ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 20 dicembre 2012
ultima lettura domenica 20 ottobre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Monologo su svariate cazzate, atto X (le maledizioni che tiro).

di OscuroDominio. Letto 1061 volte. Dallo scaffale Filosofia

Monologo su svariate cazzate, atto X (le maledizioni che tiro).(Giusto per sparare ancora un po' di cazzate ... )Io sono agnostico, come forse gi&agra...

Monologo su svariate cazzate, atto X (le maledizioni che tiro).

(Giusto per sparare ancora un po' di cazzate ... )
Io sono agnostico, come forse già alcuni di voi ben sanno, anche se ultimamente sto tendendo a diventare quasi ateo, anche se non riesco ad esserlo del tutto. Sì, insomma, mi pongo ancora delle domande, di certo non credo che ci sia un Dio con la barba lunga e l'aureola in testa, circondato da tanti begl'angioletti con ali bianche, spade e arpe. Non credo che ci sia un Diavolo con le corna, gettato all'Inferno insieme a tutte le anime dei peccatori morti senza aver salva l'anima. Ma ammetto che in un certo senso mi rimangono dei dubbi, delle domande sul prima e dopo il passaggio della vita, come mi rimangono quesiti sull'esistenza terrena di concetti come il "bene" e il "male", che in un certo senso quando giungono si fanno vedere o sentire con tutta la loro forza ... Di certo penso che, in concreto, nessuna religione, fra quelle di cui mi è capitato di cercare qualche informazione (tralasciando il Cristianesimo che conosco sin dai tempi del catechismo), bhé, trovo che nessuna religione ci abbia mai davvero "preso" in tutto e per tutto. A volte mi convinco che ci sia un "aldilà" che però sta proprio qua, senza che nessuno riesca a vederlo ad occhio nudo, senza che alcun macchinario inventato fino ad ora riesca a percepirlo. Una sorta di mondo fatto di spettri e fantasmi, senza paradisi o inferni, senza le reincarnazioni, e mi chiedo: "saranno eterni o effimeri codesti spettri?!?".
Tutto ciò che ho detto fino ad ora serve solo per introdurre il discorso delle maledizioni che lancio e tiro tutti i giorni su qualcuno o qualcosa, il mio modo di sfogare la rabbia, l'illudermi che grazie ad una qualche particolare mia anomalia psichica io riesca a far star male chi ha fatto nascere in me il sentimento d'odio.
A poco a poco mi sono convinto che mi auto convinco e basta quando trovo che possa esser vero.
Sta di fatto che una maledizione, per quel che penso, va in linea parallela ed inversa alla preghiera. Insomma se pregando si chiede un qualcosa di buono ad una qualche entità superiore e magica, maledicendo si chiede un qualcosa di cattivo ad una qualche altra entità, che rimane pur sempre superiore e magica.
La verità è che, per Dio, non funzionano!!! E ciò mi rende sempre meno agnostico e sempre più ateo. Sapeste, per esempio, quante maledizioni ho tirato ai membri di svariati parlamenti e governi mondiali, vi rendereste conto che nella mia testa è successa un'ecatombe, nella realtà dei fatti siamo sempre ai soliti punti.
Ho lanciato maledizioni a finti amici che mi hanno fatto delle gran brutte cose, ho maledetto ragazze che mi hanno rifilato sonanti e altisonanti due di picche, ho maledetto il giorno ed il fatto che sono nato, ho maledetto i miei parenti e i miei stessi genitori. Ho maledetto persone che nemmeno conoscevo, solo perché in quel momento mi davano un gran fastidio, altre volte solo per puro sadismo. Ho maledetto il mondo, il Dio e il Diavolo (anche se nella loro esistenza non credo) ...
... ho maledetto tutto, o quasi, rimane ben poco in questo universo che non sia stato ampliamente e ripetutamente "maledetto" da me medesimo.
Ma il punto è sempre lo stesso, le maledizioni, come le preghiere, non funzionano.
Ora, c'è anche chi ci crede, chi prega e sostiene che le preghiere si avverino, chi si da alla macumba vera e propria, io semplicemente ho passato ore ed ore e giorni a martellarmi il pensiero. Porca puttana ... quando fumavo hashish e bevevo lo facevo meno ...
Non ne sono ancora certo del tutto, e le visioni d'orrore mi scaldano un poco la giornata, immaginarmi altri che stanno male grazie alle mie maledizioni mi fa stare un po' meglio, mi tira su di morale, mi fa sentire un mezzo demone, mi fa sentire importante; ma sono sempre più convinto: preghiere e maledizioni non funzionano.
Sono solo un povero pazzo, un mezzo pazzo auto convinto di avere un potere diabolico, ma sono un inerme essere umano, un essere umano che di fronte alla durezza della vita rimane ogni giorno un po' più attonito. Di certo la lontananza da sostanze e bevute mi ha reso più razionale, e mi accorgo di più, di quanta merda abbia io intorno. E addosso.

Monologo su svariate cazzate, atto X. Fine.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: