ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 4 marzo 2014
ultima lettura giovedì 14 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Le Notti del cavaliere Oscuro di MG Capitolo 23

di MarianGalters. Letto 370 volte. Dallo scaffale Fantasia

Le notti del Cavaliere Oscuro è la storia mai raccontata delle origini dell'Uomo Pipistrello, dei suoi alleati e degli spietati e famigerati villains. Strizzando l'occhio ad anni ed anni di albi a fumetti e ai film campioni d'incassi dedicati a Batman

Capitolo 23 di 40 Harleen Frances Quinzel\ Harley Quinn

Primo giorno di sedute per il paziente/detenuto n°001.
Noto come il Jolly/Joker
NOME: SCONOSCIUTO
ETA': SCONOSCIUTA
ALTEZZA: 1,95 CM
Kg:87
OCCHI: VERDI
CAPELLI: CASTANI CON CIOCCHE VERDI
SEGNI PARTICOLARI: Cicatrici sul viso che gli fissano la faccia in un inquietante ghigno scarlatto.
«Stia tranquilla e sia professionale...tenterà di provocarla...lo ignori...se ci sono problemi le basterà premere il pulsante d'emergenza che troverà sotto il tavolino...Quel tizio è legato alla sedia non può farle del male...» Il dottor. Elliot dava le ultime indicazioni alla dottoressa Quinzel che si preparava per la sua prima seduta di psicanalisi con il Clown del Crimine...

''Wayne Manor'' ore 10.30 am...
Harold Gobbs sistemava la sua roba nella stanza degli ospiti...
«Grazie Alfred, senza di voi a quest'ora sarei finito sotto un ponte...»
«Il signor Wayne si sente in colpa per quello che ti è successo...»
«Bruce non c'entra. I malumori in seno al consiglio sono sorti tempo fa...Quel Stevenson e il suo capo avevano intenzione di acquisire la società ancor prima che saltassero fuori i dati dell'inventario perdite...Io sono soltanto il capro espiatorio...Il vero problema è l'irreperibilità di Bruce negli anni di crisi...»
«Non preoccuparti, se il piano del signor Wayne andrà in porto nella maniera giusta, tutto si sistemerà...» disse Alfred
«Lo spero...adesso andrò di sotto...devo far fruttare a favore di Batman la mia presenza qui...»


''Arkham Asylum'' Stanza 001. Harley Quinzel è a colloquio con il paziente/detenuto numero 001 ''Joker ''
«Buon giorno DELIZIOSA, mi sei mancata!!!!»
«Moderi il linguaggio, signor Joker!»
«Wow! Mai nessuno mi aveva dato del ''Signore'' ...Mi piace... mi fa sentire importante, senza contare il fatto che me lo hai fatto diventare duro...»
«Tenga a freno la lingua...Lei non è affatto importante è soltanto un assassino spregevole...»
«Io con la mia lingua farei tutt'altro che tenerla a freno... e poi di questi tempi essere un assassino famigerato come me...non è facile Deliziosa!»
«Le ripeto ancora una volta di moderare il linguaggio... signor Joker!»

''G.P.D'' ore 4.00 pm. ( Ufficio del Commissario James W.Gordon)
«Ha scassinato 3 teche e si è portata via tutto. Al museo Internazionale sono tutti sconvolti. Il direttore non si spiega come possa essere accaduto.» disse il Tenente Sarah Essen
«Siamo sicuri che dietro il furto ci sia ancora una volta Catwoman?» Chiese James, Sarah rispose senza indugiare: «Non c'è dubbio...stesso modus operandi...stesso modo di sedurre le guardie, entrambe soggiogate dal fascino della gatta ladra...anche se questa volta sembra che prima di narcotizzarli con del cloroformio li abbia sedotti con una lap dance...» rispose Sarah
«Lap Dance????» Esclamò Gordon incredulò.

Ufficio del Sindaco in riunione: Il Giudice Luke Logan, il Procuratore Rachel Dawes e l'avvocato del Joker Janis Porter.
«Quando inizierà il procedimento?» Chiese il Sindaco Hart al Giudice Logan
«Al più presto, stiamo aspettando gli ultimi dettagli sulla strategia difensiva dell'avvocato di Cobblepot, nel frattempo stiamo valutando l'ipotesi di concedere ad Harvey Dent la difesa di se stesso...»
«Non dimentichiamoci che è accusato di ben quattro omicidi...» Ricordò a tutti il Procuratore Dawes
«A me interessa soltanto che il processo inizi, il Governatore vuole sistemare la faccenda e vuole e pretende che il procedimento si svolga a porte chiuse e sotto la massima sorveglianza... la sicurezza sarà gestita dalla Guardia Nazionale...» sottolineò Hart
«Io ho una domanda per l'avvocato Porter, come farà a difendere quell'assassino sociopatico del suo assistito?» chiese il procuratore Rachel Dawes...
«Lei si occupi del suo lavoro, io mi occuperò del mio...conoscerà la mia strategia difensiva quando sarà il momento» Le rispose Janis Porter, avvocato difensore del Clown del crimine.


''Tetto del G.P.D'' Un pipistrello sembra riflesso nel cielo oscuro di Gotham.
«Credevo l'avessi distrutto...» Disse Batman...e Gordon rispose: «Ho preferito lasciarlo tutto intero, nessuno riuscirebbe ad attivarlo senza la password di sicurezza, e poi è meglio avere due Bat-segnali non credi?!»
«Nessuna traccia di Crane nè della sua droga, sembra si sia volatizzato!» Disse il Pipistrello
«Quel bastardo ha ucciso il mio agente migliore...Foley teneva d'occhio quel vicolo su London Street...» disse Gordon visibilmente addolorato
«Mi dispiace..Ho controllato quella palazzina, ho trovato decine di flaconi vuoti dovevano contenere il gas di Crane...prendine una e falla analizzare dalla scientifica...» Batman passò al Commissario uno di quei flaconcini vuoti trovati nel covo dello Spaventapasseri.
«C'è un altro problema...i tuoi dubbi erano fondati. Il DNA trovato sul cadavere dell'uomo che si spacciava per Amadeus Arkham non corrisponde a quello di Edward Nashton...»
«Questo significa che il vero Riddler è ancora la fuori!» replicò Batman
«Ho dato ordine di non diffondere la notizia...per il momento è meglio che la città creda che l'Enigmista sia morto» disse il Commissario
«Se si rifarà vivo lo prenderò ancora prima che possa pronunciare uno dei suoi stupidi enigmi!» Disse Batman al Commissario
«C'è un altro criminale con il quale potresti aiutarci...al dipartimento brancoliamo nel buio...non abbiamo niente su quella ladra che chiamano Catwoman...»
«Ci sto gia lavorando...»
«Bene vorrei che li prendessimo tutti prima che inizi il nuovo maxi processo...» sottolineò il Commissario
«Cosa pensi che accadrà ad Harvey?» Chiese Batman
«Non lo so, Sindaco e Procuratore ci tengono fuori dalla faccenda...Sarà molto dura...ha sulle spalle quattro morti...di cui tre poliziotti...» rispose GordON
«Esistono prove inconfutabili che quegli omicidi siano stati commessi da Harvey?»
«No...l'unica potrebbe essere avanzata da Montoya... che l'ha sorpreso mentre sgozzava Darren e Jones...»
«Te la senti di far credere all'opinione pubblica qualcosa che non corrisponde alla realtà?»domandò Batman
«Cosa hai in mente?»
«Faremo credere a Gotham che gli omicidi di Harvey li ho commessi io... Io posso essere l'emarginato, posso subire il peso dell'odio che questa città mi riserverà...Harvey dopo quello che ha passato non ce la farebbe...E se è vero che in lui c'è ancora qualcosa di buono non possiamo permettere che venga distrutto...Se il tribunale lo condannerà, se la gente di Gotham l'odierà, potrebbe identificarsi completamente con la sola identità di 2facce e addio al nostro vecchio amico.»
«Ma Harvey quegli omicidi li ha commessi!» sottolineò Gordon
«Allora dovremmo essere tutti processati...ricordi quello che ho fatto a Chill e Moxon, e quello che hai fatto a Chicago?! Siamo rimasti impuniti per quei crimini...»
«Ma Harvey ha ucciso tre poliziotti di cui due erano bravi agenti...»
«Lo so, ma se vogliamo aiutarlo dobbiamo evitargli il peso delle sue colpe... dopo quello che ha subito non riuscirebbe a reggere...io invece posso sopportare tutto questo...Per Hart rimarrei comunque tra i ricercati più pericolosi...Mi daranno la caccia comunque...» replicò il Pipistrello
«Avrai tutta la Polizia contro...» disse Gordon
«Ma la polizia sei tu! So che non sarà semplice ma tu mi aiuterai...» rispose Batman
«D'accordo qual'e il piano?»
Batman illustrò il piano al Commissario Gordon...Su di lui sarebbero cadute tutte le accuse di omicidio che pendevano su Harvey Dent...Gordon avrebbe dovuto incastrarlo creando prove fasulle, così Harvey Dent si sarebbe potuto curare con tutta la calma necessaria per riabilitarsi completamente, restando senza macchia. Mentre Batman sarebbe stato il fuorilegge assassino ricercato n° 2 di Gotham, subito dopo il Joker.
Dalla parte del Pipistrello ci sarebbero stati soltanto Gordon e i suoi più stretti collaboratori, sempre se il Commissario sarebbe riuscito a convincerli...
«Tu ti assicurerai di informare Dent...ed io parlerò con Sarah e Montoya, spero che appoggeranno il nostro piano!» concluse Gordon
«Ora andrò da Harvey. Devo incontrarlo prima che venga trasferito all'Arkham Asylum...Con il nuovo piano di sorveglianza del colonnello Bane è impossibile avvicinarsi al manicomio anche per uno come me...» detto questo si tuffò nel vuoto e finì direttamente nell'abitacolo della Batmobile che qualche secondo prima dell'impatto, aprì automaticamente una fessura sulla parabrezza per permettere l'ingresso al volo dell'uomo pipistrello...
L'auto era sistemata in un vicolo alle spalle del G.P.D... Gordon si affacciò di sotto e vide la Batmobile accendere i motori...il potentissimo rombo riecheggiò in tutto il distretto...«Devo farmela anch'io una macchina così!» Esclamò il Commissario rapito dal fascino del bolide.

'' Arkham Asylum '' ore 10.30 pm.
«Tra non molto toccherà a me...Dottoressa ha redatto i rapporti sui primi 40 incontri avuti con il paziente 001?»
«Si dottore...»
«Cosa può dirmi?»
«Quel Joker risulta del tutto suonato» rispose Harley Quinzel
«Suonato è un termine tecnico?»
«Voglio dire che il paziente è affetto da un acuto disturbo mentale che si manifesta in azioni violente che hanno come unico scopo quello di creare caos e distruzione...il tutto potrebbe essere stato scatenato da un forte trauma subito...e adora provocare...»
ore 10.45 pm.
Il dottor Elliot entrò nella stanza 19...
«Buonasera....H!»
«Sta zitto Clown...» Poi si avvicino all'orecchio del Joker e bisbigliò: «Per te sono il dottore Elliot...»
«Certo come no...Ha! HA! Ha! HA! Ha! HA! Ha! Dove l'hai lasciata la mia deliziosa dottoressa Harley Quinn...Ha! HA! Ha! HA!»
La diabolica e stridente risata del Clown del crimine si udì in tutto l'istituto.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: