ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 26 febbraio 2013
ultima lettura sabato 10 agosto 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

l'omo che si innamorò della musa: Occhi labbra lingua e Cuore

di echelbert. Letto 1284 volte. Dallo scaffale Sogni

innamorarsi di uno sguardo,in preda ai delirrii della passine.. quando una dea sceglie di prenderti con se.. dentro di se.. per sempre..

Si fermò a guardarmi..

sorrise..

stavoper fare una delle mie battute di repertorio ..quando

scosto le gambe da me.. mi spinse fuori.. dall'antro umido e dolce incui scivolavo senza peso..

e afferrò con forza,ma eccezionale delicatezza il mio scettro d'amore, ormai libero dalla prigione dei jeans..

mi soffermaqi a guardare conquanta cura, e perfino infinita dolcezza,lo carzzava per tuta la lunghezza..

e dopo avermi guardato negli occhi.. un ultima volta sussurro:

_lascia che ti ispiri...

e premett eel seu labbra sulla vilacea punta. opponendo una leggera resistenza, e lasciando fluire saliva sul glande..

la sua lingua massaggiava senza sosta ogni piega della pelle.. sembrava volesse penetrarmi nelle cellule..il ritmo si fece piu alto:

E TRA LE SUE LABBRA E NELLA SUA GOLA.. SI FEC EIL VUOTO..

IL SUGGERE.. LA SENSAZIONE DI SOTTOVUOTO IL RITMO CADENZATO...

FURONO TROPPO..

MI TOLSI LE ULTIME COSE CH EAVEVO ADDOSSO E LE PREMETTI LE MANI SULLA TESTA MORBIDA E PROFUMATA..MA NON PER SPINGERE..NO..PER CAREZARE QUELLA DEA, CHE ERA SCESA SOLO PER ME..

CONTINUAVA A DONDOLARE LA TESTA GUARDANDOMI FISSO.. OGNI TANTO UN RIVOLO DI SALIVA COLAVA DAI LATI E SUBITO LO RIPRENDEVA CON LA LINGUA..

NON SMISE MAI DI GUARDARMI , NEMMENO QUANDO ORMAI IN PREDA ALL'ESTASI VENNI COPIOSAMENTE NELLA SUA BOCCA A FORMA DICUORE.E SULLE SUE LABBRA AMBRATE..

SODDISFATTA ASSAPORò.. L'ESSENZA VITALE. LA MIA..

E CON UN SORRISO DEGNO DI UN AMANTE FOLLE E DEVOTO.. INGHIOTTO IL SUCCO DELLA PASSIONECAREZZANDO LO SCROTO E I TESTICOLI.. COME A RASSICURARMI..

COME DIRE.. CI SONO QUA IO PER TE.. LASCIATI ANDARE.. NON TENERTI TUTTO DENTRO..

ACETTERò IL BONO E IL CATIVO DA TE..

L'AMAI.. COME UMANO PUò AMAR DEA..

L'AMAI..

MA NON PER IL SESSO.. L'AMAI PER COME MI GUARDAVA MENTRE LO FACEVA.. L'AMAI PER IL SUO SGUARDO..E PER QUEGLI OCCHI DOLCI E TRISTI.. HE MAI SMISERO DI SOFFERMARSI SUI MIEI..NEMMENO MENTRE LE ESLODEVO TRA LE LABBRA COME UN TORRENTE ESTIVO IN PIENA...

IL MIO ERRORE FU ABBANDONARMI AL PIACERE..

SENTI I COLPI DELL'EPIGLOTTIDE ,E GLI ULTIMI SUSSULTI.. STAVA PULENDO EBACIANDO ANCORA. SOCCHIUSI GLI OCCHI.

GLI CHIUSI PROPRIO..E QUANDO GLI RIAPRII UN SECONDO DOPO..

ERA SPARITA.. NON C'ERA NESSUNO.. ERO SOLO..

MA IL SENSO DI BENESSERE INDOTTO DALLE MILIONI DI ENDORFINE LIBERATE DAL QUEL SINGOL OPOTENTE E VIOLENTO ORGASMIO RESTAVANO.. E PER UN ATTIMO.. MI CREDETTI FOLLE..

MA UNO NON PUò FARSI UN LAVORO COSI,, DA SOLO...

MI GUARDAI ATORNO..ANCOR AUMIDO DI LEI.. MA DI LEI NON RESTAVA CHE QUESTO..

UNA LIEVE TRACCIA DI ROSSETTO SUL MIO COLLO.. PROFUMO E SLAIVA.. CHE FREDDA A ONTATTO CON L'ARIA.MI IRRETIVA L'INGUINE E MI APPESANTIV ADOLCEMENTE IL CUORE..

DOVE SEI OH MUSA..'



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: