ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 29 settembre 2013
ultima lettura mercoledì 21 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

IO NON CI STO

di NICOLAMAZZILLIliberopensatore. Letto 508 volte. Dallo scaffale Attualita

IO NON CI STO: il fatto è che la campagna elettorale non è mai finita e la campagna acquisti è già riaperta. il signor B tratta il partito come una qualsiasi sua azienda lui, oltre ogni decenza e coerenza, dovrebbe far dimettere anche e soprattutt

IO NON CI STO:

il fatto è che la campagna elettorale non è mai finita e la campagna acquisti è già riaperta. il signor B tratta il partito come una qualsiasi sua azienda


lui, oltre ogni decenza e coerenza, dovrebbe far dimettere anche e soprattutto i suoi ministri invece non disdegna e continua a tenere due piedi in una scarpa, quella degli italiani, complottare contro gli stessi prosciugando le casse dello stato... quelle nostre, per interessi privati e personalistici


vuole rifarsi il lifting anche per reati passati in giudicato


fa la voce grossa e pretende una nuova fedina immacolata per poter continuare impunemente a mentire, un men(di)tore di professione ma non gli crede neanche più la sua anima.


tutto questo vuole che passi con una legge dello stato e con la sua arma migliore, il ricatto politico, in un'alleanza incredibile e mai credibile a noi italiani tra PD-PDL, tutto questo lo chiede e lo pretende dal Presidente della Repubblica che per la sua seria integrità non potrà ne dovrà concedergli


questo è il mio libero pensiero politico sulla difficile situazione italiana di questi giorni


concludo utilizzando una grande citazione:


"A questo gioco al massacro io non ci sto. Io sento il dovere di non starci e di dare l'allarme." (Oscar Luigi Scalfaro, 3 novembre 1993) ...

NICOLA MAZZILLI (libero pensatore) 28.09.2013 ore 20.59



Commenti

pubblicato il 02/10/2013 16.15.19
Maandateaquelpaese, ha scritto: Anzitutto, seguendo il suo discorso non mette i piedi in due scarpe diverse visto che "quelle degli italiani" e "le nostre" coincidono. In secondo luogo chi dice che ha mai creduto in quello che afferma? Nemmeno l'ormai deposto Ghedini è tanto stupido da farlo, ma fingere fa parte dello show e aiuta il portafoglio. Non credo proprio che la linea d'azione del sIGNOR Berlusconi sia volta al prosciugare le casse dello stato, i soldi non gli mancano e li distribuisce senza remore per ungere e farsi ... ungere. L'arma politica è proprio quella che molti vogliono levargli per consegnarlo alla giustizia, sia statale che civile, mi pare ovvio che in controsenso a quanto dichiarato in precedenza userà tale minaccia per ottenere un vantaggio. Il personaggio che è si conosce da decenni, non si può certo trovare anima o cuore nel suo agire se non come maschera per aiutare la sua persona e interessi. Non mi sento di condannarlo in toto, è nato così e prima o poi nella tomba porterà la sua persona lasciando purtroppo alla storia e nuovi giovani rampanti l'ideologia deviata. Quanto al presidente della Repubblica, che già in passato ha dato segni di non essere totalmente indipendente, rimane una delle poche speranze per salvare baracca e burattini. Ma se tutto andrà come dovrebbe andare, il lancio del nano dalla camera sarà realtà. Ps: Pur non condividento appieno quanto scritto e come lo ha fatto, trovo bella la frase d'apertura!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: