ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 7 marzo 2014
ultima lettura martedì 12 novembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Le Notti del Cavaliere Oscuro di MG Capitolo 25

di MarianGalters. Letto 512 volte. Dallo scaffale Fantasia

Le notti del Cavaliere Oscuro è la storia mai raccontata delle origini dell'Uomo Pipistrello, dei suoi alleati e degli spietati e famigerati villains. Strizzando l'occhio ad anni ed anni di albi a fumetti e ai film campioni d'incassi dedicati a Batman..

Capitolo 25 di 40 EVASIONE

''MUNICIPIO DI GOTHAM''
«Signor Sindaco il processo è alle porte ma non abbiamo ancora preso il dottor Crane nè quel Batman...» disse il Giudice Logan
«Lo so...ma pretendo che il procedimento inizi senza intoppi!» Sottolineò il Sindaco Hart
«Crane posso anche condannarlo in contumacia ma Batman deve essere portato in tribunale...» aggiunse Logan e il Procuratore Dawes continuò: «Con le prove raccolte dalla Grandi Crimini del Commissario Gordon, Harvey Dent potrà dimostrare la sua innocenza solo se in aula avremo Batman. Dal materiale probatorio risulta che il Pipistrello rapì Harvey Dent dal Gotham General Hospital inscenando la fuga dell'avvocato...e che fu lo stesso Pipistrello a macchiarsi dell'omicidio dei due poliziotti che sorvegliavano l'ex procuratore, così come fu lo stesso Batman ad ammazzare Sal Maroni e il dottor Hugo Strange...Per poi far credere a tutti che il loro carnefice fosse l'ex procuratore distrettuale, che impazzito se ne andava in giro ad ammazzare tutti quelli coinvolti nell'attentato del Maxi-Processo.»
«Ma perchè uccidere Strange? Lui non c'entrava niente con l'attentato.» Domandò Hart
«Secondo le prove raccolte dalla Grandi Crimini, Strange era un corrotto, un poliziotto dedito al depistaggio delle indagini...Batman voleva farci credere che Harvey Dent volesse togliere di mezzo tutti i corrotti e i delinquenti di Gotham» rispose Dawes.
«Allora potrei passare per un corrotto anch'io....fui mia la decisione di richiamare il dottor Strange al comando della Task Force...» disse Hart preoccupato
«Non si preoccupi, il Procuratore Dawes ha trovato il modo per dimostrare la sua buona fede!» rispose Logan guardando Dawes che gli fece un cenno di assenso.

''Gotham General Hospital''
«E'in coma...Nel sangue hanno trovato un' ingente quantità di veleno...»
«Veleno? Che genere di veleno?» Chiese Harold Gobbs a Bruce Wayne. Entrambi erano accorsi al General Hospital dopo aver saputo del ricovero d'urgenza del povero Alfred...
«Ancora non lo so...Ho preso un pò del sangue di Alf dal campione che il dottor Mills ha analizzato...Adesso sarà il computer della caverna ad analizzarlo...»
«Chi ha portato Alfred in ospedale?» chiese Harold
«Un ambulanza...il centralino emergenze dice che hanno ricevuto una chiamata anonima di una donna...» rispose Bruce
«La stessa donna che appare nel video ripreso dalla telecamera di sorveglianza a circuito chiuso di Wayne Manor ?» chiese Harold
«Credo di si...come credo cha sia stata quella donna ad avvelenare Alfred!»
«E come?»
«Baciandolo. Dagli accertamenti fatti dal dottor.Mills si è scoperto che sulle labbra di Alfred era concentrata la più alta quantità di veleno...Quella donna avrà avuto la tossina sulle labbra è l'unica spiegazione plausibile, dopo il bacio Alfred si accascia a terra. Il video parla chiaro.»
«E come diavolo ha fatto il veleno ad entrare in circolo nel sangue, se quella donna ce l'aveva sulle labbra?»
«Vorrei tanto conoscere la risposta, ma per adesso la ignoro...»
«Ok, Bruce...vai pure a fare ciò che sappiamo che farai...resterò io con Alfred.»
«Grazie. Il dottor Mills ti aggiornerà sulle sue condizioni...»

''113 Small Garden Street Appartamento 22''
La donna Gatto si intrufolò nell'appartamento di Antony Zucco alla sua maniera, ma ad attenderla questa volta non trovò il ricettatore ma una trappola ordita da Batman. Una specie di gabbia le si chiuse intorno...Mentre un segnale acustico avvertiva il Gotham Police Department...
«Ci siamo il gatto è nel sacco! Kitch va col Tenente al n°113 di Small Garden, appartamento 22, troverete la ladra che chiamano Catwoman» disse James Gordon
«Non capisco Jymbo cosa vuoi dire?» Chiese Sarah Essen
«Chi sai tu ci ha consegnato la gatta ladra, la troverai in una specie di cella tiratela fuori di li, ammanettatela e portatela al carcere della contea!» Ordinò James al Tenente Essen e al detective Kitch.

Prigione di BlackGate, cella 58 detenuto ''speciale'' n°003.
Noto come ''il Pinguino,'' NOME: Oswald Cobblepot
ALTEZZA: 1,57 CM
Kg:80
OCCHI: BLU
CAPELLI:NERI
SEGNI PARTICOLARI: GROSSO NASO AQUILINO
Christopher Ryan avvocato di Oswald Cobblepot, era a colloquio con il detenuto:
«Signor Cobblepot lei è sicuro di voler procedere in questo modo?»
«Assolutamente si!»
«Ma così rischierà il carcere a vita...» replicò l'avvocato
«Non si preoccupi per me Mr.Ryan...Io ho sempre una via d'uscita...»

''113 SMALL GARDEN STRETT Appartamento del ricettatore Antony Zucco''
«Non dire gatto se non c'è l'hai nel sacco !» Esclamò il Tenete Essen guardando quella specie di gabbia vuota...
«Non capisco, il Commissario sembrava certo della sua cattura...» disse Kitch
Improvvisamente apparve lui, Batman ed esordì dicendo: «Era quasi impossibile uscire da questa gabbia...»
«Fermo e mani in alto!!!» Gli intimò l'agente Roder giunto sul posto subito dopo il Tenente e il detective Kitch
«Giù le armi!» Ordinò Sarah Essen
«Ma Tenente, abbiamo l'ordine di catturarlo!» replicò Roder
«E ora io te ne do un altro...abbassa quell'arma e vai con Kitch fuori di qui...lasciatemi qualche minuto da sola con lui!» I due stupiti dall'atteggiamento del Tenente uscirono da quell'appartamento.
«Queste sbarre così spesse possono essere tagliate solo da una particolare fiamma ossidrica...» disse il Pipistrello afferrando una delle sbarre spezzate che erano sul pavimento...
«Non l'avevi previsto?» chiese Sarah
«E' difficile prevedere che una ladra vada in giro con attrezzature del genere...» rispose Batman e Sarah replicò: «Non se la ladra in questione è tanto fuori di testa da vestirsi da Gatto! Dovrai rivedere le mie indagini...questa donna possiede attrezzature hi-tech da non sottovalutare...» rispose Sarah. Poi distolse lo sguardo da lui per un secondo...e Batman ne approfittò per dileguarsi...
«E ora...dov'è finito? Adesso capisco le parole di Jymbo: '' Se ti capiterà di incontrarlo fa tutte le domande che ti vengono in mente prima che scada il tempo! '' »

Ore 3.30 am. Trinity street ''Sul tetto dell'appartamneto di Gordon''
«Puoi spegnerlo ora!» Disse Batman riferendosi al Batsegnale e Gordon: «Credevo non venissi più...Sarah mi ha detto di Catwoman...»
«L'ho sottovalutata. Merita un tocco più personale!» Esclamò Batman poi aggiunse: «Crane...non riuscirò a trovarlo in tempo per il processo...»
«Non ti ho chiamato per questo...»
«E per cosa allora?» chiese Batman
«Nelle ultime ore il Gotham General Hospital ha registrato il ricovero di quattro persone cadute in coma per uno strano avvelenamento...» rispose James e Batman collegò subito la situazione a quello che era capitato ad Alfred
«Continua...» disse il Pipistrello
«Alfred Pennyworth è stato il primo, si tratta del maggiordomo di Bruce Wayne...sai chi è Bruce Wayne? Ma certo chi non lo conosce...» Batman annuì cercando di nascondere l'imbarazzo...Gordon continuò: «Poco dopo il ricovero di Pennyworth, è stato portato d'urgenza al Gotham General anche Lucius Fox»
«L'uomo d'affari?»
«Esatto proprio lui...»
Batman fu letteralmente spiazzato, sapeva di Alfred ma non di Lucius...Qulacuno stava colpendo tutte le persone vicine a Bruce Wayne...Batman aveva un nuovo nemico da fronteggiare ma questa volta il misterioso villan sembrava avercela proprio con il suo alter ego.
«Chi sono le altre due persone?» chiese Batman
«La dottoressa Leslie Thompkins ex responsabile dei servizi sociali di Gotham e ora direttrice di un orfanotrofio in centro...»
Ad ogni nome Bruce cercava di mantenre il controllo...ogni nome era come un colpo in pieno volto
«E la modella Julie Madison... moglie del dottor Thomas Elliot che come saprai è il nuovo direttore dell'Arkham Asylum...»
«Elliot lo sa?»
«Non ancora.» rispose Gordon
Nella mente di Batman era chiaro ormai, qualcuno stava lanciando un segnale a Bruce Wayne, tutte quelle persone erano legate in qualche modo all'alter ego di Batman...Forse qualcuno aveva scoperto il suo segreto... Non esitò un minuto di più e scomparve dalla vista del Commissario per mettersi alla ricerca del colpevole...

'' ARKHAM ASYLUM '' ore 1.30 am.
Dal citofono all'esterno del manicomio «Sono Croc...Crane mi ha consegnato la merce...»
Dal citofono all'interno del manicomio «Perfetto che lo spettacolo abbia inizio!»
'' ARKHAM ASYLUM '' ore 5.00 am. Qualcuno ha dato l'allarme...
IL COMMISSARIO GORDON ERA STATO IL PRIMO A PORTARSI SUL LUOGO...
«Qui sembra l'inferno sono tutti morti. Non ci sono tracce nè del dottor Elliot nè del colonello Bane. E' certo che il Joker è evaso e questo massacro è opera sua...Ha lasciato un messaggio sul muro della sua cella, dice: ''Iniziate il processo anche senza di me HA! Ha! HA! Ha! HA!'' e poi continua con le solite minacce mirate: Gordon sei morto!!! HA! Ha! HA! Ha! HA! Ha! HA!» Il commissario Gordon leggeva i messaggi lasciati dal Clown del Crimine al Sindaco Hart, che preoccupato esclamò: 4Maledizione, dovremmo rinviare il processo il Governatore ci spellerà vivi!»



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: