ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 1 gennaio 2013
ultima lettura lunedì 11 novembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Oscura Presenza, parte II

di OscuroDominio. Letto 515 volte. Dallo scaffale Horror

Il ragazzo col berretto di lana grigio era semplicemente estasiato nell'esser venuto a sapere della morte di quel vecchio pervertito, ma la sua estasi...

Il ragazzo col berretto di lana grigio era semplicemente estasiato nell'esser venuto a sapere della morte di quel vecchio pervertito, ma la sua estasi non era attribuibile tanto all'aver tolto di mezzo un uomo abbietto e meschino, bensì proveniva dal sentirsi imbattibile, quasi onnipotente, poteva uccidere chiunque volesse soltanto invocando Padre Satana ...
Le cose però, a poco a poco, gli sfuggirono di mano, la rabbia che aveva dentro iniziò a fargli compiere veri e propri delitti con vittime innocenti.
Qualche volta si ritrovava in giro per le strade o le piazze dei paesi che frequentava e qualcuno, a causa della sua rabbia, di tanto in tanto crollava a terra e moriva, padri, madri di famiglia, anziani, medici, barboni ...
Insomma tutto quel potere lo aveva reso folle, un folle omicida inarrestabile, che si portava dietro maledizioni di tutti i generi: chi moriva con un ictus, a chi veniva in poche settimane un cancro.
La vita del ragazzo col berretto di lana grigio era diventata insostenibile, era un serial killer, poteva uccidere le persone con la sola forza della psiche ... e non riusciva più a controllare i suoi poteri ... una sera, il cielo era rosso, il tramonto, l'ira del ragazzo col berretto di lana grigio si sfogò senza motivo su di un bambino ed una bambina, una sorta di fulmine nero apparve in un millesimo di secondo dai suoi occhi ormai giallastri e colpì a morte i due piccoli umani ... Era l'ultima goccia, colui che voleva solo eliminare un po' di feccia dal mondo, era ormai totalmente impossessato dai demoni, e quei fulmini neri, continuarono a colpire, a colpire chiunque fosse destinato a cadere. Gli organi delle vittime si laceravano, emorragie interne li finivano e le autopsie non parlavano ... Non c'erano moventi, né armi del delitto, né killer ...
Era l'inizio di un qualcosa di terribile, ma il ragazzo che ormai era dominato dal Male, trovava ormai tutto ciò inevitabile e le previsioni che Nahenia gli aveva trasmesso durante un sogno lo rallegravano, erano previsioni di tempi oscuri, erano state aperte le porte dell'Inferno, e da lì, ne erano usciti milioni di demoni.
Intorno al ragazzo erano già state mietute migliaia di vittime, ma non era nulla in confronto a quello che sarebbe successo di lì a poco ...

... continua ...



Commenti

pubblicato il 01/01/2013 19.38.01
LUOMOKESA, ha scritto: Voglio vedere come va a finire.
pubblicato il 01/01/2013 20.36.20
OscuroDominio, ha scritto: Ora PUOI!!!!!!! -----------------> http://www.ewriters.it/leggi.asp?W=61443

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: