ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 24 gennaio 2014
ultima lettura mercoledì 20 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Bruco poeta e farfalla poesia

di amun. Letto 501 volte. Dallo scaffale Viaggi

Bruco poetaVerde distesa sospesa nell’azzurro, il mondo è la larga foglia di un cavolo. Tutto il dì sulla foglia, la sera vien voglia di volare. La notte, a guardar le stelle, corron lacrime sulla sua pelle. E non è brina che.........


Bruco poeta

Verde distesa sospesa nell’azzurro, il mondo è la larga foglia di un cavolo. Tutto il dì sulla foglia, la sera vien voglia di volare. La notte, a guardar le stelle, corron lacrime sulla sua pelle. E non è brina che scende ma desiderio che s’invola: - potessi tentare l’infinito e andarmene da questo cavolo di vita! - . La vita ha il colore della speranza e dell’azzurro infinito del cielo, la vita del bruco poeta.

Un giorno della vita

Pioggia di colori, una farfalla si poggia sulla foglia.

-Benvenuto arcobaleno, sulla foglia della mia vita. –

-Ti ringrazio, buon bruco, ma io sono solo una farfalla-

-Non è vero, tu puoi volare e celesti sono i colori delle tue ali-

-Il tuo canto è un volo, le tue parole hanno le ali-

-Lo dici per consolare un bruco sulla foglia!-

-Ora devo andare, ma tu non esser triste-

-Addio, bella farfalla, e grazie dei tuoi colori alla mia vita-
Così spiovvero i colori ma non tornò il sereno.

La notte

Notte per pensare. Ombre lunghe nella mente, strascichi del dì, di una farfalla come una cometa che lascia la scìa nella notte. Poi una foglia che non basta, un po’ di tristezza che non guasta, e non resta che dormire.

Il mattino dopo

Piangi perchè non ci speravi, un bel mattino ti spuntano le ali. Se eri un bruco, ora sei una farfalla; se eri bruco poeta, ora sei farfalla poesìa. E ti trovi sulla foglia, la foglia del tuo pianto, la foglia del tuo canto. Paura di volare, la paura del poeta, ma ora sei una farfalla e il vento ti muove le ali. Via, come fossi nato ora, e per quello che vedrai, non ci sarà parola.

Farfalla poesia

Un fiore e poi un fiore, in volo sotto il sole, in un cielo che si può toccare, in un crescente trasalire. Poi verrà del tuo tempo effimero la sera e piano ti scemeranno le ali. Ti poserai sull’ultimo fiore,gli ruberai l’ultimo odore, poi sul viso con gli occhi chiusi, s’aprirà l’ultimo sorriso.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: