ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 25 giugno 2014
ultima lettura giovedì 28 novembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Uno Strano Passante

di DOMENICO DE FERRARO. Letto 598 volte. Dallo scaffale Fantascienza

 Tranquillo e sonnacchioso pomeriggio ad Ailano, poca gente lungo le strada assolate poi all’improvviso appare uno strano  passante dal  passo veloce si guarda dietro furtivo provando a  nascondere  da .....

UNO STRANO PASSANTE

Tranquillo e sonnacchioso pomeriggio ad Ailano, poca gente lungo le strada assolate poi all’improvviso appare uno strano passante dal passo veloce si guarda dietro furtivo provando a nascondere da occhi indiscreti la coda penzolante fuoriesce dal pantaloncino. Un vento fresco soffia veloce mentre tutto il male viene dispero insieme alle varie semenza in un campo incolto ove l'erbaccia cresce arrampicandosi nella fitta selva ,oscurando ogni cosa . In questo piccolo paese pieno di zotici e indigenti , gente che cammina con le scarpe rotte ai piedi e non si fa mai fatti suoi. Gente rognosa , sulagna nel dubbio della sua specie che cresce inconsapevole del male che l’affligge, lontano da chi governa e prospera alle loro spalle. “Che bello vivere in questo paese , quanta gente succosa ,chiattona , vogliosa li vorrei rapirli tutti ma il comandante vuol che ne catturiamo solo pochi esemplari . Vai a capire chi poi di tanta gente chi è sano ,chi è malato. Tengono tutti la stessa faccia , bruciata dal sole, neri di volto, puri di cuore gente che lavora ed ingrassa ,chi sa come son buoni cotti al forno “. “Che brutti pensieri ,mi perdonino i miei avi, non vorrei rovinarmi questa bella giornata andando appresso a qualche sciagurato, portatore chi sa quale virus letale”. La terra ruota velocemente bruciando i sogni di milioni di persone ,un pianeta che muore lentamente . Una generazione bruciata. L'alieno gira l'angolo ,cercando sempre di nascondere la coda , entra in una gelateria compra due grossi gelati uno a pistacchio l'altro a crema lì gusta di nascosto dalla massa che corre ,avanza, ribalza . Nel traffico senza fine l’alieno sorride e divora una donna dietro un angolo buio poi un vecchio seduto fuori ad un bar. Un vigile parla al telefono con la sua amante. “Stasera ti porto a ballare , non dirmi di no, so che ti piace.” “Si ci vengo dice la donna però debbo ritornare presto a casa ,se no chi la sente mia madre. Non ti preoccupare sciu sciu non faremo tardi . “Una botta e via.” “Una botta e via risponde la donna come una botta sola .Non stai bene? “Come non sto bene volevo dire che sarà una cosa veloce ed indolore” . Il traffico aumenta il vigile continua a parlare a telefono .L'alieno insospettabile entra in un bar ordina un crodino. Il barman comprende immediatamente di trovarsi difronte un draconiano. “Un Crodino con una buccia di limone.” “Dubito signore che desiderate anche qualche tramezzino ” intanto si cala sotto il bancone e chiama la sua centrale operativa per avvisare dell’intruso . Si rialza veloce “veda io i gusti dei clienti li intuisco subito”. “Bravo un buon barman deve sempre capire all’istante i gusti del clienti che ha difronte. La vedo ben messa . Permetta la possa toccare? Che bella ciccia” . “Le vorrei svelare qualche mio segreto per essere in linea se permetta mi raggiunge dietro quel separé le voglio anche raccontare velocemente ciò che mi e accaduto oggi, mi creda una cosa incredibile ”. “ Ne sono lusingato prego s’accomodi la raggiungo subito.” Intanto prende un pistolone ammazza draghi e chiama aiuto. Sopra un tetto di un grattacielo una navicella di bonzi proveniente dal pianeta xxyy attera lentamente scendono diversi passeggeri vestiti d’arancione recitando antiche litanie . Le nuvole sono grigie qualche spiraglio di luce traspare attraverso una fitta nebulosa. L’ oscurità avanza e con esso ogni cosa torna a tacere . Le case son chiuse i bambini vengono messi a letto. Il paese riposa in un sogno perduto .Una debole voce echeggia nell’aria e il notiziario delle nove che dirama la notizia della sconfitta dell’Italia contro l’Uruguay e della misteriosa scomparsa di un povero barista padre di tre figli avvenuto in un locale di uno sconosciuto paese della terra di mezzo.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: