ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 7 maggio 2014
ultima lettura giovedì 27 giugno 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

New World-capitolo 1

di Veronica97. Letto 679 volte. Dallo scaffale Fantasia

Capitolo 1 Corro in un prato bellissimo e ricco di fiori ed è come se i miei muscoli non potessero mai provare dolore così continuo a correre, immediatamente lo scenario intorno a me cambia e inizia a piovere così apro la boc.......

Capitolo 1


Corro in un prato bellissimo e ricco di fiori ed è come se i miei muscoli non potessero mai provare dolore così continuo a correre, immediatamente lo scenario intorno a me cambia e inizia a piovere così apro la bocca per bagnarmi la lingua come facevo da piccola quando durante l'inverno iniziavano a cadere i primi piccoli fiocchi di neve ma non è la fluida e limpida acqua a bagnarmi il volto,i vestiti e la bocca,sangue denso e caldo mi imbratta così apro immediatamente gli occhi e mi accorgo che intorno a me è pieno di persone che lottano tra di loro con fucili e armi d'assalto,molte sono riverse al suolo grondanti di sangue e io non posso fare niente se non urlare e chiedere come una pazza che si fermino tuttavia nessuno mi presta ascolto così sono costretta a liberarmi dal sangue che diventa sempre di più e sempre più appiccicoso,lo lecco via ma anche la mia vista si sta offuscando sempre di più e l'ultima cosa che vedo è il volto di mio padre con una pallottola nel cranio.

Mi sveglio ansimante e quasi non mi accorgo del bip bip di sottofondo della sveglia,è stato solo un brutto sogno,ripeto a me stessa ancora in preda al panico,spenta la sveglia mi alzo in piedi e mi dirigo verso il bagno dove,prima di lavarmi la faccia,controllo attentamente che non ci siano segni di sangue e ovviamente non ne trovo visto che quello era solo un sogno. Tutto è come sempre e mi tocca darmi una mossa se non voglio arrivare in ritardo alla lezione di storia e geografia moderna, mi lego i miei amati capelli castani in una coda di cavallo e indosso i miei abiti da studentessa:un paio di leggins neri,una maglietta bianca alquanto aderente e delle converse bianche. Con la tracolla in spalla mi dirigo verso l'aula che si trova al piano inferiore,la nostra scuola è una specie di college diviso in due parti ben distinte,la sezione lingue e la sezione scienze, e anche le lezioni in comune devono essere tenute separate così come i dormitori anche se questo non ci proibisce di avere contatti con gli studenti dell'altra sezione e oltre alle numerose zone separate esistono anche alcune zone come la biblioteca,il giardino interno e il campo da corsa che sono comuni. Non abbiamo dei posti fissi ma di solito tendo a sedermi nelle ultime file dove gli occhi scaltri e azzurri della signora Doblosky non possano individuarmi immediatamente

Buon giorno a tutti ragazzi, aprite il libro di storia e geografia moderna a pagina 103” entra a passo svelto con i suoi mocassini che battono fastidiosamente sul pavimento per poi sedersi in attesa di una nostra lenta reazione

Ehi Lia!”dopo aver posato il libro sul banco alzo lo sguardo e posso notare il viso leggermente lentigginoso della mia vicina di stanza Priscilla

Ciao Scilla,non dovresti avere letteratura antica?” in teoria lei dovrebbe essere già all'ultimo anno ma a causa di alcuni problemi familiari si è giocata l'anno e adesso è costretta a rifare il quarto anno

Oggi la Gignaso è in gita di studio così la Doblosky si è offerta volontaria per ospitare il nostro corso”alza gli occhi al cielo e accenna ad un conato di vomito,sorrido comprendendo il suo stato d'animo e proprio mentre continuiamo a parlare a bassa voce del più e del meno intorno a noi cala il silenzio e la Doblosky nel suo abito fasciante grigio si è materializzata davanti ai miei occhi ed è intenta a battere il piede destro,segno che si sta infastidendo

Signorina Soler solo contenta di vedere che è molto brava nel socializzare ma preferirei se ascoltasse la lezione”

Non ha ancora iniziato a spiegare!”le rispondo un po' acida perché da quando la conosco ho sempre odiato il suo modo di rivolgersi

Peccato che la sua compagna Hernest abbia appena iniziato ad illustrare il capitolo della scorsa lezione e vista la sua grande voglia di parlare può farlo pure lei”mi rivolge un sorrisetto e torna a sedersi,sbuffo e parlo della lezione precedente

Abbiamo visto gli effetti geografici e politici della terza guerra mondiale”

Come spiega male!Parta dall'inizio”alzo gli occhi al cielo, tutti sanno benissimo come sono andate le cose e mi sento come se lo stessi spiegando ad una classe di marmocchi!

La nostra razza,quella dei vampiri,fin dai tempi antichi è sempre riuscita a vivere con gli umani,inizialmente loro non sapevano della nostra esistenza che divenne sempre più importante celare durante il Medioevo ma con l'Umanesimo e le successive epoche i vampiri riuscirono a vivere con gli umani senza destare sospetti ma la smaniosa ricerca umana di trovare il soprannaturale ha portato gli umani ad identificare la nostra specie come pericolosa,anche senza apparenti motivi,scatenando così una guerra tra uomini e vampiri. Tante furono le perdite sia per gli umani che per i vampiri,infatti noi non siamo immortali come loro credono ma siamo semplicemente molto più longevi,e ha anche segnato grandissimi cambiamenti a livello territoriale infatti adesso dopo un secolo dalla guerra l'Europa si trova divisa in due parti:Zona Orientale e Zona Occidentale le quali sono rispettivamente degli uomini e dei vampiri. Ufficialmente sono ancora in vigore i nomi degli Stati passati e ogni Stato della Zona Occidentale è governato da una re o da una regina poi in caso di necessità,sennò ogni anno,gli esponenti di ciascuna casata reale di ciascuno stato Occidentale si riuniscono per stabilire l'andamento di tutta la Zona mentre nella parte Orientale gli umani hanno preferito un solo governo che guidi tutta la Zona” torno a sedermi e la vedo annuire contenta,quasi sorpresa,per la mia spiegazione

Molto bene,adesso continueremo parlando della Barriera,come ha appena detto al vostra compagna dopo la guerra l'Europa si divise e le due zone stipularono una pace nella quale ciascuna Zona si impegnava a non superare i confini ma come vi dico spesso ragazzi fidarsi è bene non fidarsi è meglio”alcuni secondi di pausa per assicurarsi che tutti noi afferrassimo il concetto “Così i rappresentanti delle 12 più importanti casate reali si sono riunite ai confini e hanno eretto la Barriera con l'unione di acqua e aria,tuttavia la barriera può essere attraversata dai vampiri ma non dagli umani che resterebbero bruciati,so che può sembrarvi strano in quanto la Barriera è fatta d'acqua ma la magia ha strani effetti sugli umani,così a loro volta poco fiduciosi hanno una schiera di uomini costante lungo il confine”le sue parole vengono troncate dal suono della campanella ed è per tutti una liberazione,non che la storia non sia interessante ma lei è decisamente pallosa!Saluto Priscilla e mi dirigo a gran velocità nel giardino interno dove mi aspetta la mia amica Alexandra.



Commenti

pubblicato il 07/05/2014 17.00.04
julia, ha scritto: bello ;-) leggerò il prossimo sicuramente!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: