ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 14 febbraio 2013
ultima lettura lunedì 21 settembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

E a volte mi chiedo cosa hai trovato in me che le altre non hanno.

di Nits. Letto 615 volte. Dallo scaffale Generico

Credo di aver cominciato circa una settimana prima di conoscerci.Camminavo per strada vestita di tutto punto. Non nel senso che mi tiravo,ma ero sempre bella e in ordine anche per andare solo a fare la spesa.Mi truccavo con il rossetto e la matita nera...

Credo di aver cominciato circa una settimana prima di conoscerci.
Camminavo per strada vestita di tutto punto. Non nel senso che mi tiravo,ma ero sempre bella e in ordine anche per andare solo a fare la spesa.
Mi truccavo con il rossetto e la matita nera sugli occhi. Mi vestivo sempre meglio che potevo,anche se sempre a mio gusto e sempre in ordine,con gli occhi nascosti dai miei occhiali a lentirotonde e a specchio. E mi guardavo in giro con le cuffie sulle orecchie.
Da quando eri quasi caduto dalla bici per guardarmi,rimanevo fuori nel mio terrazzo per pomeriggi interi solo per aspettare che i tuoi occhi e il tuo sorriso mi sbattessero addosso con la potenza di un camion. O almeno il mio cuore cominciava a sobbalzare in maniera incontrollata come se un treno mi stesse per spiaccicare quando i nostri occhi si intrecciavano.
Cazzo,per vedere quegli occhi avrei fatto di tutto. E mi piacevi ancora di piu perchè mi guardavi ma non parlavi,mi vedevi e rimanevi serio,non mi sorridesti mai se non una volta. Quando lo facesti fu per risposta ad un mio sorriso che non riuscii a trattenere. Mi sentii una patetica idiota.. come poteva un ragazzo dai capelli neri e lunghi,con quelle labbra,quel sorriso da far andare di traverso l'acqua che stai bevendo e con quegli occhi - quella forma degli occhi da far fermare il cuore per istanti interi - stupendi a sorridere a me? Naaaah.
Ero solo una stupida che aveva fatto una figura di merda.
Ma non mi importava,non avrei mai smesso di fare finta di essere bellissima o di sentirmi tale pur di far si che tu mi notassi.
Eri tutto bellissimo. Ti guardavo e pensavo ' '. Non riuscivo a pensare.
Cominciavo ad arrossire e rendermi conto che il tuo naso era fin troppo ben fatto per essere definito lungo,che avevi i capelli piu belli e neri che avevo mai visto: mi ricordano il caffe,quello fortissimo,e il catrame. E sono ricci. Lunghi. Ho sempre sognato essere amata da un uomo con i capelli lunghi,sono la cosa piu erotica che un uomo puo sfoggiare dopo. Ma tu non,non eri cosi bello,di piu. Avevi due labbra bellissime e le orecchie piccole piccole.
E gli occhi. Scuri. Scurissimi,non riuscivo a vederci il fondo.
I tuoi occhi. Hai la forma,il taglio degli occhi piu bello che io abbia mai visto. Sono estremamente sensuali,quasi femminili e con il tuo viso greco fa un contrasto che mi fa venire i brividi sono a pensarci. Io adoro le persone ambigue,che non capisci se maschi o femmine. E su di te non è accentuata questa cosa,si vede che sei un uomo,eppure bastano quei fottutissimi occhi per trasformarti in qualcosa di meraviglioso. Mi si smuove l'anima solo a guardarli - sublimi.
Con tutte quelle che potresti avere,non capisco perchè vuoi proprio me. Cos'ho? Nulla. Non sono poi tutta sta bellezza,non sono nemmeno intelligente. Non sono magrissima e ho i lardominali.
Sarò egoista,ma spero che la tua cecità non se ne vada mai.

Credo che non riuscirò piu a trovare qualcuno bello come te.
Ti amo.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: