ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 9 settembre 2014
ultima lettura martedì 25 febbraio 2020

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Il segreto della faccia nascosta

di ArchStanton. Letto 943 volte. Dallo scaffale Horror

Ci sono leggende per le quali non ci sono introduzioni che possono rendere giustizia; C'è solo un modo per viverle tutte d'un fiato, ed è calarsi nei meandri delle loro affascinanti probabilità di calcoli, che ci fanno domandare se esistono realmente

Questa e ' una di quelle leggende metropolitane raccontate di generazione in generazione che terrorizzano ancora i paesi e le città che ne sono a conoscenza... Anche perché il luogo della storia essendo reale è meta di pellegrinaggio da parte di horrornauti di tutto il globo...

La leggenda narra che un giorno, al tramonto ...Tre ragazzi stavano facendo il bagno in una cala, una cala di quelle selvaggie e meravigliosamente affascinanti con uno scambio perfetto di luci tra il sole, la luna ed il mare azzurro cristallino; questa cala era vicino ad una grotta , un'antica realizzazione naturale che a detta di tanti pescatori era maledetta .... Il suo nome era sinistro quanto lo e' la storia che andrò a raccontarvi, la grotta senza volto .... Così si chiamava.
I ragazzi erano intenti a fare tuffi , ridendo e scherzando , parlando di conquiste e fallimenti, di tradimenti e fantasie bizzarre.... Quando ad un certo momento , proprio vicino al crepuscolo , che aveva dipinto la grotta di uno stranissimo senso di oppressione claustrofobica, nonché di un colore simile ai rifrangenti della coda di un pavone , apparvero due bambine , apparentemente sconosciute, ma che solo il terrore negli occhi dei ragazzi fece ben presto presagire che si trattava di un fenomeno inspiegabile quanto stupefacente e che loro conoscevano molto bene... Ma facciamo un passo indietro aprendo una parentesi.

Pochi anni prima una famiglia composta da madre padre e due bambine decise di organizzare una gita in barca vicino alla grotta senza volto .... Entrando direttamente con il loro caicco, essendo il padre un comandante esperto , all'interno di questa .
Come nel classico degli eventi inspiegabili , di quelle circostanze misteriose , e del brivido che sale nelle schiene di chi viene a conoscenza dei fatti successi, l'imbarcazione venne risucchiata all'interno della grotta da una forza estremamente disarmante e votata all'essere maligna , che fece affondare tra le grida di terrore la povera famiglia.
Ora ... Veniamo al punto ... Se la pace ed il riposo eterno dei poveri genitori in quel che chiamiamo aldilà fosse cosa certa non lo sappiamo , ma fatto vuole che i loro spiriti probabilmente devono aver trovato la giusta dimensione ; storia ben diversa avviene se parliamo delle due bambine , che furono "scelte" così come vuole la prassi leggendaria, come guardiane della grotta , protettrici innocenti di un segreto ben più agghiacciante della loro triste storia....
I ragazzi erano rimasti impietriti davanti a questo scenario ... Solo l'eco che produceva la grotta sottolineava il movimento dei loro corpi intenti a rimanere emersi.
Queste bambine erano vestite con vestiti blu come quello delle principessine che aspettano le feste in maschera , erano cianotiche e fissavano il povero gruppo di malcapitati giovani.
Ad un certo momento, ridendo come piccole streghe ....dissero :" non si gioca qua dentro" e sparirono facendo un tuffo nella profonda acqua blu....alla loro sparizione segui un silenzio tombale, di quelli profondi che copre ogni emozione e respiro... Seguito dal rumore simile all'apertura di un lucchetto .... Vicino ad un insenatura della grotta apparve quella che sembrava una teca senza coperchio con un corpo di donna bionda nuda con le braccia aperte a forma di T , come crocifissa, rivolta però verso l'interno senza che si vedesse il volto ; i ragazzi fra un mix di stupore e terrore , erano caduti in una sorta di apatia forzata , non riuscivano neanche a guardarsi l'uno con l'altro,la visione non era poi male , la donna si presentava bene, ma non sapevano se fosse viva o morta,e la cosa più strana era la posizione immobile e la teca nella quale era sistemata simile agli altarini di una chiesa abbandonata con tanto di rivestimento viola come quelli di una bara.
Mentre ognuno di loro era assorto in questi pensieri , quasi come se qualcuno staccasse dei fili ad un burattino , la donna cadde in acqua con un gran tonfo sordo, rimanendo immobile come una foglia sul pelo dell'acqua.
I ragazzi quindi si diressero velocemente in aiuto della donna a forti bracciate, e lei apparentemente priva di sensi , e sempre nella stessa posizione come fosse di gesso , rimaneva in quello stato di morte apparente
I ragazzi con molti sforzi andarono di nuovo a sistemarla nella teca nonostante sarebbe stato meglio cercare di soccorrerla in piano orizzontale,la posizionarono come prima stavolta però con il volto rivolto in avanti ... Era veramente una donna bella , un po ' scura in volto ma bella...I ragazzi si allontanarono velocemente rituffandosi in acqua con impotente paura, tutti tranne uno che rimase quasi ammaliato dalla sua bellezza e voleva osservarla da vicino .... Rimase a guardarla per pochi ed interminabili minuti senza accorgersi che da dietro il collo della donna uscì di scatto un anello grosso come una manetta che andò a serrargli il collo senza dargli via di scampo; in quel momento ci furono degli urli che tuonarono all'interno della grotta, urli raggelanti, i ragazzi in acqua stavano tentando di raggiungere l'uscita , mentre il ragazzo bloccato di fronte alla donna , vide che questa aveva serrato gli occhi, aprendo la bocca ed emettendo una risata agghiacciante quasi di trionfo esclamando':"e' finita , la grotta sarà la tua tomba e la tua maledizione" mentre la teca si stava ritraendo nell'insenatura diventando parte del muro di roccia, il ragazzo urlo ' con tutte le sue forze coperto solo dalla continua e sinistra risata della donna, fino al momento della sparizione della teca dentro il muro roccioso
Gli altri riuscirono ad arrivare all'uscita, ma vennero risucchiati da qualcosa in acqua e non ebbero neanche il tempo di sentire le risatine maligne delle bambine che con una forza sovrumana li stavano trascinando nei profondi abissi delle tenebre marine.

Per anni nessuno torno' mai in quella grotta , ma alcuni pescatori giurano di aver sentito degli strani lamenti provenire dall'interno, e nelle notti di luna piena se si fissa di continuo il manto del mare si possono scorgere i volti dei poveri sventurati che cercano di trascinarti sul fondo del mare ... La leggenda della grotta senza volto, un mistero di cui tutti hanno ancora paura......



Commenti

pubblicato il 10/09/2014 19.58.52
ArchStanton, ha scritto: Ciao a tutti!!! Dato il mio primo raccontoi piacerebbe ricevere qualche commento!!! Grazie .... E soprattutto uno speciale ringraziamento a questo sito che è veramente fantastico e ricco di persone che amano scrivere.... E si vede!!!;)))))

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: