ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 10 luglio 2013
ultima lettura sabato 26 settembre 2020

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Simone <3

di ClauCat. Letto 2837 volte. Dallo scaffale Eros

Mi piace da morire il modo in cui mi afferra il culo e mi spinge su di lui, il piacere che mi procura quando me lo schiaffeggia e mi dice "Forza scopami! Tutto qui? Sei o non sei la mia puttana?"..

8 mesi fa non avrei mai immaginato di trovare quel che considero l'amore della mia vita. Simone è il mio uomo, lo è e lo sarà per molto altro ancora, parliamo addirittura di avere figli, due, avere un cane un gatto una bella casetta..e sposarci. Siamo entrambi giovanissimi, ma permettetemi di presentarvi,colui che mi ha fatto sua per la prima volta. Colui che ha lacerato quell'insignificante pezzo di carne e che ora trova rifugio in me ogni qualvolta ci amiamo.

Il ricordo della mia e nostra prima volta si fa strada nella memoria e ripenso ridacchiando a quanto ero famelica e vogliosa. Mi sono concessa a lui senza troppe pretese, desiderosa solamente di appartenergli. La prima volta sul letto dei suoi, ricordo di esser caduta dal letto e di essermi fatta un livido gigante.. aveva provato a penetrarmi ma io avevo paura e il buco era strettissimo e il suo cazzo troppo grosso. Avevo avvertito dolore e così rimandammo alla volta successiva. E la seconda volta non si è fatta desiderare a lungo. Resistetti, mentre mi infilava il suo grande amichetto nella patata bagnatissima, e l'orgasmo arrivò dopo pochissimo. Il mio primo VERO orgasmo. Ricordo con dolcezza quel giorno e mi rendo conto di quanto la mia sessualità sia cambiata, sia cresciuta e di quanto la mia voglia sia aumentata pari all'amore che provo per lui. Siamo diventati più bravi, ci siamo migliorati a vicenda, consigliando l'uno su ciò che piaceva all'altra e viceversa e abbiamo iniziato ad osare. Un toccata fugace mentre i miei o i suoi erano nella stanza accanto, stuzzicarlo e torturarlo la mattina presto in cui usufruisco dell'alzabandiera per farlo godere, per svegliarlo facendogli vibrare il cazzo. E quando, prima di fare l'amore, gli e mi concedo la soddisfazione di succhiargli il cazzo e di accorgermi come, delle volte, mi piaccia tantissimo farlo e guardarlo negli occhi mentre gli lecco la cappella. Fargli il "dispetto" come lo chiama lui, infilandogli la lingua nell'orifizio dell'uretra, sentendo un sapore salmastro che mi piace da morire. e poi ingoiare l'intera asta giù giù fino in gola e tornare su con le lacrime agli occhi, sorridergli e riprendere in bocca l'oggetto del mio e suo piacere e farlo venire in bocca, giocando un pò con il suo sperma che è sempre dolce e poi mandarlo tutto giù. Gli faccio fumare una sigaretta, gli pulisco il cazzo e poco dopo lo bacio. Quando ha finito, spesso, infila la testa tra le mie gambe e gioca un pò con lei, bagnandola, leccandola e succhiandola, senza farmi venire, solo per lubrificarla per poi inghiottirlo nella mia fica bagnata, e cavalcarlo dolcemente poi selvaggiamente.

Mi piace da morire il modo in cui mi afferra il culo e mi spinge su di lui, il piacere che mi procura quando me lo schiaffeggia e mi dice "Forza scopami! Tutto qui? Sei o non sei la mia puttana?" e io rispondo gemendo "Si amore sì, sono la tua puttana, solo tua" e inizio a strusciarmi sul suo puble, l'asta che mi trapana, il piacere che mi bagna e lui che mi succhia le tette, ondate di piacere che arrivano fino ai capelli, si propagano ovunque. Gemiti e urla che mi sconquassano la fica, il cazzo che pulsa dentro di me ma che non deve venire, e lui che mi asseconda, gemendo assieme a me e dolcemente mi sussurra "vieni amore mio, vieni" e l'orgasmo che è intenso esplode in tutta la sua selvaggia potenza: uno spasmo che parte da dentro e arriva al clitoride, uno spasmo che arriva al culo e che mi fa tremare e muovere ancora su quel cazzo esausto e rosso. Resto per un pò ferma a pancia in suo a godere mentalmente di quel che è stato e tante volte devo toccarmi la fica come a dire "Ora calmati su". Poi mi stendo al suo fianco, poggio la testa sul suo petto e mi rilasso.

Il nostro è un'amore che inizia e finisce con un Ti Amo, un amore che mi risucchia nelle sue viscere più profonde, che mi toglie e mi regala aria. Un amore che mi scopa e che mi ama. Nient'altro da aggiungere. Amore. Ti amo.



Commenti

pubblicato il 13/07/2013 21.06.43
Perikle, ha scritto: Che bello sta cosa che hai scritto del tuo uomo, dai un effetto caldo e carnale. Nel tuo cenno biografico dici: Non c'è molto da dire su di me, sono giovane, amo leggere e anche scrivere. Credo che tu abbia molte cosa da dirci, poi aggiungo, scrivi pure bene.
pubblicato il 14/07/2013 18.50.23
ClauCat, ha scritto: Grazie mille di cuore. E pensare che da un autore sono stata definita "borderline". Ma credo si sia semplicemente risentito di un mio commento fattogli al suo racconto.. a mio gusto più porno che erotico. esattamente ciò che dicevamo. Comunque grazie ancora!
pubblicato il 15/07/2013 11.58.16
priapo, ha scritto: forse l'autore che citi ti ha definita borderline in virtù del fatto che frasi tipo "Forza scopami! Tutto qui? Sei o non sei la mia puttana?" oppure "infilandogli la lingua nell'orifizio dell'uretra, sentendo un sapore salmastro che mi piace da morire. e poi ingoiare l'intera asta giù giù fino in gola e tornare su con le lacrime agli occhi, sorridergli e riprendere in bocca l'oggetto del mio e suo piacere e farlo venire in bocca, giocando un pò con il suo sperma che è sempre dolce e poi mandarlo tutto giù." siano descrizioni cariche si di erotismo ma decisamente esposte in modo da proiettare nella fantasia di chi legge una immagine appunto "borderline", vicinissima alla pornografia nel senso più letterale del termine. tornando al racconto mi pare che sia troppo emotivo e sopratutto potevi soffermarti di più sui particolari, rallentando ad arte la scrittura là dove serve. Manca di pathos, a mio gusto, tutto troppo meccanico ma nascosto da un "ti amo" finale che uccide l'erotismo delle situazioni descritte. Borderline, appunto.
pubblicato il 15/07/2013 14.30.53
ClauCat, ha scritto: Mi dispiace caro "priapo" se ti sei risentito riguardo il mio commento, lasciamelo dire, è piuttosto evidente. Riguardo al racconto ognuno è liberissimo di scegliere come scriverlo, senza stare a guardare dove metto l'emotività e tutto quello che IO decido di metterci. Mi definisci pornografica e borderline quando tu, nell'ultimo tuo racconto non hai fatto altro che raccontarci come ti sei scopato una puttana e di come hai cornificato tua moglie (sempre che sia vero, anche se non cambia molto). Io non ho visto niente di erotico nel tuo racconto. E questo commento conferma la tesi che se uno ti fa un commento negativo e fatto senza cattiveria, tu reagisci cercando di sminuire l'altro o l'altra, ma mi dispiace caro, non possono pensarla come tutti ;) Ah e poi, scusa se l'ho dedicato al mio uomo, scusa tanto! ;) Ps. Se tu non sei altro che un involucro di sperma e qualche neurone non prendertela col "Ti amo" finale, la colpa è soltanto tua. Detto ciò, Buon Pomeriggio.
pubblicato il 15/07/2013 15.18.51
priapo, ha scritto: Carissima, mi dispiace dirtelo ma fra noi due l'unica che se la è presa sei solo tu! E lo dimostra il modo puerile e volgarotto di darmi "dell'involucro di sperma con qualche neurone". Ti ho anche scritto in pvt senza nessun secondo fine proprio per cercare di spiegarti il significato del mio racconto che, forse, non è chiaro a tutti e che infatti descrivi solo come una scopata con una puttana ma non ti sei nemmeno degnata di rispondere... Ci ho riprovato sottolineando che anche il tuo racconto può essere borderline, ma con immensa permalosità non hai accettato l'esistenza di tale possibilità. Che dire d'altro? Questa è l'ultima volta che replico a questa stucchevole diatriba, ti sto rispondendo per sola educazione, non è mio interesse battibeccare con una giovane ( forse troppo.) scrittrice. Cordialmente.
pubblicato il 15/07/2013 19.55.42
Doriana, ha scritto: Bello è sincero. Mi piaci come scrivi e, quello che scrivi. Poi magari con calma ti leggo più dettagliatamente.
pubblicato il 15/07/2013 22.13.35
ClauCat, ha scritto: Grazie mille Doriana :)

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: