ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 24 febbraio 2014
ultima lettura venerdì 20 novembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Treno Notturno

di MoscaCieca. Letto 483 volte. Dallo scaffale Generico

Ti nascondi tra le nuvole e nella forza degli uragani.Leggo un giornale sporco mentre attendo l'arrivo arrugginito della prima carrozza.Spendo le mie ultime energie nel reggerti. Mentre ti scolo senza pietà. A mezz'aria tra gelo e compassione.Co...

Ti nascondi tra le nuvole e nella forza degli uragani.
Leggo un giornale sporco mentre attendo l'arrivo arrugginito della prima carrozza.
Spendo le mie ultime energie nel reggerti. Mentre ti scolo senza pietà. A mezz'aria tra gelo e compassione.
Corro immobile verso il punto di luce più lontano. Soffoco le mani nelle tasche. Distruggo la lacrimosità dell'occhio destro. Mi preparo a soffrire nel posto che mi è stato assegnato.
Soffoco all'idea. Sporgo la testa dal finestrino senza curanza. Ordino un caffè bollente e mi dispongo alla violenza dell'alba.
Spengo e sbriciolo il mio telefono. Tremo per la valigia in bilico. Mangio qualcosa senza accorgermene.
Percorro tutto il treno. Calpesto le sue strettoie trentadue volte. Subisco le mine degli incroci d'anima.
Mi addormento nel corridoio. Artificialmente. Ed una banda di balordi salita dall'Inferno. Tenta abilmente di rubarmi il cuore.
Mi risveglio su binari morti. E mi accorgo che non ci sei più.
Tutto il mondo non esiste più.


Commenti

pubblicato il 24/02/2014 20.28.43
Soleacatinelle, ha scritto: Ogni frase lancia un attimo, ogni attimo arriva agli occhi. Belle le parole buttate così, con non curanza e sapiente confusione: originale, efficace

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: