ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 4 marzo 2014
ultima lettura mercoledì 2 ottobre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Le Notti del cavaliere Oscuro di MG capitolo 17

di MarianGalters. Letto 530 volte. Dallo scaffale Fantasia

Le notti del Cavaliere Oscuro è la storia mai raccontata delle origini dell'Uomo Pipistrello, dei suoi alleati e degli spietati e famigerati villains. Strizzando l'occhio ad anni ed anni di albi a fumetti e ai film campioni d'incassi dedicati a Batma..

Capitolo 17 di 40 La soluzione dell'enigma?

Il dottore si dirigeva verso il settore 9 nella cella 004, dove il dottor Crane era solito sperimentare il suo Gas della Paura sul paziente Julian Day...Le urla del detenuto erano strazianti.
Il dottore raggiunse Crane nella cella...questi aveva in dosso la maschera di iuta che lo aiutava a terrorizzare la cavia durante gli esperimenti...
«Crane...cosa diavolo sta facendo?» Chiese il dottore mentre Crane si strappava via la maschera...
«I miei esperimenti ''dottore''» rispose Crane
«Cerca di fare meno rumore...gli uomini della ''mia'' scorta potrebbero sentirti...»
«Julian non urlerà più...è appena svenuto...e poi gli uomini della scorta non saranno più un problema...sono tutti morti...» detto questo Crane impugnò una pistola...
«Che significa?»
«Sono stanco dei tuoi giochetti... e ora dimmi dove hai nascosto il ''grosso'' della mia miscela...»
«Non capisco avevamo un accordo...»
«''Avevamo'' ora non c'è più nessun accordo! Voglio il gas... e lo vogliamo ora!»
«''Vogliamo'' ?» Da un angolo buio della cella sbucò un tizio con un vestito viola, si mostrò alla luce... il dottore vide prima i suoi capelli verdi e poi il suo volto pallido e martoriato dalle cicatrici. Era il Joker il Clown del crimine. Improvvisamente infilò la canna della sua calibro 45 nella bocca del dottore e poi disse: « E così tu saresti l'Enigmista? Mi aspettavo di meglio...ho un indovinello per te: a chi spappolerò il cervello stanotte?» Poi Crane continuò a parlare «Ho passato alcune informazioni ''top secret'' al capitano Strange, informazioni sulla tua casetta degli orrori... a quest'ora la polizia avra' gia trovato il cadavere del vero Amadeus Arkham e del resto dei tuoi amichetti...Per te è finita Nygma!»
«Maledetto Crane...''Lui'' mi aveva detto di non fidarmi di te...''Lui'' te la farà pagare...ti pentirai, avevamo un patto...quando''Lui'' saprà del tuo tradimento sarà la fine per te...»
«Lui, Lui,Lui ??? ma chi è QUESTO LUI?»
«E' questo il vero enigma, stanotte potete anche ammazzarmi ma Eddy Nashton non morirà!!!»
«Adesso basta Crane! Fatti dire dove ha nascosto il gas, altrimenti lo ammazzo...» Joker tirò il grilletto del colpo in canna...
«Ok te lo dirò...è nel seminterrato della cascina di Gooktown. Crane sa come arrivarci...»
«Bravo!» Rispose il joker e poi sparò. Il cervello del malcapitato si spiaccicò ovunque anche sul vestito del Clown
«Maledizione!!! Il mio vestito!» Poi si passò l'indice sul sangue schizzatogli sul collo e se l'ho infilò in bocca...< «Sei un fottuto pazzo!! Ma perchè cazzo l'hai ucciso? Adesso non sapremo mai di chi stava parlando, almeno prima potevamo chiedergli chi diavolo è Eddie Nashton!» Joker tirò fuori il suo coltello a serramanico e lo spinse sui genitali di Crane...«Non rivolgerti mai più a me così...Spauracchio del cazzo! Altrimenti il cazzo te lo taglio, te lo infilo in bocca e poi te lo faccio ingoiare...decido io come e quando ammazzare qualcuno!!!»

Ore 3.50 am. Boulevard street '' Sul tetto dell'appartamento di Jim Gordon''
«Abbiamo trovato il cadavere del dottor Arkham in una casa fuori città...»
«Ma Arkham non era rintanato nel suo istituto sotto scorta?» Chiese Batman.
«Non ci crederai ma quello che i miei uomini proteggevano ormai da mesi, non era il vero Amadeus Arkham...»
«Che vuoi dire?»
«Credo sia meglio che ti spieghi tutto...la faccenda è più complicata di quanto potevamo immaginare...Comincio dall'inizio: il Capitano Strange riceve una soffiata da un suo informatore, il corpo del vero Amadeus Arkham è in una cascina a Gooktown, in avanzato stato di decomposizione...Strange senza avvertimi raduna la Task force e e raggiungono il posto indicato dall'informatore, in quella casa scoprono il cadavere del dottor Arkham e quello di altri due tizi che sono stati identificati come Martin Hawkins e Victor Zsaz... Ma non è finita qui, mentre la Task force era impegnata nella casa degli orrori, Pearce uno degli uomini di scorta al tizio che si spacciava per Arkham all'interno del manicomio, lancia un S.O.S al G.P.D... Mi fiondo all'Arkham Asylum e mi trovo di fronte l'ennesimo spietato spettacolo, gli agenti della scorta erano per terra in un lago di sangue, al loro fianco il cadavere dell'impostore, con un proiettile piantato in testa. Sul pavimento c'erano carte del Joker ovunque...non mi è stato difficile capire che ero sulla scena del crimine di uno dei suoi massacri...
«E'stato identificato il cadavere del tizio che si spacciava per Amadeus Arkham?»
«Non ancora dobbiamo aspettare l'esame del DNA del Coroner, anche se credo possa trattarsi proprio di Nygma e ti spiego perchè: secondo l'informatore di Strange la casa degli orrori di Greek Wood era il covo di Riddler. E se pensiamo al primo indovinello, recapitato al povero Commissario Akins e lo analizziamo punto per punto le cose quadrano: Presto Victor Zzsas e il suo compagno di giochi ‘’Cane Pazzo’’uccideranno per me, il Dottor.Amadeus Arkham diceva Nygma nella lettera e infatti Hawkins e Zsas sono stati trovati al fianco della vittima, questo mi porta a pensare che dopo aver ucciso il vero Amadeus Arkham per conto di Riddler, i due evasi siano stati freddati dal loro stesso committente. E ricordi come continuava l'enigma?» Chiese James al crociato incappucciato...
«Io vivo tra voi, la mia vita è in pericolo quanto quella dell dottor Arkham. Ma sarete voi stessi a proteggere la mia...» Rispose il Pipistrello ricordando la frase nella lettera dell' Enigmista
«E noi proteggevamo l'Enigmista credendolo Arkham. L'indovinello continuava poi con quel: Purtoppo quando risolverete il mio enigma, io avrò gia ucciso un bel mucchio di gente… E i conti tornano... Zzsas, Cane Pazzo e il vero Amadeus Arkham... Come vedi tutto quadra...» spiegò Gordon
«Eccetto il fatto che dall nulla è sbucato di nuovo lui...» gli fece notare il Pipistrello
«Beh nell'ultima parte della lettera Nygma parlava di un certo spacciatore di PAURA e ci consigliava di catturarlo forse proprio perchèlo temeva...» Suggerì il Commissario..
«No il Joker non era previsto, è sbucato fuori dal mazzo senza preavviso...Nygma voleva mettere sotto i riflettori qualcun altro...» concluse Batman...
«E chi allora?» Chiese Gordon ma il Pipistrello saltò giu dal parapetto ignorando quell'ultima domanda...Gordon si affacciò per vedere dove fosse finito...ma era sparito di nuovo «Proprio non lo sopporto quando fa così!» Detto questo, il Commissario accese la sua solita pipa.

Ore 4.00 am. In un lurido vicolo di Gotham City, all'uscita di un club privè...
«Dimmi dove posso trovare il tizio che chiamano Joker?»
«Ancora tu. Ti ho gia detto tutto l'altra notte...ti ho dato Maroni... ti giuro Harvey...di Joker non so nulla...»
«Non c'è nessun Harvey! Harvey è morto, e' stato assassinato! Ora c'è solo 2Facce!!!»
Two Faces tirò fuori la sua calibro 9 e un dollaro d'argento...poi lo mostrò a Strange «Questo è un regalo di mio padre...Quel verme...Era un brav'uomo...Papà diceva sempre che i veri uomini il destino se lo creano da soli....Era saggio mio padre...Era un bastardo...Facciamo così ora lancio il mio dollaro, testa o croce a te la scelta?»
«Testa!»
«Perfetto...se viene testa vivi se viene croce muori....» Harvey lanciò la moneta... quella notte fu... croce.
Quando Harvey Dent fuggì dal Gotham General Hospital venne a sapere del reintegro, per volere di Hart, di Strange come capitano della Task Force in sostituzione del defunto Mackenzie Bock.
Harvey sapeva che Hugo Strange non era affatto ciò che sembrava. Il Capitano infatti era sempre stato uno tra i poliziotti più corrotti della città. Aveva indagato su di lui quando ancora era alla Disciplinare, quando Strange lavorava al G.P.D come psichiatra specializzato, all'epoca però non era riuscito ad incriminarlo a causa delle amicizie ''importanti'' che stringeva Strange. Credendolo implicato nella vicenda del Maxi Processo, Harvey, lo andò a cercare...
Qualche notte prima del suo assassinio. Strange dormiva ''tranquillo'' nel suo letto...
«Svegliati Hugo!!!»
«Dio Santo sto sognando o cosa??» Gridò Strange spaventato a morte.
«Di sicuro non sono un incubo....sono molto, molto reale»
«Dent??? cosa ti hanno fatto??»
«Hanno tentato di ammazzarmi ma ci sono riusciti solo a metà...non ascolti il notiziario?!» Harvey mostrò l'orribile e disgustoso lato sinistro della sua faccia...
«Hugo Strange ti presento 2facce, 2 facce questo è il corrotto capitano Strange...Bene ora che abbiamo fatto le presentazioni veniamo a noi...Cosa sai dell'attentato al Maxi-processo?» Harvey lo teneva sotto tiro con la sua pistola, Strange spaventato a morte gli disse tutto ciò che sapeva...
«Il tizio che chiamano Joker... è lui che ha organizzato tutto. Lo sostanza che ti ha gettato in faccia Maroni è stata sintetizzata da Jhonathan Crane il tizio dello scandalo della Junus Cosmetic... ora lavora all' Arkham Asylum. Quei tizi sono fusi di testa...non so dove si nascondono... ma so dove si nasconde Maroni...Lost Street 24esima di Greek Wood...»
«Come faccio a sapere che non stai mentendo?»
«Giuro che è la verità non si mente quando hai una calibro 9 puntata alla testa...e poi io l'ho saputo dal tizio che ha scatenato tutto questo. Il Pinguino«
«Cobblepot?»
«Proprio lui. Ha chiesto aiuto al Joker quando ha saputo che volevate tirarlo in ballo al processo...Non voleva entrarci in quel procedimento, sapeva che questa volta l'avresti incastrato. Si è affidato al Joker perchè aveva delle buone credenziali, si dice sia stato lui ad ammazzare Maschera Nera...»
«Da dove è saltato fuori questo Joker?»
«Nessuno lo sa...nemmeno Cobblepot... è sbucato dal nulla, un assassino senza scrupoli, quello che serviva alla feccia di questa città per liberarsi dalla morsa del tuo operato. Questo è tutto quello che so, lo giuro!»
«Non ci credo...adesso ti ammazzo...»
«No ti prego...giuro che è la verità...Ho saputo queste cose da Cobblepot in persona...il Pinguino mi paga, mi ha sempre pagato affinchè distraessi la Polizia dai suoi sporchi affari...»
«Tu sapevi tutto questo...e perdevi tempo con la cattura di quel fottuto topo volante?! No...dovrei ammazzarti subito...oppure no...o forse si, ok, facciamo così lancio il mio dollaro d'argento se viene testa ti lascio vivere se viene croce...» Harvei lanciò la monetina quella notte fu testa.

ORE 4.30 am. La notte in cui Strange non fù così fortunato...la notte in cui sul palmo della mano di Harvey Two faces, il dollaro mostrò la faccia della CROCE.
Quel lurido vicolo di Gotham si era riempito di sbirri, i lampeggianti delle volanti della polizia danzavano freneticamente sui muri. Sul posto c'erano il Commissario Gordon, il Tenente Sarah Essen e la detective Reneè Montoya.
James Gordon era al telefono: «Si Signor Sindaco si tratta del Capitano Strange. E' morto, colpo d'arma da fuoco alla testa...Ora però devo lasciarla signore...ci aggiorneremo più tardi!»
Un'ombra a lui familiare aveva richiamato la sua attenzione...girò l'angolo e apparve lui.
«E' ancora opera di Harvey!» disse Batman
«Come fai a dirlo?»
«Calibro 9. E ha lasciato un altro messaggio...»
«Dove? Abbiamo controllato ogni centimetro e non abbiamo trovato niente...»
«E mai lo troverai se non userai questa...» Batman passò a Gordon una specie di torcia...
«Cos'è?» Chiese il Commissario
«Torcia a luce blu ultravioletta a fotocellule sensibili...rivela quello che ad occhio nudo non si vede...In questo caso una pittura fluorescente...»
«Cosa dice il messaggio?»
«Presto lo scoprirai...» Detto questo Batman sparò con la sua pistola lancia rampini e in un attimo con un balzo, svanì nel buio di quell'ennesima maledettissima notte... Gordon si avvicinò al muro che gli aveva indicato il Pipistrello accese la torcia e ....
Eccovi un altro degno figlio di Gotham ''ad un bravo ragazzo non sarebbe successo'' Adesso siamo a meno due...

Nella Batcaverna quella stessa notte...
Bruce si era appena sfilato il cappuccio quando arrivò Alfred...Erano parecchi giorni che i due non si ''incrociavano'' nè di sopra a Wayne Manor, nè di sotto nelle caverne.
«Cominciavo a pensare che fosse stato ucciso durante una delle sue ronde notturne...»
«Grazie per la fiducia... ma sono stato parecchio impegnato Alf...»
«Il Signor Fox dice che vuole incontrarla al più presto...»
«Non ho tempo per Lucius, almeno per tutta la settimana...Harvey Dent è impazzito!»
«Dopo quello che gli hanno fatto era prevedibile...»
«Sta oltrepassando ogni limite. Ha ucciso tre poliziotti e se neva in giro ad ammazzare tutti quelli che hanno contribuito a far sprofondare Gotham nel letamaio di criminalità nel quale sta affogando. Credo voglia dimostrare che per ripulire Gotham c'è bisogno di azioni estreme come lo sterminio di massa»
«Ho capito...dirò a Lucius che è partito per una lunga vacanza all'estero...»
«Alf?»
«Si, signor Wayne?...»
«Ho fallito, Batman sta fallendo. Ho lasciato morire il vero Amadeus Arkham, poliziotti onesti e cittadini innocenti. Non sono riuscito a salvare Harvey e ora sembra impossibile fermarlo. Sta morendo troppo gente. Dopo quello che ho fatto a Chill e Moxon mi ero promesso di assicurare i criminali alla giustizia cercando di non commettere mai più errori e invece continuo a far morire le persone...»
«Ma questa volta è diverso...non è lei che li sta uccidendo. Si stanno ammazzando tra loro»
«Io non posso permettere che questo accada. Forse mi sono sopravvalutato.»
«Il peggio prima o poi deve cedere il passo al netto miglioramento... molto presto le cose miglioreranno signor Wayne, ne sono certo!»



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: