ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 4 gennaio 2014
ultima lettura mercoledì 15 luglio 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Prima di partire

di Puvetta. Letto 358 volte. Dallo scaffale Amore

La testa fa male, non riesco più a dormire, mi muovo intorno a te mentre tu continui a riaddormentarti velocemente, in spasmi che non sono carezze per me.

Dopo due anni dal giorno in cui ci siamo incontrati, il giorno in cui non sapevo che ci saremmo incontrati, il giorno in cui non mi piaceva come mi ero vestita che tanto di martedì in studio chi ci dovrebbe passare? Dopo due anni dal giorno in cui ci siamo incontrati abbiamo trascorso una notte assieme, una delle più lunghe, a pochi giorni dalla mia partenza oltreoceano.

A maggio di oltre un anno fa ci siamo baciati, ubriachi, sul terrazzo di Giorgia, dopo un pomeriggio passato insieme, con le biciclette sul fiume. Dubbi e sfocature su come e chi ci abbia portati lì.

E ora questa notte d’agosto, calda e ubriaca.
Non ricordo quasi nulla. Mi sei salito sopra, con una foga che non ti riconoscevo. Che mi ha spiazzato.

Ti muovevi sopra di me e dentro di me ma in una nebbia che non mi permetteva di pensare. Perdevo la geografia del letto, per sentirmi precipitare verso il pavimento.
Eravamo tremendamente sudati: riuscivo solo a bagnarmici la mani pensando a quanto avevo desiderato quella notte.

-

Al mattino, sveglia e imbarazzata, mi copro con le lenzuola a coprire il mio sesso.
Non so cosa vorrai da me. Ti accarezzo, mi accarezzi.
Forse mi vorrai di nuovo. Invece no.
Ci stringiamo in un cucchiaio. Ti bacio le braccia. Tengo le tue mani sul mio corpo nudo.

La testa fa male, non riesco più a dormire, mi muovo intorno a te mentre tu continui a riaddormentarti velocemente, in spasmi che non sono carezze per me.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: