ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 28 gennaio 2014
ultima lettura lunedì 21 settembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Ora si. Sono libero

di ubik2001. Letto 465 volte. Dallo scaffale Attualita

Il freddo non lo percepisco più.Rannicchiato, in un angolo nella mia baracca, il mio corpo è quasi completamente congelato. Ho ancora un...

Il freddo non lo percepisco più.

Rannicchiato, in un angolo nella mia baracca, il mio corpo è quasi completamente congelato. Ho ancora un minimo di lucidità mentale per capire che qualcosa sta cambiando.

Non vedo divise grigie da giorni ormai, né infermieri né kapò: tutti svaniti da un momento all'altro.

Riesco a scorgere solo qualche mio compagno nelle stesse mie condizioni. Relitti umani come me. Non sento più, neanche, l'odore intenso e acre proveniente dai forni.

Ho fame.
Non ricordo l'ultima volta che ho mangiato un tozzo di pane o una patata lessa.
Ho sonno.
Vorrei dormire e sognare. Sognare...

Un rumore. C'è qualcuno nella baracca.
Apro gli occhi e lo vedo.

Dio ha ascoltato le mie preghiere e le mie suppliche.
Dio non poteva lasciarmi solo in questo inferno.

L'angelo si avvicina e mi accarezza il viso.
Ha due occhi celesti come il cielo.
I capelli biondi come un sole estivo.
La carnagione bianca come la neve.

Mi guarda e mi sorride.
Vorrei poterlo abbracciare e raccontare chi sono e cosa ho vissuto qui ad Auschwitz. Ma le forze mi hanno abbandonato.

Con uno sforzo estremo riesco a pronunciare una parola nella mia lingua.

La mia ultima parola: "Grazie".

Ora si

Sono libero.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: