ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 23 marzo 2014
ultima lettura venerdì 1 novembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Un Giorno Migliore

di DOMENICO DE FERRARO. Letto 483 volte. Dallo scaffale Viaggi

                                                        UN GIORNO MIGLIORENel silenzio di un tempo che brucia il.......

UN GIORNO MIGLIORE

Nel silenzio di un tempo che brucia il suo passato, un fumo denso sale lentamente dai borghi ,dai comignoli dei piccoli paesi, da dentro se stessi. Una barca naviga verso un confine ideale ,tutto brucia, tutto passa. In balia di parole ridicole ,ballerine in bilico sopra un filo ,dentro un utopia .Mesi, anni ,leggende tutto passerà come il vento tra i grandi edifici, come l'amore tra due adolescenti. Un ponte ideale che congiunge due sponde, congiunge questo essere all'avere ,questi giorni alla pia illusione di un gesto cordiale di una mano tesa verso il cielo .Cadono le rondinini ,cadono giù verso la terra che sboccia diventa verde rondini senza nido ,senza sorriso . Primavera ellenica, battaglia di eroi, di gente qualunque. Tutto ritorna con la primavera ed il grigiore dei giorni evapora nella casta aurora, nella bellezza degli atti ,nei momenti uniti e congiunti a tanti ricordi ad attimi timidi ,personali. Nevrotiche essenze ,colorate ,giubilanti per quartieri. Verso l'ignoto ,verso qualcosa che non ha calore. Il viso della morte nasconde molte vite, tanti segreti , il viso di una giovinezza ,di una innocenza senza peccato . Una via diritta che conduce in altri intendimenti . Emozioni , bruttezze ed immondizia ,una danza intorno ad uno zero intorno a chi solo ,pensa di non essere più solo , legato a gruppi di parlamentari ,gruppi di liberi cittadini, riflessioni diverse ,vestimenti , congiunzioni senza limiti. Così per incanto la verità viene al galla ,cantano i pesci una dolce serenata ,cantano un dolore antico ,il dolore di un onda che corre per i sette i mari. Tocca terre sconosciute , tocca corpi, bacia coste , trasporta sopra di se il dorso delle navi. Tutto svanisce la verità ha un volto una sua dignità ove tanti volti diventano uno e nessuno. Giri pagine ,leggi ,cresci ,scivoli via dici ma che me importa nun voglio sapere chiu niente. Vado a dormire, basta con questo mondo , troppo complicato non riesco prendere sonno , avverto un forte bruciore allo stomaco forse una male digestione , ho guardato per due ore porta a porta, matrix , ora basta così giro su Rai tre vedo un tipo con i baffetti irti e fini che conduce un forum mi rilasso per poi addormentarmi . Domani vado a correre ,nel parco pubblico ,porto con me anche il mio cane .Domani sarà quello che sarà, addio crisi ,addio mondo ,io non sono più umano, io sono un cane, gatto, topo sono questa pietra che rotola ,rotola ,cade in fondo a questo burrone in questo covo di dannati, ed io sono salvo , salgo verso l'alto ,navigo solo , volo ,verso un mondo migliore, il vento mi porta via . Porta via la rabbia , porta via le mie incertezze, porta via questa scalogna attaccata alle suole delle scarpe . Porta via queste parole bagnate dalla pioggia ,città ,metropoli , luci ,locali, realtà sotto, sopra . Sorride la ragazza seminuda ai bordi del marciapiede ,sorride il poliziotto , sorride il venditore di Hamburg , sorridono o piangono? , ditemi dove mi trovo , sono io o sono loro il volto della verità il volto di questa storia . Il senso di una libertà inseguita in un assolo musicale , bacio ,abbraccio cerco di nuovo di capire di dare una giusta spiegazione ,tutto mi scivola accanto la notte ,la giustizia, la bellezza , la poesia .Io ed il mondo, io e la libertà di dire quello che mi pare senza dover rispettare regole grammaticali ,sintassi, virgole, punti .Giusto dico così bisogna fare, via il capello ,via questa faccia anonima, via ,poi penso sogno o son desto . Renzo e la Merkel , l’Europa la politica ,le grida di grillo , un filo sottile congiunge tutta l'umanità ,unisce vecchi e giovani vivi e morti , il bene al male, questa notte a domani , queste ore all' alba che verrà ad un giorno migliore.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: