ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 4 settembre 2014
ultima lettura mercoledì 13 novembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Where is my mind?

di tatina300. Letto 593 volte. Dallo scaffale Sogni

CAPITOLO 8: Sentivo qualcosa di appiccicoso che mi strusciava sul viso, come se qualcuno mi avesse appiccicato una lumaca, aprii gli occhi era la lingua della volpe che mi leccava la guancia destra, era appiccicosa e rasposa, cosi mi scostai e la accar...

CAPITOLO 8: Sentivo qualcosa di appiccicoso che mi strusciava sul viso, come se qualcuno mi avesse appiccicato una lumaca, aprii gli occhi era la lingua della volpe che mi leccava la guancia destra, era appiccicosa e rasposa, cosi mi scostai e la accarezzai sulla testa, capii ancora una volta che non era stato un sogno e che non eravamo nella mia mente.

-piccolina tu parli? gli dissi dolcemente.

Lei mi guardò calando il capo verso sinistra in basso, tirando la lingua fuori, magari aveva caldo, ma non disse una parola! beh certo le volpi non parlano mica!.

-mmh..non parli, ma chi sa da dove sei uscita tu eh..sarai scappata da qualche circo o roba del genere probabilmente!

-Melany ma con chi stai parlando?

-oh ciao Emily! con nessuno ho trovato questa volpe..tu ne sai qualcosa?

-quale volpe?

-questa qui!, indicandogliela con la mano.

-sorellina tu sei fusa, io non vedo nessuna volpe oltre ai tuoi vestiti sparsi per tutta la stanza!

-Emily ma ti dico che c'è una volpe proprio qui!

-senti Melany non so tu cosa ti sia fumata ieri sera alla festa di josh ma di sicuro hai ancora allucinazioni!

-ah già la festa..me ne ero dimenticata!

Cosi mia sorella con un espressione esasperata prese le sue cuffie e la borsa e usci dalla camera. Nel frattempo io non riuscivo ancora a capire perchè lei non riusciva a vedere la volpe seduta sul mio letto che rotolava a destra e sinistra come un gatto.

-Piccola perchè ti vedo solo io? sono pazza?

La piccola volpe mise una zampa sul mio schermo portatile indicandomi la tastiera, io la cliccai e lei agitando la zampetta riusci a scrivere:" W h e r e i s y o u r m i n d ?". Io sorpresa da quel gesto lessi con attenzione, ma cosa voleva dirmi? in che senso dov'è la mia testa? e poi una volpe che usava il mio tablet era assurdo!. La volpe scese dal letto e raccolse la farfalla coi denti poi me la portò sul letto e me la porse. Ancora non riuscivo a capire, ma forse davvero essa centrava qualcosa.

-piccola forse mi stai dicendo di leggere sulla chiave?

Lei mosse la testa su e giu in segno di approvazione. Cosi mi alzai e iniziai a rovistare nel cassetto per cercare una lente di ingrandimento, che dopo svariati tentativi trovai, anche se era con il vetro un pò rotta e tutta impolverata fu utile lo stesso. Portai la chiave alla luce del sole e con la lente mi aiutai a leggere quella minuscola scritta, era un pò sbiadita ma essendo incisa riuscii a leggere: "Vous ètes en contròle de ce monde", sembrava francese ma non avendolo mai studiato non sapetti tradurlo subito cosi incuriosita accesi il pc, nel frattempo andai in cucina a prepararmi una tazza di caffe, misi la bustina monouso di caffe nella tazza e la riposi nel micronde, aspettai qualche minuto e poi la ripresi, la tazza era cosi bollente che mi cadde dalle mani, cosi la volpe alle mie spalle fece un verso simile a una risatina.

-Sei una iena o una volpe? ti preferivo quando parlavi almeno mi avresti dato una mano!, gli dissi quasi rimproverandola.

Poi rifeci il caffè e ritornai in camera, mi sedetti davanti lo schermo e selezionai Firefox dove aiutandomi con il traduttore cercai di tradurre quella frase, il motore di ricerca mi confermò che era francese, "tu hai il controllo di questo mondo.." lessi ad alta voce, ecco cosa c'era scritto su quella benedetta farfalla! ma cosa stava a significare? quale mondo? di cosa parlava?, cosi la volpe si girò verso di me e mi guardò come se approvasse quella frase. Poi una luce alle mie spalle mi fece rabbrividire, ecco qualcosa era successo! andai per girarmi e vidi un enorme cerchio aprirsi davanti ai miei occhi, quasi come fosse uno specchio o qualcosa del genere, mi avvicinai, all'inizio non rifletteva nulla, poi la volpe si avvicinò a me e io riuscii a vederla riflessa al suo interno, dopo qualche istante mi vidi anche io. Sembrava quasi uno specchio, poi mi accorsi che la volpe riflessa era alla mia sinistra e non alla mia destra e che anche la stanza era al contrario, sembrava quasi un varco dimensionale ma non lo toccai, ebbi paura cosi ci girai intorno vidi il suo retro, era ricomparso lo specchio anche li, in qualsiasi modo lo guardassi lo specchio ruotava insieme a me, non so come descrivere una meraviglia del genere, intorno a esso cerano fumi colorati di color pastello, come se fosse uscito da una di quelle macchine a vapore che si usavano una volta, non aveva cornice rigida ma il suo riflesso stesso lo era, esso fluttuava sulla farfalla con le ali leggermente più aperte di come le avevo trovate io. Vidi la volpe avvicinarsi sempre di più fin a toccarlo con una zampa, avrei voluto fermarla per il suo bene, la conoscevo da poche ore e già la consideravo come il mio nuovo animale domestico, e dico mio perchè ero l'unica a vederla davvero, ma ero troppo stupita da quella meraviglia da non riuscire a dire nulla, cosi la volpe con la sua zampetta entrò nello specchio, metà corpo scomparve in quel varco, per un attimo esso sembrò molle quasi morbido da poterlo oltrepassare, intorno alla piccola volpe si crearono piccole ondine cosi feci coraggio e con uno scatto tirai fuori la volpe e cademmo insieme per terra, poi il varco scompari improvvisamente e la farfalla si chiuse..

Pub.one 03settembre2014

Firmato TATINA300



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: