ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 22 febbraio 2014
ultima lettura lunedì 12 novembre 2018

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

saprire anche nei ricordi.

di Nits. Letto 510 volte. Dallo scaffale Generico

Una persona deve starti accanto perché vuole starti accanto. Non deve sentirsi in obbligo di nulla. Io ho fatto cosi tanto senza voler ricevere nulla. Ho semprechiesto delle briciole di amore,perché non ho mai pensato di poter meritarequa...

Una persona deve starti accanto perché vuole starti accanto.

Non deve sentirsi in obbligo di nulla.

Io ho fatto cosi tanto senza voler ricevere nulla. Ho sempre
chiesto delle briciole di amore,perché non ho mai pensato di poter meritare
qualcosa di piu,da nessuno,nemmeno da mio padre,figurarsi da te.

Forse ho sbagliato io,come sempre. Ho preteso troppo da
qualcuno che non poteva darmelo.E' colpa mia alla fine,come sempre. Come posso
pensare di meritare di essere amata? Alla fine tutti se ne vanno da me.

Siamo troppo diversi,eppure io ti amo cosi tanto,e a te non
importa nemmeno conoscermi ancora. Io chiedo troppo dall'amore. Non chiedo che
sia eterno,ma voglio che sia un amore che duri anche un giorno ma sia potente
come l'infinito.

E allora,dio,madre natura,se un energia superiore alla mia
esiste,superiore all'umanità,venga qui e me lo dimostri. Venga qui e mi porti
la vita,venga qui e mi lanci in una vasca di olio bollente ma mi tolga questa
morsa che si è incastonata nel mio sterno. Che qualcuno venga a prendermi. Che mi
salvi in qualsiasi modo,che mi faccia sparire.

Guarda,mi ignori. Ti ho proprio rotto il cazzo.

Ditemi che tutto passa,anche l‘amore,anche se non è vero. Ditemi
che posso respirare senza sentire dolore,che posso essere felice anche senza
far l'amore con lui.

Voglio morire,basta,non ce la faccio un'altra volta. Ditemi come
si fa a sparire,come si fa ad andarsene senza lasciare traccia,nemmeno nei
ricordi.





Commenti

pubblicato il 22/02/2014 20.09.18
Soleacatinelle, ha scritto: Le nostre tracce prima o poi spariscono tutte, quindi questo già lo fai. Tutto passa, compreso l'amore e la ripicca, ma questo già lo sai. Sentirsi e viversi da Calimero, con tutto quello che ne consegue è una scelta indotta ma soprattutto autoinflitta, e questo già lo sei. La forma con cui hai buttato giù il tuo sconforto non è delle migliori ma credo che qui bisogna concentrarsi sul pallino: l'amore. Che si cerca, su cui si punta, e per cui si perde la propria fiducia, identità, il proprio tempo. Condivido con te la sensazione di frustrazione, che mi è venuta a trovare in tempi decisamente recenti. Ma se certe decisioni non sono una nostra scelta, quello che ne consegue invece si. Se hai cercato tante volte di realizzarti assieme ad un'altra persona, e altrettante volte ti è andata male scusa, quanto costerebbe riprovarci ancora? Al diavolo il volerla fare finita, quello si può anche dire a caldo e pensare per qualche frazione di secondo. Poi però dovrebbe subentrare un meccanismo di consapevolezza, in se stessi e in quello che si desidera: l'amore c'è, esiste in miliardi di forme colori ed età. Caspita, preferirei morire cercando di trovare quello che per me conta piuttosto che trovando la resa della rinuncia. Se credo nell'amore, a prescindere dal risultato sino a qui raggiunto, alla facciaccia della sfiga prendo e torno alla sua ricerca. Magari sarà lui a trovarmi un giorno, e io allora non dovrò voltargli le spalle. Ps: parole queste mie futili, scontate e non particolarmente illuminanti, ma visto che ci sono col muso dentro sono decisamente sentite. Abbastanza da convincermi, o illudermi, d'avere ragione
pubblicato il 24/02/2014 14.57.19
Nits, ha scritto: io ho paura.
pubblicato il 24/02/2014 18.45.50
Soleacatinelle, ha scritto: Se non avessi di paura, saresti sempre sola. E ancora peggio, sola ti basteresti. No, la paura unisce. Anzi, l'amore e la paura che svanisca cuce: cuce un lembo di te al lembo che verrà. Certo, se il lembo che verrà è il lembo che torna, allora i pezzi si accoppiano e tutto va a meraviglia. Ma non è detto che un altro lembo sia comunque appaiabile. Leggendo il profilo ho visto che sei decisamente giovane, perciò avrai spalle larghe per tenertela addosso. Personalmente io terrei la paura, anzi a dire il vero io me la tengo: mi serve per sentirmi solo, e non per bastarmi solo
pubblicato il 25/02/2014 15.59.25
Nits, ha scritto: ma io voglio,prima di tutto,bastarmi da sola. volermi bene. senza bisogno di qualcun altro che mi sorregga.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: