ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 28 gennaio 2014
ultima lettura martedì 4 giugno 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Le notti del Cavaliere Oscuro di MG capitolo 14

di MarianGalters. Letto 801 volte. Dallo scaffale Fantasia

Le notti del Cavaliere Oscuro è la storia mai raccontata delle origini dell'Uomo Pipistrello, dei suoi alleati e degli spietati e famigerati villains. Strizzando l'occhio ad anni ed anni di albi a fumetti e ai film campioni d'incassi dedicati a Bat

Capitolo 14 di 40 ''ENIGMATICA PAURA''

Il dottor.Jonathan Crane professore di psicologia e biochimica, in età adulta si vendicò dei dirigenti della Ace Chimical, una delle sussidarie della Janus Cosmetic rei di averlo licenziato prima e denuciato poi per aver realizzato una linea di meke up tossico, spaventandoli letteralmente a morte.

Il dottor Crane riuscì a vincere la causa contro la Ace Chimical, dimostrando che a commissionargli la realizzazione del prodotto tossico incriminato, una maschera di bellezza a base di una sostanza acida conosciuta come Smilex, era stato lo stesso proprietario della Janus, Roman Sionis.
Una volta assolto con formula piena, il dottor Crane entrò a far parte dell’equipe medica dell’Arkham Asylum, il manicomio criminale di Gotham City.
La polizia non riuscì mai a capire chi ci fosse stato dietro la morte dei tre dirigenti della Ace e così il caso fu archiviato, lasciando Crane impunito.
La morte dei dirigenti fu registrata come morte naturale causata da infarto. Durante l’autopsia del ’’gas della paura’’, creato e utilizzato da Crane per assassinare i tre dirigenti, non fu trovata traccia.

Ansie di gioventù...
Jonathan Crane subì gli scherni dei compagni di scuola... a causa della sua andatura irregolare lo paragonavano sia ad uno spauracchio, sia al magro e macilento Ichabod Crane della leggenda di Sleepy Hollow di Washington Irving.
Il gusto della paura...
Durante gli anni passati alla Ghotam University Crane si immerse nell’analisi biochimica della ‘’paura.’’Col tempo sintetizzò il terrore in un potente gas allucinogeno in grado di dare incubi ad occhi aperti. Condusse numerosi esperimenti usando come cavie umane prima tre dirigenti della Chimica Ace che non sopravvissero alla somministrazion, poi dei poveri e ignari clochard che fecero la stessa fine dei dirigenti e infine un paziente dell’Arkham Asylum.
Ultimata la tossina ne consegnò una grossa parte al misterioso criminale noto come ‘’Riddler’’ l’Enigmista, mentre il resto la smerciò come sostanza stupefacente tra i tossici di Gotham.

Gotham Street: Iceberg Lounge Bar’’ 21°piano (ufficio di Oswald Cobblepot)
«Come ha fatto quel Joker a convincere il dottor Crane?» Chiese Bob al Pinguino.
«Il dottor Crane non è mai stato uno stinco di santo…e poi non avrà avuto scelta...gli uomini di Maschera nera avranno parlato al Joker dello Smilex parlargli dello Smilex...»
«Smilex? Ma non è quell’acido che mandò all’obitorio mezza città?»
«Proprio così, Joker dice che ucciderà il Procuratore durante il processo, gettandoglielo in faccia. E credimi...se Crane gli ha procurato lo stesso Smilex che preparò per Sionis, Dent si scioglierà in pochi istanti, le ustioni non gli daranno scampo. Morirà ancor prima di sentire dolore…»
«Perché uccidere soltanto Dent? Se puà arrivare a lui allora perché non uccidere anche il Romano e Cassamento?»
«Lo farà…ammazzare Dent ad udienza in corso significa scatenare il caos in aula. A quel punto il Joker approfitterà della confusione per trivellare di colpi sia il Romano che Cassamento. Quei due vermi tireranno le cuoia dietro le sbarre delle celle di sicurezza...»

''G.P.D-Ufficio del Commissario Akins...''
Il Tenente Jim Gordon era a rapporto con il Commissario, con loro c'era anche il Capitano ‘’Hard Back’’ Bock.
«Una morte atroce…è stato legato al gancio traino della sua macchina e poi gli hanno fatto fare un giro a testa in giù sull’asfalto rovente di Gotham… Il medico legale dice che hanno trascinato il corpo per molte miglia mentre era ancora vivo.» Disse Gordon.
«Dal rapporto che mi ha consegnato il detective Allen, deduco che questo Sionis era un deliquente di prima categoria?» Chiese il Commissario.
«L'ex commissario Loeb ne parlava come un Gangster psicotico senza scrupoli.…di sicuro non ci mancherà…» rispose Gordon
«I giornali dicono che potrebbe essere stato Batman ad ucciderlo…» aggiunse Bock
«Lo escludo categoricamente Capitano…Il rapporto dell’autopsia dice che gli sono stati recisi gli organi genitali e che gli sono stati strappati letteralmente gli occhi…In più nello stomaco è stata trovata una carta da gioco, mentre un’altra era bloccata nell’esofago, pare che l’assassino gliele abbia fatte ingoiare. Entrambe le carte raffiguarano un Jolly. Su nessuna delle due carte sono state trovate impronte»
«E questo perchè dovrebbe far escludere categoricamente il vigilante?» Chiese Akins
«Perchè anche il vigilante lascia un segno... il Pipistrello...e sul luogo del delitto non è stato ritrovato nessun simbolo raffigurante pipistrelli. No, questa volta Batman non c'entra... sembra che chi ha ucciso Maschera Nera voglia farci capire che anche lui si è scelto un simbolo...e questo simbolo è il Joker.» Concluse il Tenente

Sul tetto del G.P.D...Il Batsegnale splende alto nel cielo...
«Fai il turno di notte Tenente?»
«Credevo non venissi più...»
«Ho quello che cercavi sul tizio degli indovinelli...Ho trovato una traccia di DNA nella minuscola goccia di saliva presente sulla lettera... Il DNA è di un certo Edward Nashton...Trova Nashton e troverai l'Enigmista... ma sappi che se questo tizio ha lasciato una traccia non è certo perchè è uno sprovveduto..è evidente che vuole farsi trovare...»
«E allora lo prenderemo...Ti ho gia detto che Akins vuole aggiungere altri uomini alla scorta di Amadeus Arkham...cosa ne pensi?...Ma dove diavolo sei finito?!» Gordon era rimasto solo, Batman era di nuovo sparito nell'oscurità ...il bat-segnale si spense.
Quella stessa notte da qualche parte della città, ''qualcuno'' chiedeva spiegazioni al dottor. Crane:
«Tu devi essere pazzo...ti allei con uno psicopatico che nemmeno conosci e gli fornisci un'arma?»
«Quel tipo non è uno ''schizzato'' qualsiasi...e' uno psicopatico in anticipo sui tempi, ci spianerà la strada...ci toglierà di mezzo tutti gli ostacoli in un colpo solo...a quel punto noi, potremmo diffondere la tossina della ''paura'' e quando questo avverrà la Città sarà nostra. Poi se lo riterrai necessario, potrai sbarazzarti anche di ''lui''» rispose Crane.
«Sa del Gas della paura?»
«No, del nostro piano non sa nulla. Si è rivolto a me solo per avere lo ''smilex.'' Ho dovuto darglielo non avevo scelta...il Joker ha fatto irruzione nel mio appartamento...sono stati gli uomini di Maschera Nera ha portarlo da me, sapevano che ero stato io a fornire quell'acido al loro ''ex'' capo»
«Ex?»
«Proprio così. Non li leggi i giornali Maschera Nera è stato accoppato...e adesso i suoi uomini lavororano per il Joker»
«Perchè lo chiamano Joker?»
«A cusa della sua faccia. Ha delle cicatrici che lo fanno sembrare un clown...e poi ha il vizio di marchiare i suoi crimini con delle bizzarre carte da gioco raffiguranti proprio il joker »
«E' stato questo Joker ad uccidere Sionis?»
«Molto probabilmente...Per questo ora è meglio schierarsi dalla sua parte!»
«Hai detto che ''ci spianerà la strada''...come?»
«Vuole uccidere il Romano, Santo Cassamento, Giudice e Procuratore...insomma tutti quelli coinvolti nel Maxi-processo, a quel punto con i mafiosi fuori dai piedi e con i due paladini della giustizia sotto terra, attuare il nostro piano sarà un gioco da ragazzi...»
«Quanto gli è stato promesso?»
«Niente...»
«Lo farà Gratis?»
«Esatto li ucciderà tutti senza intascare un dollaro...»
«Mai fidarsi di quelli che non si lasciano comprare dal denaro... e dimmi vuole ucciderli tutti usando lo Smilex?»
«Non so come ammazzerà quei poveri bastardi, ma so che ci riuscirà. Nei suoi occhi ho visto le fiamme dell'inferno, quel tizio mette i brivi!»
Il dottor Crane parlava dei piani del Joker con il misterioso Edward Nygma, ammesso che quel tizio fosse davvero Edward Nygma.
Edward Nygma era in realtà, uno dei tanti alias di Riddler l'Enigmista.
Registrato all'anagrafe come Edward Nashton, oltre alla mania per gli indovinelli era maestro nel rubare le identità altrui e nel nascondere la sua dietro falsi alias. Spesso ingaggiava uomini per farli assumere la sua identità sia nei panni dell'enigmista che in quelli di Eddie Nashton. Stanare il vero Riddler quindi, risultava al quanto complicato per non dire impossibile. In realtà, il grande enigma dell'Enigmista era uno e soltanto: scoprire una volta per tutte, chi fosse il vero Enigmista.
Il disturbo di cui era affetto, un delirio incontrollabile di attenzioni, si manifestava purtroppo in azioni illecite.
Il suo intento era quello di rubare la scena agli altri illustri criminali di Gotham City, escogitando enigmatici delitti, ciascuno preceduto da indizi, sottoforma di imprescrittibili indovinelli. I rompicapi di Riddler sarebbero divenuti presto ''imbarazzanti'' per la polizia di Gotham, ma avrebbero trovato un formidabile giocatore nell'Uomo Pipistrello, le cui capacità deduttive superavano di gran lunga le sibilline macchinazioni dell'Enigmista.
Eddie Nashton alias Edward Nygma alias The Riddler, L'Enigmista...
In occasione di una gara scolastica Nygma (allora Eddie Nashton), barò per risolvere un puzzle prima dei suoi compagni. Oltre al premio, ottenne rispetto, considerazione e attenzione da parte dei bulli che raramente apprezzavano la sua intelligenza

''Municipio di Gotham'' ore 4.30 pm. Ufficio del Sindaco.
«Allora Tenente Gordon...a che punto siamo con le indagini sull' uomo del punto interrogativo?» Chiese Loeb.
«I miei uomini hanno scoperto che Eddie Nashton, vero nome dell'enigmista, risulta scomparso ufficialmente da più di dieci anni, l'ultimo domicilio registrato è al numero 23 di Monroe Street. Ma abbiamo controllato in quell'appartamento ora, ci abita una famiglia di messicani... e non hanno mai sentito parlare di questo Nashton..»
«Beh Gordon, allora la sua ''fonte'' si è sbagliata...»
«Non credo proprio signore... il mio informatore è un tipo piùttosto affidabile e poi la scientifica non ha dubbi... quella traccia di DNA appartiene proprio a Edward Nashton!»
«Perchè risulta schedato nei nostri database questo tizio?»
«Per alcune denunce fatte dall'ex moglie, sembra che molto tempo fa la polizia lo tenne dietro le sbarre per alcuni giorni dopo che tentò di aggredire sua moglie in un centro commerciale...»
«Gordon non è che il suo informatore ''speciale'' abbia qualcosa a che fare con quel Batman... non voglio far entrare nelle mie indagini quel vigilante!»
«No signore...Batman non c'entra nulla con questa faccenda»
«Beh molte voci dicono che sul tetto del G.P.D c'è uno strano apparecchio dal quale sembra che spunti una strana luce...e le stesse voci sostengo che questa strana luce disegni nel cielo una specie di pipistrello...»
«Signor Sindaco se vuole dar credito a queste ''voci'' potrebbe chiedere al Commissario Akins di accendere quell'apparecchio...» Azzardò Gordon
«In realtà ho gia dato ordine...ma il Commissario dice che c'è una strana apparecchiatura simile ad un grosso faro che si attiva mediante un codice...»
«Signor Sindaco se avete problemi con attrezzature che funzionano male non posso farci niente...»
«Va bene Gordon, voglio crederla...almeno per questa volta...ma faccia in modo che queste voci sul possibile coinvolgimento di quel vigilante mascherato nelle nostre indagini si plachino al più presto!» Gordon annuì e poi aggiunse «Con la scorta del dottor Arkham cosa facciamo? Akins chiede di raddoppiarla...»
«D'accordo raddoppiamola pure...Ma riferisca al Commissario che voglio nel giro di pochi giorni Zsaz, Hawkins e questo Nashton a Black Gate a contare le mattonelle!»

''Quella stessa notte sul tetto del G.P.D...''
Il Batsegnale era alto nel cielo. Gordon attendeva il ''suo'' arrivo. All'improvviso un'ombra oscura planò sul tetto...Era Batman.
«Cos'è successo?»
«Loeb e Akins sospettano del tuo coinvolgimento nelle indagini su Riddler e soprattutto sanno del segnale...»
«Questo non è un problema è munito di un sistema di autodistruzione che si attiva non appena qualcuno tenti di manometterlo..»
«E poi come farò a contattarti?»
«Un altro uguale è già sulla terrazza di casa tua.»
«Casa mia? E come diavolo hai fatto ad entrarci?» Chiese Gordon ma il Pipistrello non soddisfò la sua domanda...anzì replicò con un'altra:
«Avete trovato Nashton?»
«No, quel tizio è un fantasma. In più c'è da risolvere il delitto di Maschera nera, non abbiamo idea di chi possa essere stato...»
«Io non c'entro. Se è questo che mi stai chiedendo...so che sospettano di me...»
«In realtà non ho mai creduto che potessi esserci tu dietro l'omicidio di Sionis, speravo però che avresti potuto aiutarci anche con questo caso, e con Zsaz e Hawkins che ancora non sono stati trovati»
«Fate progressi?!»
«E' solo ironia o significa che non ci aiuterai?»
Ma il Tenente non ottenne neanche questa volta una risposta, Batman si era gia dileguato tra le ombre della notte.
Gordon accese la sua pipa, il fumo del tabacco che bruciava saliva in alto nel cielo...aspirò quell'aroma acre e poi sospirò: «Odio quando fa così!»

Gotham City, angolo tra la 15° di Midtown e London Street. Covo del Joker: '' Ex Lunapark Sorriso''. Un tempo imponente parco divertimenti ora abbandonato e in malora.
«Perchè mi hai portato qui?» Chiese Crane
«Di certo, non per comprarti mele candite... Devo far entrare a Black Gate la mia boccetta di Smilex.» Rispose il Joker
«E io cosa dovrei fare?»
«Prescrivere un medicinale per il bruciore di stomaco che afflige il detenuto Adrien Field»
«Non capisco...cosa c'entra Fields?»
«Farò credere all'ex procuratore che voglio tirarlo fuori di li...Lui sa della ''festa'' che ho preparato per l'udienza di venerdi prossimo...Quindi grazie alla tua prescrizione gli procuro la pseudo medicina e lui la consegnerà al suo compagno di cella...Sal Maroni...»
«Ma così il mio nome figurerà nei registri del carcere e quando andranno ad analizzare il contenuto della boccetta io sarò il primo a finire nei guai...»
«Questo non è un problema mio...Amico... » Joker a quel punto puntò la sua calibro 45 alla tempia di Crane.
«Scommetto che farai quello che ti ho chiesto... vero?»
«D'accordo, come vuoi tu! Ma adesso abbassa la pistola...perchè proprio Maroni?»
«Sapevo che non mi avresti deluso ma la pistola rimarrà qui nel caso in cui ti si dovesse ripresentare un qualche ripensamento ... Ho scelto Maroni perchè sarà il primo che Dent chiamerà a deporre, e sarà lui a gettargli in faccia lo smilex...»
«Chi ti dice che lo farà?»
«Ha saputo che Falcone si è accordato con Cassamento... che l'ha tradito addossandogli tutte le colpe....così ha deciso di ''collaborare''. Il resto del piano lo conosci gia.»
«Come hai fatto ad accordarti con quei due, sono detenuti a Black Gate da più di un mese?»
«Visite sporadiche di una loro addoloratissima vecchia zia. HA! Ha! HA! Ha!»
Il Joker era riuscito a prendere accordi con Fields e Maroni introducendosi nel carcere di Black Gate spacciandosi per una loro anziana parente, ovviamente celandosi sotto le mentite spoglie della solita ''donna vestita a lutto con cappello e velo nero calato sul viso.''


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: