ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.463 ewriters e abbiamo pubblicato 74.490 lavori, che sono stati letti 48.351.056 volte e commentati 55.314 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 21 novembre 2012
ultima lettura venerdì 20 aprile 2018

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

regalo a mia moglie per il suo 40° compleanno

di alexok. Letto 45103 volte. Dallo scaffale Eros

  in 5 anni di fidanzamento, e 15 di matrimonio, credo di poter dire di non essere mai stato tradito da mia moglie, ma....questa estate per il suo 40° compleanno (23 luglio) siamo andati una settimana in un villaggio turistico nel Gargano, l&i.............

in 5 anni di fidanzamento, e 15 di matrimonio, credo di poter dire di non essere mai stato tradito da mia moglie, ma....

questa estate per il suo 40° compleanno (23 luglio) siamo andati una settimana in un villaggio turistico nel Gargano, lì abbiamo conosciuto Adil, il tutto fare del villaggio, un ragazzo marocchino di 19 anni.

Gentile e indaffarato lo vedevamo andare di qua e di là sempre vestito con la sua divisa arancione, un pomeriggio invece, che probabilmente aveva libero, lo vediamo arrivare in piscina in slip aderente, passandoci di fronte con la sua solita cordialità si fermò a salutarci, e noi non potemmo fare a meno di buttar l'occhio nell'affare che aveva in mezzo alle gambe, così, appena lui si fu allontanato, feci un cenno di stupore a mia moglie, che "stupido!" borbottò sorridendo, Adil ci passò accanto altre 2 o 3 volte e mia moglie riammirò quell'affare messo di traverso che il costume a stento riusciva a coprire.

Devo dire che Anna, nonostante i suoi 40 anni, è ancora molto desiderabile, palestra 3 volte a settimana, fisico asciutto, niente grasso, né cellulite, pur amandola ed essere ricambiato, la mia fantasia più segreta è sempre stata quella di vederla scopare con un altro. Quella sera per aggiungere un po' di peperoncino mentre stavamo facendo l'amore gli dico: "Pensa se ora tu avessi dentro quello di Adil !" - "dai!!" ribatte lei, "perché, non ti piacerebbe?" - "si ha un bel cazzo, fortunata la sua ragazza" smorza il discorso, come penso tante altre coppie, qualche frase trasgressiva mentre si fa l'amore fa parte dell'eccitazione, così quando sento che il suo respiro diventa affannoso riprendo a stuzzicarla "dai, dimmelo, ti faresti scopare da Adil?" - "smettila" farfuglia, ma io la incalzo "dai!" - "no! non te lo dico!!" ma l'orgasmo arriva e i suoi freni inibitoti vengono a meno esplodendo "si............si.............certo che mi piacerebbe averlo dentro!!" , qualche minuto dopo mentre ci si rilassa nell'letto sorridendo mi dice "tu ci scherzi, ma stai attento che tu rischi.....!"

il giorno dopo, quando a pranzo Adil venne a servirci, mia moglie diventò rossa come un pomodoro, e un'idea iniziò allora a girarmi per la testa, così nel pomeriggio mi avvicinai ad Adil e gli dissi "ti andrebbe di scopare mia moglie" lui senza batter ciglio rispose "certo" .

Così quella sera a letto con il cuore in gola iniziai ad accarezzarla, le tolsi il reggiseno le mutandine e con il dito andai lì, come piace a lei, quando sentii che si stava bagnano presi coraggio e gli dissi "ho parlato con Adil......." Lei capisce al volo "ma veramente vuoi che ti faccia le corna?" mi chiede stupita "domani è il tuo compleanno, e questo è il mio regalo" presi il cellulare e faci uno squillo, "tu sei pazzo" borbottò incredula, due minuti e si sentì bussare alla porta, Adil entra, si avvicina, si toglie lo slip, e si mette sull'letto dove mia moglie distesa lo aspetta a gambe scostate, chissà cosa avrei dato per rimanere lì, ma lei mi guarda invitandomi ad andare, così esco dalla stanza e li lascio soli, in quei 20 minuti da dietro alla porta la sentii ansimare, urlare, sbattere, piangere, godere, quando Adil uscì lei era lì abbandonata nell'letto ancora a gambe spalancate, con un braccio sul viso per coprire il rossore, mi avvicinai, un filo di sperma gli usciva dalla fica, lei mi abbraccia e dopo un attimo mi dice "ti amo!", a fatica si alzò e si buttò sotto la doccia, poi quando ritornò a letto gli chiesi "ti è piaciuto il mio regalo?" - "si, ma ti ho fatto le corna" - "solo una volta nella la vita, ok?" - "OK!" rispose lei.



Commenti

pubblicato il 22/11/2012 9.20.01
tonymalerba, ha scritto: In che senso OK? Attento che potrebbe significare OvvioKenò!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: