ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 12 febbraio 2013
ultima lettura martedì 9 aprile 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Elite - capitolo 23

di WolfMoon. Letto 486 volte. Dallo scaffale Fantasia

Corremmo veloci, spronando al massimo i cavalli, per cercare il secondo drago. Io ero sempre più preoccupata per Anima, so che se la sarebbe ca...

Corremmo veloci, spronando al massimo i cavalli, per cercare il secondo drago. Io ero sempre più preoccupata per Anima, so che se la sarebbe cavata, ma non riuscivo a non preoccuparmi, e sapevo che nonostante la sua indifferenza, anche Luck era preoccupato.
Non avendo fatto missioni di recente il mio cavallo era in testa per cui quando il drago attaccò di sorpresa venni atterrata io per prima, e finiì per rotolare tra gli zoccoli dei loro cavalli.
-sono Alestix, e questa sarà la vostra fine- lo sentimmo parlare nelle nostre menti mentre affondava gli artigli sul mio cavallo. Fulmine nitriva disperato tra gli artigli. Io per fortuna ero caduta dalla sella, ma il mio povero Fulmine era stato centrato in pieno. Mi alzai barcollando e controllando che il mio arco fosse ancora intero dopo la caduta, insieme alle freccie, ne puntai una sul drago e ripensai ad uno degli allenamenti speciali che mi avevano insegnato. Gli altri intanto stavano cercando di colpire il drago, ma fin ora con poco successo. Mi concentrai sulla freccia e la impregnai della mia carica elettrica. Sentiì il famigliare stridio dell'elettricità e aprendo gli occhi notai che la freccia emetteva scintille. Tesi al massimo l'arco e lo puntai.
-Metal allontanati presto- Urlai prima di lanciare la freccia. Lui si butto a lato proprio mentre la freccia si conficcava nella zampa del drago, che venne indebolito dalla scarica elettrica. Il drago lascio cadere a terra Fulmine e io mi fiondai a vedere le sue condizioni. Notai sin da subito che per lui non c'erano speranze. Gli artigli lo avevano perforato da parte a parte e aveva perso troppo sangue. Lo abbracciai forte e piansi per un poco.
Sentiì le urla degli altri e, anche se col cuore a pezzi, dovevo aiutarli. Il drago era a terra e mi voltava le spalle per cui quando impugnai la spada e la resi elettrica, fiondandomi sulla zampa che stava per artigliare Sola, non mi notò e per me fu facile staccargliela. Purtroppo per me gli ero davanti adesso, e avendolo ferito ancora di più, si vendicò sputando fuoco prendendomi in pieno. Caddi a terra coperta dalle fiamme urlando. Luck si tolse il mantello e mi aiutò a spegnere le fiamme. Accertato che stavo bene, apparte le bruciature e i miei capelli carbonizzati a metà, ci unimmo di nuovo alla battaglia, ma mentre ci stavamo avvicinando sentimmo Metal urlare
-Voi andate, grazie ad Elettra e parecchio indebolito e io riuscirò a tenerlo a bada. Frza correte a salvare il Re-Nel parlarci però si era distratto e il drago lo spazzò via con la coda, facendolo andare contro gli alberi. Corsi da lui e lo aiutai ad alzarsi. Lui mi sorrise - Mentre io lo distraggo voi andate, prendi il mio cavallo e andate via- mi disse poco prima di diventare di metallo e correre incontro al drago.
-correndo verso il suo cavallo urlai agli altri -SU FORZA ANDIAMO- Metal se la caverà. E con un altro peso nel cuore corremmo a cercare il terzo


Commenti

pubblicato il 14/02/2013 14.03.54
fiordiloto, ha scritto: Ma... povero Fulmine! =( Sempre più avvincente sorellina! Corro al prossimo!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: