni di casa è stato vano.

È proprio vero che il metodo Zeman, quando viene metabolizzato porta risultati sbalorditivi di sfondamento della porta avversaria.

Adesso il Cagliari può anche ricevere il Milan allo stadio Sant'Elia, ampliato a sedicimila posti, come promesso all'inizio del campionato.

La prevendita, al momento non prevede il pienone. Complice il mercoledì, non alleato dei lavoratori, o causa dei prezzi dei biglietti, che saputamente, il patron Giulini ha lievitato, immaginando che per assistere al match contro il Milan i tifosi incassino l'aumento zitti e mosca.

Polemiche a parte, sia lode al Cagliari che finalmente ha rivelato il suo valore, non solo umiliando l'Inter e rimontando miracolosamente nella partita contro la Sampdoria di domenica scorsa, ma attaccando a sorpresa legionaria i padroni di casa dello Stadio Castellani questo sabato pomeriggio.

Bravo Cagliari. Comunque vada, la partita contro il Milan sarà un successo, perché il piglio è quello giusto.

Giocarsi il tutto per tutto senza paura, perché nessuna squadra è inespugnabile.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: