ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 20 agosto 2013
ultima lettura lunedì 25 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Levante

di laDaphne. Letto 312 volte. Dallo scaffale Poesia

Occhi bassi e stanchi, cappello in paglia intrecciato a mano da sua madre tanti anni fa. È quello che appare di un pescatore.Finestre azzurre e basse, occhi giganti su mura bianche e specchiate dal sole e levigate dai mezzogiorni. È quell...

Occhi bassi e stanchi, cappello in paglia intrecciato a mano da sua madre tanti anni fa. È quello che appare di un pescatore.

Finestre azzurre e basse, occhi giganti su mura bianche e specchiate dal sole e levigate dai mezzogiorni. È quello che appare di una casa sul mare.

Fiori colorati ed edera rampicante, quasi a voler raggiungere l’impossibile, sempre più su, senza paura di cadere. È quello che appare di una via stretta.

Rughe disegnate dagli anni, senza ritegno, senza senno di poi, e mani ancora veloci nel lavorare i ferri. È quello che appare di una donna anziana.

Sfumature di blu, miste a schiuma bianca e a bollicine, e odore forte di sale e di spezie del mare. È quello che appare di un paesaggio incantato.

Nuvole bianche e cuneiformi, cuscini di un letto sfatto la mattina presto, quando ancora tutto intorno ha gli occhi stropicciati. È quello che appare di un cielo.

Vernice rossa a tratti sporca a tratti sgualcita dalla salsedine, profumo di legno bagnato e onde disegnate dalla schiuma marina. È quello che appare di una barca.

Profumo di panni stesi e ancora più in là di pesce arrosto, e urla e campanelli di bicicletta ed echi di risate infantili. È quello che appare di un quartiere antico.

Rocce spigolose e faraglioni vogliosi di vedere dio, su sfondo verde e marrone di saliscendi scoscesi e maleducati. È quello che appare di una montagna.

Riflessi in pupille che non vedono semplici cose ma sensi di cose e colori di cose e sapori di cose e odori di cose. È quello che appare di un’occhio che guarda.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: