ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 22 gennaio 2014
ultima lettura venerdì 25 gennaio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Storia di Cenerentola

di Edmea. Letto 311 volte. Dallo scaffale Viaggi

  Non voleva partecipare al ballo Cenerentola. Anzi non sapeva nemmeno di essere Cenerentola, la protagonista di una fiaba. No. Non lo sapeva proprio e neanche lo voleva. Lo aveva incontrato così, all'improvviso il suo principe e non pensav...

Non voleva partecipare al ballo Cenerentola. Anzi non sapeva nemmeno di essere Cenerentola, la protagonista di una fiaba. No. Non lo sapeva proprio e neanche lo voleva. Lo aveva incontrato così, all'improvviso il suo principe e non pensava lo sarebbe mai diventato. Un principe che non l'ha mai inseguita a mezzanotte, quando la carrozza si è trasformata in zucca. Un principe dalle sembianze di uomo... egoista, che lei non ha mai voluto vedere. È così la donna innamorata, sia che si chiami Cenerentola o in qualsiasi altro modo. La strega di Biancaneve ha cospirato, cercando di farle mangiare la mela avvelenata. Le sorellastre, travestite da amiche, hanno sputato il loro veleno, ma il principe aveva false sembianze. Le cospiratrici hanno solo favorito il suo gioco egoista. Così, Cenerentola ha perso il suo principe senza mai averlo avuto, ma continua a partecipare al ballo della vita. Ci crede ancora. Ha appena letto che gli amori respinti sono frutto di una legge della vita, come la vita e il dolore. Una condizione necessaria dell'esistenza. Ma che tristezza. È stata respinta Cenerentola. Mai voluta dall'uomo che ha creduto il suo principe, ma non si arrende alla legge pessimista della vita. Lo sa Cenerentola che gli uomini sono ambigui, nelle vesti di principe o in un anonimato quotidiano. Sono ambigui, come le donne a volte sono velenose, con la pretesa di fartela mangiare quella mela avvelenata. Allora. Come finisce la storia di Cenerentola. Finisce che si sveglia dal suo sogno d'amore e prova malinconia, tristezza, forse rimpianto, quando vede il presunto principe. Ma Cenerentola lo sa che in un angolo del mondo c'è la sua anima gemella. Si. Dovesse fare il giro del mondo, anche con la fantasia. Lo sa che da qualche parte del mondo c'è un essere speciale che si specchia riconoscendo la sua immagine riflessa. Riconoscendo proprio lei. Lo sa Cenerentola. Per questo, non sapendo di essere una Cenerentola, continua ad andare, sapendo che nella sua strada ci saranno altri falsi principi, sorellastre e streghe pronte ad avvelenarla. Lo sa, ma se il viaggio dovesse andare a buon fine le due anime si incontreranno. È questo che vuole sperare Cenerentola. Che un giorno la ricerca finisca e che possa riconoscere la sua immagine riflessa nel cuore di chi la cerca in questo momento.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: