ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 26 agosto 2013
ultima lettura domenica 25 ottobre 2020

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

sesso e adrenalina

di Alexia. Letto 5752 volte. Dallo scaffale Eros

.....con le mani che ci tremano io gli slaccio i pantaloni, lui quasi mi strappa le mutandine, mi bacia, mi mette a sedere sulla lavastovigie e.......................................

sono contenta che il mio racconto "un attacco di libidine" abbia destato così tanto interesse, ho letto e ribattuto i vari commenti, favorevoli o no, per ogni uno l'erotismo è una cosa diversa, per molti i preliminari sono indispensabili, per altri no, la libido è un impulso che non è facile gestire, soprattutto per chi, come me, è impulsiva e immediata, fare l'amore con il tuo uomo è bello, appagante, perchè lui si preoccupa del tuo piacere, ma a volte anche con lui ci vuole trasgressione e adrenalina, se no il rapporto si spenge.

io gestisco un bar del centro, ed a luglio in città c'è una grossa manifestazione che porta molto turismo e lavoro, rientravo a casa tardissimo, non vedevo mio marito sveglio da ameno 7 giorni, una mattina lui passa a salutarmi al lavoro, facciamo due chiacchiere, poi si avvicina all'orecchio e mi dice "ho voglia di fare l'amore!" , gli sorrido e gli faccio cenno di seguirmi, infiliamo nel retro, chiudo la porta, e ci saltiamo addosso, con le mani che ci tremano io gli slaccio i pantaloni, lui quasi mi strappa le mutandine, mi bacia, mi mette a sedere sulla lavastoviglie e me lo infila dentro, ci sbattiamo un paio di minuti, di là il barista chiama "Ale...Ale.... c'è gente!" - "vengo, vengo subito!" urlo, e si oramai vengo......., con il dito mi torturo il clitoride, mentre mio marito mi stà già sborrando dentro, poi finalmente un rantolo liberatorio, uno strappo di scottex per pulirsi sommariamente, e sudata rientro dietro al bancone, mio marito passa dal retro e se ne va.



Commenti

pubblicato il 27/08/2013 1.40.57
amensa, ha scritto: bello .... e bello soprattutto che tra coniugi ( non so da quanto tempo avete rapporti) ci sia questo trasporto ...... questa voglia di godersi ....... questa libidine compressa come una molla, pronta a scattare .... e bravi che sappiate rompere la monotonia dell'amplesso scontato. uno dei maggiori killer dei matrimoni è proprio la monotonia nel rapporto sessuale. Complimenti.
pubblicato il 27/08/2013 7.43.31
priapo, ha scritto: vivere e godere del sesso in maniera impulsiva ed immediata per alcune persone è ossigeno puro. L'erotismo sottile viene condensato in pochi attimi, l'adrenalina và a mille, il cuore batte fortissimo..... l'altra faccia della medaglia è la frustrazione che ne può derivare quando non si riesce, per diverse concause, a dare libero sfogo alle pulsioni così come hai fatto tu, oppure più semplicemente si riceve un netto rifiuto dalla/dal partner. su una cosa concordo con te totalmente, quando scrivi " per ogni uno l'erotismo è una cosa diversa, per molti i preliminari sono indispensabili, per altri no, la libido è un impulso che non è facile gestire". brava, ciao.
pubblicato il 27/08/2013 8.32.37
amensa, ha scritto: @ priapo ...... sottolinei la frase " ...... per ogni uno l'erotismo è una cosa diversa,....." mi permetto di correggerti in : "per ogni uno con la parola 'erotismo' intende una cosa diversa,....." possibile se si omette il fatto che il linguaggio è una convenzione, e come tale, per intendersi, occorre un riferimento riconosciuto. a tal fine mi permetto di riportare la definizione tratta dal Devoto-Oli. erotismo= il complesso delle passioni, degli istinti, e degli atti di un individuo nei riguardi del sesso * Accentuazione di motivi o di impulsi sessuali nelle manifestazioni dirette o riflesse della vita. Derivato da "erotico".
pubblicato il 27/08/2013 8.43.47
priapo, ha scritto: @amensa: per ognuno l'erotismo è una cosa diversa. Che poi si voglia trasferire il mondo di emozioni in un linguaggio e come tale accettarne la convenzione per cui occorra un riferimento riconosciuto, questi è puro esercizio letterario!! scusa, senza offesa, ma non puoi pretendere di avere ragione: l'erotismo, al di là della definizione da vocabolario, è cosa personale ed ognuno ha il diritto ( ed il dovere...) di viverlo a modo suo, lontano dagli stereoripi e dalle definizioni convenzionali.
pubblicato il 27/08/2013 8.52.16
Alexia, ha scritto: indipendentemente dalle varie definizioni, ma a voi non vi è mai capitato, in quel momento, di perdere la testa??? a me SI! , e mi è anche piaciuto!!
pubblicato il 27/08/2013 8.55.51
priapo, ha scritto: esatto! perdere la testa, lasciarsi andare in un attimo!! senza troppi preamboli, troppi rigiri, troppi pensieri, troppi tira e molla! anche questo è erotismo, e c'è chi lo preferisce. io lo preferisco, benchè non disdegni gli amplessi che nascono dopo diverse ore di elevata tensione erotica fatta di giochi di sguardi e di ammiccamenti, provocazioni e frasi sussurrate a metà. sostengo la tesi per cui l'erotismo è diverso per ognuno di noi, è la definizione propria di erotismo che non può essere standardizzata.
pubblicato il 27/08/2013 9.08.19
amensa, ha scritto: @ Priapo ..... mi va anche bene se l'affermazione diventa "ogni uno VIVE l'erotismo a modo suo" che di nuovo personalizza il significato di tale espressione, rendendola soggettiva e non oggettiva.
pubblicato il 27/08/2013 9.21.15
amensa, ha scritto: @ priapo ...... per me puoi anche sostenere che 2+2=5 ...... difficilmente potrai condividere con qualcuno la tua affermazione. mi piace Alexia quando dice "...... ma a voi non vi è mai capitato, in quel momento, di perdere la testa?" si , Alexia, ed in quel momento non ho pensato a come definirlo ..... l'ho vissuto e basta. Il problema sorge , eventualmente, quando cerco di far conoscere quel mio vissuto a qualcun altro ..... e qui ricadiamo nel discorso del linguaggio. Io potrei benisssimo dire "cucina venuto nella botte di paglia" ma dubito che qualcuno capirebbe cosa voglio dire, perchè quella frase non corrisponderebbe ad alcuna convenzione pregressa. Le convenzioni servono proprio a permettere di comunicare pensieri, in modo chiaro, univoco, e quindi di intendersi. E la mia non è pignoleria ma semplicemente una ribellione ad un uso distorto di una parola. E' vero che ormai più nessuno si ribella a questa umiliante abitudine di cambiare strada facendo l'uso delle parole, per cui si arriva a definire missioni di pace, fatte con i blindati e i carri armati, esportazione della democrazia, fatta con le bombe, ecc.... accettare continuamente queste derive vuol dire ritrovarsi un giorno in una torre di babele, nella quale l'unico significato che verrà dato alle espressioni, sarà il tono, più o meno aggressivo, o violento, senza più alcun riferimento, appunto , alle convenzioni. La violenza la capiamo tutti, anche senza parole.
pubblicato il 27/08/2013 9.31.39
amensa, ha scritto: @ priapo dici :" perdere la testa, lasciarsi andare in un attimo!! senza troppi preamboli, troppi rigiri, troppi pensieri, troppi tira e molla! anche questo è erotismo, e c'è chi lo preferisce...." non confondere il vissuto con la sua definizione..... anche a me è piaciuto, in un certo periodo della mia vita, ma non l'ho chiamato erotismo, ma "cedimento, accondiscendenza, sfogo degli stimoli sessuali " ...... vedi quante parole possono esprimere più propriamente quell'esplosione di piacere li descritta, senza la necessità di farlo diventare erotismo ? che esprime invece un percorso molto più complesso .
pubblicato il 27/08/2013 9.44.32
amensa, ha scritto: @ Alexia , poi chiudo davvero e se qualcuno vuole continuare la disquisizione, mi scriva ..... riprendo il discorso solo per dirti quanto sia difficile comunicare sentimenti, emozioni, ed anche ogni altro pensiero astratto. Nelle parole che definiscono un oggetto percepibile dai sensi convenzionali, vista, udito, ecc... è facile fare riferimento a qualcosa che chiunque può percepire in modo autonomo. Se dico "tavolo" in ogni mente che comprende tale vocabolo si materializzerà l'immagine di UN tavolo ma difficilmente dello STESSO tavolo, benchè ogi immagine mentale risponderà alle caratteristiche costitutivr del tavolo stesso. Se dico "amore" invece non comunicherò la MIA emozione, quanto io intendo per amore, perchè a tale parola ognuno da un significato legato al proprio vissuto. Infatti migliaia di persone hanno provato a definire tale pensiero, ognuno in modo diverso, ognuno rappresentando un aspetto condivisibile di tale senntimento, ma nessuno in modo esaustivo. Molto più facile, nel tentativo di esprimere un concetto astratto, fare delle metafore, degli esempi, ovvero a qualcosa di concreto che l'interlocutore possa prendere come riferimento. Ed allora per esprimere un certo tipo di amore, menzionerò la madre che allatta al seno il proprio piccolo, oppure ad una coppia abbracciata che si scambia un bacio profondo, o tanti altri modi ch ecomunque evochino una espressione di tale concetto. Ciao.
pubblicato il 27/08/2013 9.49.28
priapo, ha scritto: @amensa: non ti stai ribellando all'uso distorto di una parola ma a mio opinabile parere stai cercando di ricondurre il tutto dentro uno stereotipo. Cosa che si è fatta per decenni e che oggi, a fronte di una libertà di costume mai vista negli anni precedenti, obiettivamente non ha più senso fare. Per te l'erotismo, come hai scritto, esprime un percorso molto complesso, per me no. O meglio: anche no. Il limite che stai dando è quello di discernere amore, sesso, attrazione, eccitazione, tempesta ormonale, rabbia, gioia ed edonismo dall'erotismo quando invece quest'ultimo non è che la somma di tutti gli altri; sul mio Hoepli la parola "erotismo" è così definita: " 1 Il complesso degli impulsi, delle manifestazioni e dei desideri relativi alla sfera sessuale 2 Particolare tendenza al godimento fisico ? Esaltazione dell'amore sensuale nella letteratura e nelle arti figurative a me sembra che tu stia cercando, inutilmente, di sezionare i racconti di tutti secondo una TUA definizione di erotismo, personale e non condivisa da tutti. ciao!!
pubblicato il 27/08/2013 11.19.15
Alexia, ha scritto: ragazzi, mi mandate al manicomio!
pubblicato il 27/08/2013 11.56.20
Dandy65, ha scritto: Molto semplicemente...puoi fare di più..in tutti i sensi. Perchè hai dentro qualcosa di speciale

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: