ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 30 novembre 2013
ultima lettura giovedì 10 dicembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

A Doralice.

di DebbieMorrison. Letto 487 volte. Dallo scaffale Epistole

Cara nonna, Te ne sei andata pochi giorni dopo il mio terzo compleanno, lasciando un devastante vuoto nei cuori dei tuoi otto figli. Zia non voleva dirmi che eri morta, così inventò che eri in montagna. Fu sicuramente peggio. Ti aspettavo impaziente,...

Cara nonna, Te ne sei andata pochi giorni dopo il mio terzo compleanno, lasciando un devastante vuoto nei cuori dei tuoi otto figli. Zia non voleva dirmi che eri morta, così inventò che eri in montagna. Fu sicuramente peggio. Ti aspettavo impaziente, non vedevo l'ora che tornassi a casa ad abbracciarmi. Volevo giocare di nuovo in cucina mentre preparavi sorridente la pasta in casa. Volevo di nuovo dormire nel tuo letto, al sicuro, dove l'uomo cattivo non sarebbe mai arrivato. Ero piccola, sì, ma mi ricordo molto bene. Quando mi sveglio la mattina, ho il tuo profumo sotto il naso. Guardo mia madre e mi ricorda molte delle espressioni che avevi tu. Sento perfino la tua voce di tanto in tanto: "Buonanotte, Debora". Sotto le coperte provo la stessa piacevole sensazione di calore e amore che mi trasmettevi con ogni abbraccio. Tu vivi dentro i miei respiri. Tu ci sei quando gioisco e quando piango. Quando devo fare una scelta, riesco a percepire una tua pacca sulla spalla, come se volessi appoggiarmi. Io ti sento ancora. Io ti vivo. Se è vero che una madre è Dio agli occhi del figlio, allora una nonna dev'essere molto di più. Una nonna è amore. E l'amore non muore mai. Ti amo, nonna.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: