ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 1 maggio 2013
ultima lettura venerdì 15 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Sono un concentrato di misfatti.

di Nits. Letto 362 volte. Dallo scaffale Generico

Non sono perfetta.Sono un concentrato di misfatti,che ti macchia subito dentro.Imperfetti,sbagliata,errori che traboccano ovunque,dalle ferite,dagli occhi quando non sono troppo pieni.Tu non hai idea di cosa significhi per me una parola di troppo. Mi p...

Non sono perfetta.
Sono un concentrato di misfatti,che ti macchia subito dentro.
Imperfetti,sbagliata,errori che traboccano ovunque,dalle ferite,dagli occhi quando non sono troppo pieni.
Tu non hai idea di cosa significhi per me una parola di troppo. Mi puoi spezzare come vuoi con uno schiocco di dita.
Sono troppo fragile,e basta una folata di brezza primaverile per infrangermi come un vaso di vetro che scivola sul marmo del pavimento.
Ogni tua parola è per me uno squarcio. Una futura cicatrice sul cuore che mi porterò a presso tutta la vita.
Io avrei bisogno di qualcuno che mi cullasse,che creasse per me un luogo diverso dal mondo dove puo portarmi quando siamo insieme per proteggermi dalla vita reale. Io ho bisogno qualcuno mi esalti,non qualcuno che per scherzare mette in evidenza i miei difetti.
Mica solo deficiente,so di essere uno schifo. So di essere insopportabile,di essere dura di comprendonio,di rompere sempre le palle,di essere cosi fragile. Io non mi offendo. Non sono arrabbiata,è che non so come altro mostrare il mio dolore. Ogni volta che l'ho fatto degli analfabeti non mi hanno mai capito e quindi non serviva a nulla spiegargli tutto. E allora ho imparato ad usare lo scudo della rabbia contro il dolore. Per tentare di curare quella ferita.
Ma io non sono fatta per le relazioni. Sono troppo fragile,e nessuno mi vorrà mai accanto a se. Sono troppo difficile e non esistono uomini che riusciranno a sopportare quei due tre pregi nati con me.
E' che nessuno sa davvero come mi sento,e se lo sapessero potrebbero annientarmi in un attimo.
E domani dovro ancora fingere sorrisi. Dovro fingere di avere le borse sotto gli occhi per il poco sonno e non per le troppe lacrime.
Io non sono niente.
Non posso desiderare di essere qualcosa piu di niente.
Non sarò mai niente.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: