ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 27 dicembre 2013
ultima lettura sabato 16 marzo 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

il lento scivolare di una coppia verso l'abisso della sottomissione dodicesimo capitolo

di padronebastardo. Letto 2028 volte. Dallo scaffale Eros

le tre ragazze Ivana, Francesca e Marta vengono portate in un grande salone dove sarebbe cominciata la festa che Peter avrebbe dato ai suoi ospiti tut...

le tre ragazze Ivana, Francesca e Marta vengono portate in un grande salone dove sarebbe cominciata la festa che Peter avrebbe dato ai suoi ospiti tutta gente dell'alta società che amava godere delle disgrazie altrui.
Il salone era diviso in due spazi da una parte c'erano gli ospiti del loro aguzzino Peter ,persone più o meno di tutte le età anche se la maggioranza veleggiava verso la cinquantina, e dall'altra parte erano presenti una quindicina di ragazze tra cui Ivana, Francesca e Marta che rappresentavano la pietanza che sarebbe stata fornita durante la serata.
Le schiave era tutte vestite solo in costume, tranne Ivana, Francesca e Marta che sarebbero state le star della serata che erano state vestite con un miniabito aderente con scollatura ad U.
All'inizio della serata venne proiettato il video in cui Ivana, Francesca e Marta violavano l'obbligo della castità forzata. Finita la proiezione Peter chiese alle sue ospiti e ai suoi ospiti quale sarebbe stata la punizione migliore a cui le tre schiave avrebbero dovuto essere sottoposte: le idee non furono molto originale anche perchè molte delle cose che venivano proposte erano già state realizzate.
Allora Peter chiamò al centro del salone Maria una donna di 60 anni con una lunga carriera di mistress alle spalle. Peter la accolse al centro del salone imbastastendone le lodi di fronte ai suoi ospiti e dicendo che si trattava di una padrone di grande esperienza e che avrebbe saputo dare una lezione a queste schiavette indisciplinate alle prime armi.
Quando Maria si avvicinò Ivana ebbe un sussulto di terrore, infatti era la madre di una sua vecchia compagna di università e il terrore che potesse circolare la voce che invece di essere una brava madre di famiglia era solo una schiava, una cagna che partecipava a questo tipo di feste la atterì.
Maria si avvicinò alle tre schiave strizzando I capezzoli con unghie in modo violento attraverso il vestito a tutte e tre e affermò: Cari amici vedrete uno spettacolo che vi ha divertirà come non mai e queste troie si ricorderanno la punizione che infliggerò loro per tutta la vita.
Toglietevi questi straccetti intimò loro e Ivana, Francesca e Marta si ritrovarono completamente nude davanti a tutti quei depravati che urlarono immediatamente complimenti volgari nei loro confronti.
Maria fece portare una poltrona dove si sedette aprendo le gambe costringendo Ivana a leccare la sua figa ormai glabra, mentre Marta e Francesca furono costrette a pulirle gli stivali con la lingua.
Per Ivana fu una prova terribile le stavano venendo I conati di vomito a leccare quella figa larga, glabra e con qualche pelo bianco e da un odore nauseabondo che era il segnale che Maria non la lavava da almeno una settimana, ma non osò togliere la bocca per paura di essere punita. Dopo circa dieci minuti Maria fece segno alla tre schiave di fermarsi e chiese al pubblico di dare un giudizio sul comportamento delle tre schiave dovevano fare mettere police verso se si erano comportate male e dovevano essere ulteriormente punite cosa che fece la maggioranza del pubblico in preda ai peggiori istinti sadici.
Maria con sorriso beffardo disse il pubblico ha deciso per un ulteriore punizione, prese allora dei morsetti e li attaccò sui cappezzoli delle tre schiave ordinando loro di fare una passeggiata tra il pubblico. Vedendo che le tre schiave camminavano troppo velocemente ordinò loro di fermarsi davanti a ognuno degli ospiti di Peter quasi tutti toglievano e rimettevano I morsetti che le ragazze avevano sui cappezzoli procurando loro dei dolori lancinanti ripetendosi questa cosa per tutte le persone presenti nella sala.
Una volta finita questa tortura le ragazze tornarono da Maria che disse inizialmente vi siete comportate male inizlamente con gli ospiti del padrone di casa di questa bella festa dovremmo chiedere loro se meritate una nuova punizione o è sufficiente così. Purtroppo per le ragazze il pubblicò votò che la punizione non era stata eseguita correttamente e che quindi Maria avrebbe dovuto sottoporle a una nuova prova.
La prova consisteva nel fatto che Ivana, Marta e Francesca dovevano ripassare tra il pubblico che poteva fare loro quello che volevano. Questa volta stettero molto attente a non dare l'impressione di volersi tirare indietro, ma la prova fu terribile le donne soprattutto quelle con le unghie lunghe strizzavano in modo violento I cappezzoli, altre strizzavano sempre con unghie il clitoride, per non parlare di schiaffi violenti sulla passerina, dita in bocca da parte di vecchi bavosi. Dopo aver ripassato tutti gli ospiti I dolori fisici delle ragazze nelle parti intime e ancor di più quelli psicologici di essere state state sottoposte a una prova del genere furono tremendi.
La loro punizione era finita anche se la serata sarebbe continuate in forma privata nella villa di Peter infatti ogni ragazza sarebbe stata assegnata a un ospite per concludere la serata.
http://www.padronebastardo.org




Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: