ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 14 marzo 2014
ultima lettura martedì 18 giugno 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

UNICORN,capitolo 15

di Angelblue95. Letto 509 volte. Dallo scaffale Fantasia

  CAPITOLO  15     Samuel si alzò presto e si diresse nella stanza in cui alloggiava Dorian. Non aveva alcuna intenzione di fargli da balia,ma Sir Gregory gli aveva detto di accertarsi che quel furbo si alzasse in tempo per l...

CAPITOLO 15

Samuel si alzò presto e si diresse nella stanza in cui alloggiava Dorian. Non aveva alcuna intenzione di fargli da balia,ma Sir Gregory gli aveva detto di accertarsi che quel furbo si alzasse in tempo per l'allenamento.

Giunto davanti alla sua porta,bussò forte per due volte,dopodiché lo chiamò a gran voce:

<<Dorian sono Samuel!Alzati e preparati!L'allenamento comincia tra un quarto d'ora!>>

<<E' presto,lasciami dormire!Che allenamento e allenamento!>>

<<DORIAN!>>

Il ragazzo borbottò qualcosa d'indecifrabile e il castano cominciò a bussare furiosamente contro la porta:

<<Dorian!Non te lo ripeto più!Alzati o sfondo la porta!>>

Dopo pochi minuti,il moro gli andò ad aprire ancora mezzo addormentato:

<<Ma lo sai che ore sono?Sei matto?>>

Il castano notò il ragazzo seminudo e lo fissò accigliato:

<<Che cosa ci fai ancora così?!Mettiti la tua tenuta e andiamo!>>

<<Un momento!Non posso fare colazione prima?>>-biascicò Dorian sbadigliando.

<<Se vuoi arrivare tardi già il tuo primo giorno facendoti rimproverare da Sir Gregory fai pure!>>

A quel nome il druido si svegliò di colpo e corse a vestirsi:

<<UN MINUTO E SONO DA TE!>>

ESERCITO.

Tutti i cavalieri erano sparpagliati per il campo,intenti a parlare e ad esercitarsi con le armi. Tra di loro Dorian riconobbe Sebastian e Alex,che non appena lo videro gli vennero incontro:

<<Hey,allora ce l'hai fatta!Congratulazioni!>>-gli sorrisero dandogli una pacca sulla spalla.

<<Già,è stato un grande scontro!Molto acceso,non c'è che dire!Sarà bello averti nell'esercito!>>-rise Sebastian.

Samuel alzò gli occhi al cielo sbuffando e piantò in asso il moro,cominciando subito a esercitarsi.

<<Ma guarda!Ti hanno affidato a Sir Samuel?>>-chiese Alex sorpreso.

<<No,sono indipendente!Piuttosto,com'è l'allenamento di solito?>>-domandò Dorian mettendosi le mani sui fianchi tutto sorridente.

<<Lo vedrai!>>-ridacchiarono i due-<<Ma se sei arrivato fin qui...ti assicuriamo che lo sopporterai benissimo!>>

Poco si fece largo tra di loro Sir Lucas,che non appena notò Dorian roteò gli occhi nauseato:

<<Dio,è proprio vero che ormai fanno entrare chiunque qui dentro!>>

<<Sì,è quello che penso anch'io!>>-disse il moro squadrandolo da capo a piedi con aria derisoria.

Il biondo serrò la mascella arrabbiato:

<<Voglio vedere quanto resisti in quest'esercito!Non reggerai nemmeno il riscaldamento,garantito!>>

<<Beh,se ce la fai tu posso farcela benissimo anch'io!>>-rispose con voce tagliente Dorian.

S'intromise lo stesso ragazzo dai capelli lunghi e ricci del banchetto:

<<Suvvia,non è il caso di litigare!Siamo cavalieri no?>>dopodichè porse la mano al druido-<<Sono Sir William,ci siamo conosciuti al banchetto!>>

<<Piacere di conoscervi meglio,sono Sir Dorian.>>

<<Ora sarà meglio metterci ai nostri posti. Buona fortuna!>>-disse Sir William andandosene.

<<Sì,buona fortuna!Ne avrai bisogno!>>-ridacchiò malvagiamente il biondo andando a mettersi in fila.

Non appena arrivò Sir Gregory tutti i cavalieri si disposero in una fila ordinata e si misero sull'attenti.

<<Cavalieri!Sono certo che conoscete il nuovo membro dell'esercito,Sir Dorian!Come saprete è entrato solo oggi nell'esercito,quindi cominceremo da qualche esercizio facile facile per poi farne qualcun altro più impegnativo e faticoso!>>

Il moro fissò il capitano con aria corrucciata:sapeva bene che l'idea di "facile" che aveva Sir Gregory,era totalmente differente dalla sua.

<<Cavalieri,cominciamo con un po' di corsa!Fatemi venti giri del campo e poi tornate qui!>>

Dorian sgranò gli occhi,rivolgendosi ai due amici che ormai erano già partiti insieme al resto dell'esercito:

<<Di TUTTO il campo?!>>

<<Esatto!Risparmia il fiato per correre ragazzo!>>-sorrise Sebastian divertito della sua espressione.

<<Ma ... è troppo!Vuole farci vomitare le budella?!>>

Sir Lucas gli passò davanti mentre correva con un sorrisetto soddisfatto sulla faccia:

<<E questo è solo il riscaldamento!Se non reggi questo tanto vale tornarsene a casa!>>

Il moro lo fulminò con lo sguardo.

<<Allora?Cosa fai ancora fermo?Corri!>>-gli ordinò Sir Gregory dandogli uno schiaffetto sul collo.

<<Va bene!vado,vado!>>

Dorian fece i primi quattordici giri senza difficoltà,ma intorno al quindicesimo giro cominciò ad avvertire male alla milza e si fermò un istante per riprendere fiato.

<<Non fermarti!>>-gli urlò dall'altra parte del campo il capitano.

"Sto morendo!"-pensò ansante il ragazzo. In quel momento venne superato da Samuel che continuava a correre come se niente fosse;ma come faceva?!

Non appena riprese venne superato da Lucas che gli fece il suo solito sorrisetto strafottente:

<<Già ti fermi?>>

Dorian respirò e inspirò per calmarsi:se quello era solo un riscaldamento non osava pensare a come potesse essere il VERO allenamento!

Il moro proseguì ancora per qualche metro,dopodichè avvertì una fitta alla caviglia e si dovette fermare.

<<Cosa fai?Forza,riprendi il riscaldamento!Mancano solo più due giri!>>-gli urlò Sir Gregory.

<<Non posso!Mi è venuto un crampo!>>-sbottò il ragazzo.

L'esercito scoppiò in una fragorosa risata.

<<Poverino!>>-disse il capitano con aria divertita-<<Fatti un giro del campo camminando e poi riprendi!>>

Dorian arrossì tutto imbronciato per figura che quel despota gli aveva fatto fare ma fece come gli era stato detto.

Una volta terminati i venti giri,il druido si lasciò superare da un uomo molto più vecchio di lui e si lasciò cadere a terra stremato.

<<Ultimo!>>-proclamò Sir Gregory mettendosi davanti a lui a braccia

conserte-<<Ti sei fatto battere perfino da lui!>>-disse facendo un cenno con la testa verso il cavaliere che l'aveva superato poco prima.

Tutti gli altri uomini erano seduti tranquillamente a fissare la scena divertiti;anche loro erano stanchi,ma non ai livelli di Dorian.

<<Secondo me non è abituato a questo tipo di esercizi!Scommetto che a Bellenger non sanno neppure cos'è un VERO allenamento!>>-rise Lucas.

<<Grazie per aver espresso la tua opinione Lucas!Visto che sembri piuttosto in forma oggi,fai un po' vedere agli altri il prossimo esercizio!>>-disse Sir Gregory.

<<Con piacere!>>-il biondo si alzò in piedi e cominciò a fare delle flessioni.

<<Perfetto,fate come fa lui!Iniziate col farmi quaranta flessioni!>>

<<Quaranta è un po' poco,non crede capitano?Dobbiamo mostrarci pronti in caso di pericolo!Aumentiamo a sessanta?>>-chiese Lucas rivolgendo un'occhiata di sfida a Dorian.

<<Hai ragione,facciamo sessanta!>>

Il giovane druido impallidì,con gran divertimento del biondo.

<<Avete sentito?Muovetevi!Forza,un due,un due!>>-urlava Sir Gregory dal campo d'allenamento ai suoi uomini.

Dopo un bel po' Dorian si fermò esausto e si rivolse a un cavaliere vicino a lui:

<<Ma sta scherzando?Sessanta flessioni...!E' matto!Io ne ho fatte appena trentotto e già non ne posso più!>>-ansimò.

Il condottiero passò davanti a lui e incrociò le braccia al petto:

<<Non mi sembra che tu abbia finito le tue flessioni. >>

<<No,infatti. Mi stavo riposando un attimo!Dopo la bella corsetta che ci ha fatto fare prima,sa! >>

L'uomo rise ironicamente:

<<Riposo?Nossignore!Rimettiti in posizione e fai le tue flessioni senza discutere.>>

<<Ma ne ho già fatte quasi quaranta!Non mi sento più le braccia!>>

<<Oh,povero bambino!Muoviti,conto io. >>

<<Non credete che sia meglio fare degli intervalli tra una sessione e l'altr...!>>

<<Giù !>>-disse Sir Gregory prendendogli la testa e rimettendolo in posizione.

<<Voi...!Non aspettatevi che io faccia qualche altro tipo di allenamento dopo di questo,perché sarò distrutto!E smettetela di prendermi per i capelli!Mi infastidisce!>>-sbuffò Dorian arrabbiato.

<<Quando mi interesserà la tua opinione te lo dirò. Ora muoviti e riprendiamo.>>

Il moro inspirò ed espirò profondamente per cercare di calmare la sua rabbia,poi si morse le labbra e ricominciò l'allenamento. Dopo un po' che andava avanti si rese conto che l'uomo era davanti a lui che lo fissava con aria di sufficienza.

<<Che c'è adesso?!Perché non contate?!Non va bene?!>>

<<No. Quelle che stai facendo tu non sono flessioni. >>

<<E allora mi fareste il piacere di farmi vedere voi come si fa visto che siete tanto bravo?>>-chiese Dorian con un sorriso strafottente.

Il condottiero mise un piede sulla schiena del ragazzo e fece forza,facendolo cadere di pancia lungo e tirato.

<<MA SIETE MATTO?!>>-urlò il druido,rabbioso.

<<La schiena non è ben allineata e non vai giù totalmente col corpo. Coraggio so che puoi farcela!>>-disse ironico.

<<Spiegatemi una cosa:se io non volessi più fare i piegamenti voi che fareste?Mi mettereste in punizione?Perché in quel caso non servirebbe a niente!Siate un po' più persuasivo,su!>>

<<Vuoi che sia persuasivo?>>-domandò l'uomo fissandolo con i suoi impassibili occhi azzurri.

<<So che potete farcela>>-disse con lo stesso tono ironico che l'uomo aveva usato prima con lui.

<<Bene,se è questo che vuoi.>>- Gregory chiuse gli occhi sospirando,poi li riaprì e parlò con voce terribilmente autoritaria:-<<RIMETTITI IN POSIZIONE E RINCOMINCIA A FARE QUELLE STUPIDE FLESSIONI PRIMA CHE TI PRENDA A CALCI IN CULO,RAZZA DI MARMOCCHIO INSOLENTE!E NON APPENA TI RIBECCO A CAZZEGGIARE COME POCO FA TI TAGLIO QUELLA LINGUACCIA CHE TI RITROVI E TE LA FACCIO INGHIOTTIRE,CHIARO?!>>

<<Prima di iniziare posso bere un po' d'acqua o è proibito?!>>-chiese piuttosto seccato il ragazzo dai capelli nero-blu.

<<Acqua?E' l'acqua quella che vuoi?Ecco la tua acqua!>>

Sir Gregory prese una borraccia d'acqua ghiacciata e gliela rovesciò in testa al ragazzo,che rimase boccheggiante a terra.

<<Adesso che hai finito di fare quelle smorfie di bambino di due anni,mettiti in posizione e riprendi l'allenamento. >>

<<ERA GHIACCIATA!>>-urlò il giovane furioso.

<<Quante storie,forza muoviti!Sono certo che se tu ti allenassi tanto quanto parli saresti un asso!E adesso vedi di darti una mossa,ti mancano ancora trenta flessioni!>>

<<TRENTA?!Ma ne avevo già fatte quaranta,e voi prima avete detto sessanta!Me ne mancano venti semmai!>>

<<Non prendermi per ignorante ragazzino!So far di conto e ribadisco che te ne mancano altre trenta per un totale di settanta flessioni. >>

<<Me ne avete aggiunte altre dieci quindi!>>-disse Dorian socchiudendo gli occhi che gli brillavano di rabbia.

<<Allora non sei proprio stupido come pensavo!E pensa che ogni volta che ribatti o non fai come dico te ne aggiungo altre dieci!>>-cinguettò Sir Gregory facendogli un sorriso affettato.

Il giovane druido sbuffò furioso ma non disse niente e riprese l'allenamento.

<<Bravo bambino. Hai visto?Non era poi così difficile!>>-commentò divertito l'uomo andandosene.

"Ma chi si crede di essere?!"-pensò Dorian arrabbiatissimo-"E va bene,dimostriamogli di che pasta sono fatto. Non gliela do' vinta!"

Il ragazzo finì le sue flessioni,dopodiché rimase a terra esausto.

<<Hai visto che c e l'hai fatta?>>-sorrise divertito Sir Gregory dandogli dei colpetti sulla testa,proprio come si fa con i bambini ubbidienti;dopodiché tornò a rivolgersi agli altri cavalieri:-<<Uomini!Riposatevi finché potete!Tra poco vi proporrò un altro esercizio!>>

Sebastian si sedette con l'aria imbronciata:

<<Chissà cosa s'inventa adesso!>>-bisbigliò ad Alex.

<<Tu!Vieni qui!>>-lo chiamò Sir Gregory.

<<Oddio l'ha sentito?>>-chiese sottovoce Dorian a un cavaliere vicino a lui.

Sebastian si alzò e si diresse verso il capitano,fissandolo con le mani sui fianchi. Nonostante fosse più alto e muscoloso di Sir Gregory sembrava averne un certo timore,esattamente come tutti gli altri uomini nell'esercito:

<<Cosa devo fare?>>-domandò passandosi una mano sulla barba bionda.

<<Faremo delle squadre. La persona che scelgo è il capitano e può scegliere chi vuole nel suo gruppo. Comincia Sebastian!Intanto si alzino Lucas,Lancillotto e Carl.>>

Il colosso guardò gli uomini lisciandosi i baffi con aria divertita,fingendo di pensarci su,poi parlò:

<<Alex!Con me!>>-disse con un cenno della mano.

L'amico si alzò e gli si mise di fianco a braccia conserte,con aria scherzosa:

<<Grazie di avermi scelto Sir Sebastian!Troppo buono lei!>>

<<Squadra che vince non si cambia!Sir Lucas,a voi la vostra scelta.>>-sorrise il biondo.

Il ragazzo socchiuse gli occhi e scelse Sir William,dopodiché si rivolse al capitano:

<<Scusate Sir Gregory,quanti uomini si possono avere in squadra?>>

<<Tre. Dovete essere quattro in totale!>>

<<Perfetto. Tu,tu e tu!Siete in squadra con me!>>-disse indicando degli uomini.

<<Prego,fai pure come se non ci fossimo!Nel caso non te ne fossi accorto ci sono anche gli altri che devono scegliere!>>-sbottò Sebastian.

<<Beh,ho fatto in fretta quindi non è il caso di farla lunga!Scegli pure!>>-rispose il giovane roteando gli occhi annoiato.

L'uomo guardò i cavalieri,poi rivolse un sorriso a Dorian e lo chiamò:

<<Coraggio ragazzo!Con me!>>

Il giovane saltò in piedi sorridendo e mentre gli altri sceglievano,si mise a guardare gli uomini restanti.

Il suo sguardo si posò su Samuel;non l'aveva ancora chiamato nessuno.

<<Ci manca un uomo. Quel Carl si è scelto i migliori!>>-si lamentò Alex scuotendo la testa.

<<Vediamo,ma chi potrei mai scegliere?John è lento come una lumaca,Moris vuole fare tutto lui...>>-pensò ad alta voce Sebastian.

<<Samuel!Scegli Samuel!>>-disse Dorian indicandoglielo con un cenno della testa.

<<Ma dai,non è assolutamente portato per stare in gruppo!>>

<<Insomma,volete vincere sì o no?E' bravo e lo sapete benissimo anche voi!Dategli una possibilità!>>

Il biondo sospirò:

<<E va bene. Sir Samuel!>>

Il castano sgranò gli occhi sorpreso e andò nel loro gruppo.

Una volta che le squadre furono formate,Sir Gregory spiegò il da farsi:

<<Seguirete un percorso ad ostacoli dandovi il cambio. Scegliete voi chi far partire per primo!>>

Lucas diede un colpetto sulla spalla di William:

<<Comincia tu. Io vado per ultimo!>>

<<Alex!Prego!>>-lo mandarono avanti dei cavalieri ridacchiando.

<<E ti pareva!>>-commentò ironicamente l'uomo.

<<Ai vostri posti!>>

Gli uomini si allinearono sulla linea di partenza;

<<VIA!>>

I cavalieri scelti cominciarono a correre e saltarono gli ostacoli. Nonostante l'età Alex era piuttosto veloce e riuscì ad avere un leggero vantaggio su William:

<<Vai!>>-disse al compagno che partì subito.

Nelle sfide successive Sebastian diede il meglio di sé spostando sacchi pesantissimi e mostrando tutta la sua forza. Due squadre erano ormai fuori gioco ed erano rimaste soltanto più quella di Lucas e quella di Sebastian.

<<Ora c'è un breve scontro di spade!Forza Sam,stupiscici!>>

Il giovane prese la spada e con poche mosse vinse con facilità la gara. Una volta vinto,corse al muretto dove lo aspettava dalla parte opposta Dorian e poco distante Lucas.

I due giovani dovevano aspettare che i rispettivi compagni di squadra gli dessero un colpetto sul braccio per poi partire,scavalcare il muretto che avevano davanti e prendere la bandiera che simboleggiava la vittoria della squadra e la fine della competizione.

<<Sei pronto a perdere?>>-chiese Lucas con un ghigno.

<<Risparmia il fiato!>>-disse Dorian.

I rispettivi compagni di squadra gli diedero il via e i due partirono;il giovane druido era abituato a scavalcare finestre e arrampicarsi sugli alberi da quando era bambino,quindi pensò di essere piuttosto facilitato in questo. Aggrottò però le sopracciglia quando,convinto di aver seminato Sir Lucas se lo ritrovò dietro;nonostante non fosse agile come il moro,quest'ultimo era piuttosto allenato e non sembrava avere nessuna difficoltà nel continuare il percorso.

Dorian gli si affiancò e cercò di accelerare quando si accorse che lui e il suo avversario stavano correndo alla stessa velocità.

<<Se ti arrendi adesso e ammetti di essere inferiore a me non ti farò fare una brutta figura davanti agli altri!>>-sorrise soddisfatto Lucas.

<<Scordatelo!>>-ringhiò Dorian.

<<Perfetto!>>-il biondo saltò una fossa sorpassando il suo avversario e una volta che il moro le ebbe quasi raggiunto,si voltò indietro ridendo facendo un lungo salto:

<<Attento alla corda!>>

<<Quale corda?>>

<<Questa!>>-disse Sir Lucas urtando col piede un paletto che fece tendere una robusta fune che fino a poco prima era nascosta dall'erba alta.

Il druido sgranò gli occhi e avendo preso ormai troppa velocità inciampò e cadde lungo e tirato in una pozza di fango.

<<Ho vinto!>>-disse il biondo estraendo le bandiera trionfante.

<<Perfetto,la squadra di Sir Lucas vince. Ora potete andare,ci vediamo domani!>>-li congedò Sir Gregory andandosene.

La squadra di Dorian gli si avvicinò delusa:

<<Che figuraccia!>>-disse uno di loro.

<<Avremmo dovuto dirgli che ogni volta nel percorso c'è un "tranello" nascosto!>>-si arrabbiò Sebastian.

Tutti espressero la loro delusione,tranne Samuel,che si limitò a fissare l'amico con aria inespressiva.

<<Non ci posso credere!Messo nel sacco da quello lì!>>-disse Dorian arrabbiato mentre si puliva il viso dal fango.

Sir Lucas si avvicinò con la sua squadra guardando dall'alto il druido a terra:

<<Ti avevo detto che me l'avresti pagata!Ma a te il fango piace tanto,vero?A giudicare da come mangiavi al banchetto non mi sembra il castello il tuo posto ideale!Ecco solo per voi,caro Sir Dorian da Bellenger ... la vostra nuova sistemazione!>>-disse grugnendo con gran divertimento del suo gruppo.

<<Nessuno mi aveva avvertito sul fatto che ci fosse un "tranello" o come cavolo si chiama,nascosto!>>-si lamentò il moro fulminandolo con lo sguardo.

<<Poverino!Avete sentito voi altri?Sir Dorian si lamenta come un bambino!Rimani lì a terra ancora un po',chissà che magari non ti sbollisci!>>-rise arrogantemente il biondo andandosene.

Dorian cominciò a respirare e inspirare profondamente e i cavalieri della sua squadra se ne accorsero;lo guardavano con gli occhi sgranati e l'aria meravigliata. Quelli che avevano avuto modo di assistere allo scontro avevano capito che non era il classico tipo che si faceva mettere i piedi in testa,ma questa volta avevano un'occasione per verificare il temperamento forte del ragazzo. In poche parole stavano per assistere a una sfuriata in piena regola!

<<Dorian,cos'hai intenzione di fare?>>-chiese Alex titubante vedendo il giovane che cominciava a raggruppare il fango.

Samuel lo fissò un po',poi quando capì le sue intenzioni impallidì:

<<Oh no.>>

<<Cosa cavolo ...?>>-chiese Sebastian interdetto.

<<Ahahahah,avete visto che figura?Era ridicolo!>>-sghignazzava Lucas più avanti con degli altri cavalieri.

PAFF.

Sebastian si mise una mano davanti alla bocca tentando di soffocare invano una risata.

Tutti i cavalieri puntarono gli occhi addosso a Dorian.

<<Hey, Sir Lucas!Chi è quello ridicolo adesso?>>

Il biondo tremò di rabbia e si voltò verso di lui con uno sguardo omicida:

<<Come hai osato?!>>

<<Sembra che un piccione gliel'abbia fatta in testa!>>-rise Sebastian dando una gomitata ad Alex che rideva addosso a un altro cavaliere,divertito.

<<E' da quando sono arrivato in città che continui a fare quello che può mangiare in testa a tutti,me compreso!Adesso mi sono stufato!Vieni qui e fai l'uomo se ne hai il coraggio!>>-disse Dorian con un sorrisetto.

<<Attento,non ti conviene sfidarmi!>>- disse Lucas a denti stretti mettendosi davanti a lui giocando sul fattore che fosse un po' più alto per intimidirlo.

<<Credi di farmi paura soltanto perché sei un po' più ricco degli altri?Non contarci!>>

<<Secondo me sei troppo abituato al fatto che tutti ti accettino senza fiatare!Io no. Il tuo posto non è nell'esercito,ma a zappare la terra!Magari in un'altra vita eri un contadino!>>

<<E tu un serpente velenoso!Fai l'uomo,anziché comportarti come uno stupido rampollo viziato!Oh,scusa ... lo sei!>>>>

Lucas gli diede uno spintone:

<<Prova a ripeterlo SEMPLICIOTTO!>>

Dorian lo spinse a sua volta:

<<Sempliciotto a chi,IDIOTA!>>-disse dandogli una spinta così forte che lo fece cadere a terra.

Samuel osservò la scena insieme agli altri;Alex si mise in mezzo ai due litiganti:

<<Va bene,basta così!Non è il caso di bisticciare per una stupida gara!>>

<<Ecco,hai sentito?Non ne vale la pena!>>-ghignò Lucas.

<<Togliti Alex!Lascia che questo imbecille mi tocchi un'altra volta e poi vedremo chi finirà col culo a terra!>>-disse Dorian digrignando i denti.

<<Prova a ripeterlo!>>

<<Dovremmo fermarli?>>-domandò un cavaliere del gruppo di Lucas.

<<No,mi piacciono le risse.>>-rispose William con un sorrisetto.

<<Puoi metterti in mostra quanto vuoi,tanto Laila non ti guarderà mai!>>-urlò il biondo rivolto al druido.

<<Cosa c'entra ora la principessa?!>>-chiese il moro sgranando gli occhi gialli.

<<Si vede lontano un miglio che sei innamorato marcio!Vedi di toglierti di mezzo da subito!Quelli come te neanche li guarda!>>

<<Già,vuoi farmi credere che preferisce i pomposi arroganti come te?>>

Il biondo rise sadicamente,poi fece un'occhiata maligna:

<<Tutta invidia!Scommetto che nel posto da cui vieni tu non sei nessuno!Sai,se fossi tua madre mi vergognerei di avere un figlio rozzo e inutile come te!Oh!Ora che ci penso non abbiamo mai sentito parlare dei tuoi genitori!Sarà un caso?>>

<<Non parlare di cose che non sai!Sono affari MIEI!>>-ringhiò il druido.

<<O forse non ne parli perché ti hanno diseredato?Mmm?No,aspetta!Scommettono che tuo padre e tua madre valgono ancora meno di te,quindi è impossibile!Ahahaha!>>

A quest'ultimo insulto Dorian non ci vide più e con un ringhio si avventò addosso a Lucas,facendolo finire a terra.

<<Basta,fermatevi!Dannazione,smettetela ho detto!>>-urlò Samuel.

<<Lascia perdere ragazzo,non ti sentono nemmeno!>>-disse Alex.

<<Che ne dici,chiamiamo Sir Gregory?>>-chiese Sebastian osservando i due che facevano a botte.

<<Sì,è meglio. Dai,andiamo!>>-corse via Alex.

<<Hey aspetta!Fammi almeno vedere chi vince!>>-si lamentò quest'ultimo correndogli dietro.

<<SEBASTIAN!>>

<<Arrivo,arrivo!>>

Una volta trovato Sir Gregory lo chiamarono a gran voce;vedendo quei due che gli correvano incontro l'uomo sospirò:

<<Che avete combinato questa volta?>>

<<Niente!Dovete venire subito!>>

<<Perché,che succede?>>-domandò il bruno aggrottando le sopracciglia.

<<E' in corso una rissa e non riusciamo a fermare i due litiganti!>>

<<Una rissa?Quante volte ho detto che non voglio che si faccia a botte nel mio esercito?!Fatemi strada!>>

I due portarono il loro capitano nel campo e sgranò gli occhi non appena si accorse chi erano i due che si stavano picchiando.

Non appena si accorsero della sua presenza,i cavalieri che incitavano i ragazzi a darsele, si misero sull'attenti e tornarono seri.

<<Largo,fatemi passare marmaglia!>>-disse Sir Gregory avvicinandosi ai due litiganti e dividendoli:

<<BASTA!SMETTETELA,AVETE GIA' DATO ABBASTANZA SPETTACOLO!>>

<<Ha cominciato lui!>>-urlò Dorian con i capelli tutti arruffati.

<<NON ME NE IMPORTA NIENTE DI CHI HA INIZIATO!VI LASCIO UN ATTIMO E VOI FATE A BOTTE!CHE RAZZA DI CAVALIERI SIETE?NON AVETE TRE ANNI!VI SEMBRA TROPPO CHIEDERVI UN PO' DI MATURITA'?!>>

Sir Lucas si alzò da terra tutto sporco e pieno di graffi:

<<E' matto!Se l'è presa perché ha perso la sfida di prima!Non vuole accettare che io abbia vinto!>>

<<COSA?!Ma non è affatto vero!>>-urlò il moro indignato.

Sir Gregory respirò e inspirò,cercando di calmarsi;quei due avevano di nuovo ripreso a litigare. Infine non ce la fece più e gettò un urlo pauroso che li zittì all'istante:

<<SMETTETELA!>>

I ragazzi lo fissarono senza fiatare.

<<E' vero quello che dice?Hai iniziato tu?>>-chiese Sir Gregory a Dorian socchiudendo gli occhi.

<<No!Cioè,sì...lui però mi ha provocato!>>

<<Non m'interessa!Sei stato tu quindi?>>

<<Io non avrei iniziato se lui non mi avesse insultato!>>-si difese il moro.

<<E che cosa ti ha detto per farti scattare così,sentiamo!>>-chiese Sir Gregory trafiggendolo con un'occhiata fredda come il ghiaccio.

Il druido fece per aprire la bocca per parlare,ma poi abbassò la testa e si morse il labbro inferiore,stringendo i pugni.

<<Allora?Niente?>>

<<...>>

<<Facciamola breve,sei stato tu?>>

Il ragazzo annuì lentamente:

<<Sì. Ho cominciato io.>>

I suoi amici osservarono la scena sgranando gli occhi .

<<Bene,vieni con me. Per quanto riguarda te,Lucas,studierai a memoria i punti del codice della cavalleria che ti dirò e me li ripeterai domani finchè non ne avrai la nausea. Ora andatevene,ci vediamo domani. E tu muoviti!Non ho tempo da perdere con te!>>-disse poi prendendo Dorian per un braccio e trascinandolo via.

<<Ma perché non ha parlato?>>-si chiese Sebastian arrabbiato mentre se ne andava insieme agli altri.

Samuel si girò ad osservare Sir Gregory che portava via Dorian e non potè fare a meno di provare del dispiacere per lui.

CAMPO.

POMERIGGIO TARDO.

<<Ancora non ho capito che cos'hai in quella testa vuota!Sei arrogante,presuntuoso,testardo ... e persino rissoso!Bel cavaliere sei,complimenti!>>-lo rimproverò il capitano.

Dorian si prese il rimprovero senza fiatare,il che fece stranire Sir Gregory:

<<Oh,ora non parli più?Perchè non mi guardi?>>

Il giovane alzò piano gli occhi,senza dire una parola.

<<Se mi dici cosa ti ha detto ti allevierò la punizione. Anziché fare cento flessioni ne farai solo cinquanta. >>

<<No,va bene così. Ne faccio cento.>>

Sir Gregory sospirò:

<<E sia!Cominciamo.>>

Il giovane si mise in posizione.

<<A ogni flessione ripeterai un articolo del codice. Ripeti dopo di me: "Mi applico a dominare le mie emozioni verso i miei cari come verso i miei nemici.">>

<<Mi applico a dominare le mie emozioni verso i cari come verso i miei nemici.>>

<<Altre dieci volte.>>

<<E' stancante parlare e fare contemporaneamente le flessioni!>>

<<Se tu non avessi fatto rissa adesso saresti libero di impiegare il tempo come meglio credi. Non lamentarti!>>

<<Quindi mi state dicendo che è solo colpa mia!>>

<<Esatto. Sei un ragazzino infantile e impulsivo!>>

<<Io non sono infantile!>>-si lamentò il ragazzo mentre faceva le flessioni.

<<Sì che lo sei.>>

<<No,non lo sono!Ecco!>>

<<Aggiungiamo un articolo: "Mi applico a lodare chi mi rivela i miei difetti!">>

<<No!Ma perché?!Cento flessioni non sono già abbastanza?!>>-sbuffò il ragazzo.

<<Hai detto che ti andava bene così,quindi smettila subito di lamentarti!>>

<<E' tutta colpa di quel grandissimo figlio di ...!>>

<<Sir Dorian!Vedo che volete studiarvi tutto il codice cavalleresco!Bene,aggiungiamo un altro articolo allora: "Mi applico a evitare ogni parola offensiva o sgradevole.">>

<<Che razza di punizione è questa?!Ripetere il codice e nel mentre schiattare dalla stanchezza!>>-disse il druido con il respiro pesante.

<<Ho inventato io questo metodo. Così ti rimarranno più impresse le norme,no?>>-sorrise soddisfatto l'uomo.

<<Bene!e c'è anche qualche altro motivo per cui lo fate?O è puro sadismo?!>>

<<Diciamo che mi diverto!Ora finisci le tue flessioni,prima termini i tuoi piegamenti e prima ce ne torniamo tutti a casa!>>

Il ragazzo obbedì senza fiatare e una volta finita la sua punizione rimase a terra stravolto.

<<Bene,per oggi abbiamo finito. A domani.>>-disse l'uomo andandosene.

Dorian rimase immobile a terra,troppo stanco per alzarsi;il solo pensiero che l'indomani avrebbe di nuovo dovuto affrontare quell'allenamento estenuante gli faceva venire i capelli bianchi.

Stremato,cominciò a pensare a tutto quello che gli era successo da quando era diventato un "cavaliere". Gli tornò in mente la prima volta che vide la principessa,l'incontro con Sam e il banchetto. In realtà però sapeva che tutto questo era secondario a ciò che in realtà era lo scopo principale:trovare suo padre. Aveva la certezza che fosse vivo e si trovasse lì,da qualche parte nell'esercito. Forse lo aveva già persino visto di sfuggita. Il ragazzo sorrise stancamente. Gli somigliava?Era un cavaliere importante?Dorian continuò a fantasticare sul suo sconosciuto genitore finchè senza neanche accorgersene crollò in un sonno profondo.

CASTELLO

<<Allora,che ne pensate della nuova recluta,capitano?>>-domandò il Re.

<<Vi riferite a Sir Dorian?>>

<<E a chi altri sennò!Ditemi un po',come se la cava?>>

L'uomo sospirò:

<<E' testardo,orgoglioso e non ha affatto un carattere facile!E' ovvio che ha ancora molto da imparare!>>

<<L'addestramento non procede bene per caso?>>-chiese il Re guardingo.

<<No,non è questo. E' il suo carattere che è infantile!Scommetto che è il classico ragazzino viziato che viene in città in cerca di fama e gloria!>>-commentò freddamente il bruno.

La loro conversazione fu interrotta da Samuel:

<<Perdonatemi Altezza,vorrei parlare con il capitano se è possibile!>>

<<Certamente,andate pure!>>

Sir Gregory fece un inchino e si diresse verso il giovane:

<<Samuel,come mai mi vuoi parlare?>>

Il castano camminò lungo il corridoio:

<<Voi non sapete perché Dorian ha reagito così.>>

L'uomo lo guardò sorpreso:

<<Sbaglio o stai prendendo le sue difese?E poi da quando in qua lo chiami per nome?>>

Il ragazzo lo fissò con i suoi occhi celesti:

<<Temo di non avervi detto tutta la verità su di lui,capitano. >>

<<Spiegati meglio!>>-disse l'uomo inarcando un sopracciglio con aria inquisitoria.

<<Io e Dorian siamo vecchi amici d'infanzia. E oggi Sir Lucas ha toccato un tasto che per lui dolente è dir poco,anche se non lo ammetterebbe mai.>>

Sir Gregory lo fissò in silenzio.

<<So che può sembrare un testone e a volte è ottuso,infantile e un po' sbruffone ma... è una brava persona. Insomma,quella punizione di oggi ... non se la meritava. Non ha voluto parlare per orgoglio.>>

<<Se davvero è andata così perché nessuno ha detto nulla?!>>-chiese l'uomo arrabbiato.

<<Perché abbiamo voluto rispettare la sua scelta. Ora torno nei mie alloggi,con permesso.>>-e così detto Samuel se ne andò.

Sir Gregory si affacciò alla finestra ammirando la luna;aveva punito ingiustamente un suo uomo,il che non gli rendeva onore. La sua attenzione fu attirata da dei rumori che provenivano dal campo.

L'uomo si sporse un po' per guardare meglio: "C'è ancora qualcuno che si allena a quest'ora di notte?Chi è questo pazzo?Andiamo a vedere!"

Il cavaliere scese le scale e si diresse a passi decisi verso il campo. Quando vide chiaramente la figura di un ragazzo che si allenava,si nascose dietro a un palo di legno per vedere chi fosse;si sorprese quando vide Dorian che stava riprovando il percorso di quella mattina.

Il giovane si fermò ansante per un momento,dopodichè riprese a correre. Dopo l'allenamento che aveva dovuto subire era un miracolo che si reggesse ancora in piedi!

Sir Gregory l'osservo scavalcare il muretto e cadere a terra dopo aver tentato di saltare un ostacolo;il giovane battè i pugni a terra e riprovò daccapo il percorso.

Com'era possibile che non si fosse ancora arreso?Il druido cadde altre volte ma ogni volta era sempre pronto a rialzarsi e a provare finchè non ci riusciva.

La bocca del capitano s'increspò in un sorriso e tornò nei suoi alloggi. Forse aveva giudicato quel ragazzo troppo in fretta. E poi,diciamolo:infondo infondo gli era simpatico.

FINE capitolo 15



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: