ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 16 novembre 2012
ultima lettura domenica 6 gennaio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Elite

di WolfMoon. Letto 399 volte. Dallo scaffale Fantasia

"All'alba fui trovata da Ansy, che mi tranquillizzò, dal mio corpo uscivano ancora qualche scintilla ma niente che potesse causare i danni...

"All'alba fui trovata da Ansy, che mi tranquillizzò, dal mio corpo uscivano ancora qualche scintilla ma niente che potesse causare i danni della notte precedente. Solarys mi accompagno nello studio di Sir William e se né andò.
-Cara, so che quel che è accaduto ti ha sconvolta e va oltre ciò che un normale cavaliere può immaginare, ma se mi segui ti spiegherò tutto- disse.
Lo seguii ed entrammo in una stanza enorme dove le pareti era piene dei ritratti di grandi guerrieri che nel passato avevano combattuto nel regno di Caldean, notai subito che in ogni ritratto i cavalieri erano circondati da un aura o da un elemento, da qualcosa di magico.
-Vedi, questi son tutti cavalieri che hanno combattuto, e che ancora combattono, per il nostro regno. Ognuno di loro oltre le loro doti di grandi cavalieri hanno qualcosa in più, un potere nato dalla voglia di giustizia, di rivalsa o anche di vendetta. Questi poteri gli permettono di controllare un elemento o di usufruire di un attacco magico- disse sorridendomi.
Mentre parlavamo, entrò nella stanza Sir Wulfila
-Vedi, anche tu, come altri Elite, hai uno di questi poteri, solo che per riuscire a controllarlo totalmente hai bisogno della parte di armatura che ti completa, nel tuo caso proprio l'armatura, che dovrai ritrovare, e nel frattempo ti allenerai a controllare meglio il tuo potere, Wulfila ti accompagnerà nella sala degli allenamenti- disse sir William.
-Seguimi, ti porto a conoscere altri cavalieri che come te d'ora in poi, fanno allenamenti extra- disse sir Wulfila sorridente.
Lo seguii fuori dal castello, nel bosco, dove si trovava un edificio enorme nascosto dalle fronde delle quercie, le mura dell'edificio erano spesso, ed entrando notai, nella stanza, due cavalieri allenarsi che già conoscevo. Si avvicinarono e mi abbracciarono, facendomi capire quanto erano felici di avermi ritrovata e di potersi allenare con me.
-Loro sono Solarys ed Anima, li hai già conosciuti, ti lascio nelle loro mani, che ti racconteranno la loro storia- disse sir Wulfila allontanandosi.
-Vieni, che ti raccontiamo- disse Solarys."


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: