ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 17 gennaio 2013
ultima lettura mercoledì 4 settembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Un falso mito

di valeriocetraro. Letto 519 volte. Dallo scaffale Filosofia

In un tempo assai remoto, quattro saggi furono invitati a lasciare un loro insegnamento per i posteri.Dinanzi al sovrano e al popolo intero, uno per volta avrebbero dovuto scrivere una breve frase che contenesse il proprio lascito spirituale.Il primo a...

In un tempo assai remoto, quattro saggi furono invitati a lasciare un loro insegnamento per i posteri.
Dinanzi al sovrano e al popolo intero, uno per volta avrebbero dovuto scrivere una breve frase che contenesse il proprio lascito spirituale.
Il primo affermò: — La bellezza può racchiudersi nel mondo o diffondersi con uno sguardo —.
Il secondo invece scrisse: — Chi non sa amare vive senz'anima —.
Fu quindi il turno del terzo, il quale si espresse con questa frase: — Credere negli uomini, non negli dei —.
Giunse in ultimo la volta del quarto, che scrisse sicuro e tranquillo: — La morte è un'eterna giovinezza —.
Dopodiché, il saggio tirò fuori una lama e si tagliò le vene, fra lo stupore degli astanti. In breve tempo, accanto all'uomo si formò un anello di gente. Chi pregava per la sua vita, chi piangeva e chi urlava; nessuno però seppe spiegarsi quel folle gesto. Allora, prima di spegnersi definitivamente, il saggio disse: — Se credi di essere nel vero non temerne le conseguenze. Questo è il mio testamento spirituale —. E si congedò per sempre dalla vita.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: