ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 12 settembre 2014
ultima lettura mercoledì 10 luglio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

XIV - Monologo di un déjà vu inzuppato

di menion80. Letto 517 volte. Dallo scaffale Sogni

Se avessi tra le mani quel sordido pezzo di merda, avrei perlomeno un passatempo col quale trastullarmi.Mi limito però a fissare delle bottiglie, forse, vuote da sempre.Non ho mai analizzato seriamente la mia vita.Non inizierò di certo or...

Se avessi tra le mani quel sordido pezzo di merda, avrei perlomeno un passatempo col quale trastullarmi.
Mi limito però a fissare delle bottiglie, forse, vuote da sempre.
Non ho mai analizzato seriamente la mia vita.
Non inizierò di certo ora.
Siamo nati dallo stesso olio, e cadiamo sulle stesse foglie.
Identiche e pigre rincorse di personalità.
Ho mai limato, seriamente, il guardaboschi del nostro ricordo?
Se lo avessi davvero voluto, ora non fisserei il muro dietro un vetro sterile.
Punto e daccapo. Senza vergogna.
Dietro un angolo ho percepito il tuo nasino che sfugge, puntualmente, ad ogni legge della termodinamica.
Il cappotto mi strinse in un abbraccio secolare, conferendomi un aspetto "alla Bukowski".
Afferrai i passi davanti a me e mi dileguai nell'inseguimento di te.
Gorgheggiando il tuo nome, la fatica si limita alquanto.
Saltellavo tra pozzanghere indecise, nel timore di rivivere un déjà vu inzuppato.
Stanco però divenne subito il mio fiuto.
Mi allontanai dal me stesso più ostinato, e giacqui fra puttane al lume di un faro rimasto, per errore, acceso.
Tienimi per mano durante la fuga.
La mia ombra avrà pace soltanto nel momento in cui tu la denuderai.
Io non sono lei.
Mi accontento di essere ricordato e l'eco del mio nome mi sazia all'inverosimile.
...
Senza rendermene conto, inalo un altro po' di te.
Nella vista fumosa di una metropoli all'albicocca, si perde anche l'ultimo pezzo di questo racconto.
Non vi è congiunzione. Abitudine al consueto.
Ora può anche smettere di piovere.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: