ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 15 ottobre 2012
ultima lettura mercoledì 6 maggio 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

DEMON & WITCH (STAGIONE 01, EPISODIO 10)-IL RIFLESSO DEGLI SPETTRI

di telefilms93. Letto 589 volte. Dallo scaffale Fantascienza

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE ...

GETTYSBURG, PENNSYLVANIA

(Contea di Adams)

Sono passati tre giorni da quando un blackout di 24 ore ha colpito l’intero stato del New Jersey in circostanze ancora misteriose. Samuel è in auto che ascolta alla radio tutte le ultime notizie sull’accaduto, intanto Jade è entrata in un centro commerciale a fare rifornimenti di cibo e a comprare qualche abito nuovo già che c’è, poi, arrivando alla cassa, nota un ragazzo con gli occhiali e con strane attrezzature nel suo zaino e così, incuriosita da quello che ha comprato, dice: “quanta roba strana! Ti sta preparando per una guerra atomica per caso?”e il ragazzo, voltandosi e ridendo, dice: “no, no! Sono solo a caccia di fantasmi!”e Jade, sconcertata, dice: “hai detto…fantasmi?”e il ragazzo risponde: “diaciamo che ho una passione per il soprannaturale e ho alcune attrezzature che mi permettono di captare la loro presenza, ma non lo faccio spesso. So che adesso penserai: questo è il solito nerd sfigato che va dietro a cose stupide…”e Jade, fermandolo, dice: “no, no! Assolutamente non sto pensando a questo, anzi il soprannaturale mi affascina e non è una cosa stupida. Piuttosto volevo sapere come mai ti sei attrezzato così tanto visto che hai detto che non fai molto spesso queste cose”e il ragazzo dice: “mi rifornisco una volta all’anno, perché solo in questa settimana è possibile captare fantasmi, anzi volevo dire spettri!”e Jade, sempre più interessata, dice: “aspetta, aspetta…perché proprio in questa settimana si posso rilevare delle presenza? Cosa c’è di speciale in questa settimana?”e il ragazzo risponde: “immaginavo che non eri del posto, perché tutti i cittadini di Gettysburg conoscono la storia di questa città. Oggi è l’anniversario della guerra di Gettysburg del 1863 ed è ricordata sicuramente come una delle guerre più sanguinose , quindi con molti morti!”e Jade, volendo sapere di più, dice: “quindi tu pensi che in questo periodo ci sia più attività sopranatturale del solito ho capito, ma un’altra cosa volevo sapere: perché gli chiami spettri e non fantasmi?”e lui risponde: “in molti anni ho captato diverse entità e ho alcuni appunti di mio Nonno, anche lui un appassionato, e in pratica gli spettri sono più forti e sono più captabili dalla mia attrezzatura, inoltre scatenano fenomeni soprannaturali incotrollabili e tal volta aggressivi. Per esempio una volta, nella stanza in cui stavo lavorando, la temperatura si abbasso di colpo diventando quasi una cella frigorifera!”, poi Jade, distratta dal suono del clacson di Samuel, dice in fretta: “ascolta è stato un piacere conoscerti, ma ora devo proprio andare! Il mio amico mi sta aspettando!”e il ragazzo, arrossendo, dice: “per quello che vale io mi chiamo Zack ed è stato un piacere conoscerti, però se ti va puoi venire a casa mia stasera se vuoi avere qualche contatto ravvicinato con il soprannaturale! Porta anche il tuo amico se vuoi!”, così Zack scrive il suo indirizzo su un foglietto e Jade, prendendolo, dice: “io mi chiamo Jade e se ne avrò l’occasione sarò felice di venire…Zack!”. Jade esce dal centro commerciale e, mentre sistema il portafoglio nella sua borsa, improvvisamente udisce la marcia di un esercito, così si volta cercando da dove provenga quel suono, ma vede solo gente che cammina, intanto Samuel, guardando Jade davanti al centro commerciale, nota il suo strano comportamento e le suona il clacson gridando: “Jade ti vuoi muovere? Cosa fai lì impalata?”e lei, ancora perplessa da ciò che ha udito, risponde avvicinandosi all’auto: “quanta fretta, sono stata solo dieci minuti in quel centro commerciale!”e Samuel, sgranando gli occhi, dice: “dieci minuti? Forse volevi dire un’ora e mezza, perché io sto aspettando da allora!”e Jade, cambiando discorso, dice: “ascolta mi è successa una cosa strana, mentre uscivo dal centro commerciale!”e Samuel dice: “strana come il blackout dell’intero stato del New Jersey, che io e te abbiamo provocato solo abbracciandoci? Ne parlano ovunque!”e Jade risponde: “io non so cosa diavolo è successo a Princeton, ma ti sto dicendo che quando ero all’ingresso del centro commerciale ho avuto l’impressione di sentire la marcia di un esercito!”e Samuel, abbastanza perplesso, dice: “evidentemente si tratta di un nuovo disordine creato da Terence, altrimenti la bussola non ci avrebbe portati qui!”, poi Jade sospira preoccupata e Samuel le domanda: “cosa ti succede adesso?”e lei risponde: “dopo l’esperienza avuta a Lock Haven, in cui sono quasi morta, ho giurato a me stessa che non avrei mai messo più piede nello stato della Pennsylvania, invece eccoci di nuovo qui!”e Samuel dice: “non possiamo andare dove ci pare. Se la bussola ci indica la meta, noi dobbiamo inseguirla…questa è la nostra missione purtroppo!”. Samuel si dirige verso un Hotel, dicendo: “era ora che Xao e Zeta ci facessero comparire delle carte di credito, finalemente possiamo soggiornare in un vero Hotel. Ero stufo dei motel!”e Jade, guardando dal finestrino dell’auto la gente che passeggia per i negozi della città, nota due ragazze passare davanti ad una vetrina e sconvolta dice: “non posso credere ai miei occhi!”e Samuel, incuriosito, dice: “a cosa non puoi credere? Che finalmente andramo in un vero Hotel?”e Jade, ancora scioccata, dice: “ho visto due ragazze passare davanti ad una vetrina e non si vedeva il loro riflesso!”e Samuel, perplesso, dice: “forse è solo una tua impressione!”e Jade, rilassandosi sul sedile, sospira dicendo: “oh Dio! Sto impazzendo!”. I due si trovano all’ingresso dell’Hotel e Jade assilla Samuel dicendoli: “io non sono pazza, durante il tragitto ho visto almeno una dozzina di persone che non si riflettevano. Come hai fatto a non accorgertene anche tu?”e Samuel, sarcasticamente, risponde: “forse perché stavo guidando?”, poi i due entrano nella hole dell’Hotel e Jade, guardandosi attorno, dice: “adesso vedremo se ho ragione o no! Questa sala è piena di specchi come puoi vedere!”. Samuel si avvicina alla reception per prendere la chiave della stanza e, mentre l’addetta si assenta per prenderla, dice guardandosi attorno: “non posso crederci! Tutta questa gente non si riflette…eccetto alcuni”e Jade, soddisfatta, dice: “te l’avevo detto che non ero pazza! Adesso che facciamo?”e Samuel risponde: “per ora la situazione sembra tranquilla, perciò direi di prendere la stanza, rilassarci e consultare il libro!”e, mentre prendono l’ascensore, Jade dice: “le persone che si riflettono allo specchio sembrano non essersi accorte degli altri…come mai secondo te?”e Samuel risponde: “forse queste cose siamo in grado di vederle solo noi e questo ci rende al quanto…unici e speciali!”e Jade, sarcasticamente, dice: “sì, certo! Mi sento molto speciale a vedere gente che non si riflette allo specchio, demoni e fantasmi. Davvero speciale!”. Appena entrati in stanza, Samuel si fionda nella doccia, mentre Jade si sdrai sul letto tirando il libro fuori dalla borsa, ma accidentalmente tira fuori anche il fogliettino con l’indirizzo di Zack e dice: “oh Dio, Zack! Mi ero completamente dimenticata del suo invito”e Samuel, dalla doccia, dice: “Jade hai detto qualcosa per caso?”e lei risponde: “sì, vieni fuori! Devo dirti una cosa di cui mi ero dimenticata”e Samuel, uscendo dal bagno con solo l’asciugamano alla vita, fa arrossire Jade, che dice: “ma quando ti toglierai il vizio di uscire sempre mezzo nudo dalla doccia?”e Samuel, sorridendo, dice: “quando tu smetterai di russare!”e Jade, infuriandosi e lanciandoli il un cuscino addosso, dice: “io non russo, stupido!”e Samuel, ridendo di gusto, dice: “va bene, va bene…scherzavo! Adesso dimmi questa cosa per cui hai interrotto la mia rilassante doccia”e Jade dice: “al centro commerciale ho conosciuto un ragazzo di nome Zack, che in pratica mi ha raccontato la storia di questa città e, soprattutto, di una battaglia terribile che ci fu 1863, inoltre lui si occupa di rilevamenti soprannaturali e ci ha invitato a casa sua per mostrarceli”e Samuel, rimanendo in silenzio, dice dopo alcuni secondi: “hai conosciuto un ragazzo?”e Jade, infuriandosi, dice: “di tutto quello che ho detto ti ha colpito solo questa parte?”e Samuel, imbarazzandosi, dice: “ehm…no, no è solo che…niente! Allora che vuoi fare, vuoi andare da lui?”e Jade dice: “sì, se ci vieni anche tu!”e Samuel dice: “d’accordo, mi vesto e andiamo!”. I due giungono all’indirizzo dell’appartamento di Zack, così bussano alla sua porta e quando lui la apre rimane sorpreso dicendo: “Jade! Hai deciso di venire allora!”e lei, sorridendo, dice: “esatto! Eccomi qui pronta per la spettrale serata!”e Zack, notando Samuel, dice: “vedo che hai portato il tuo amico!”e Samuel, infastidito dal tono con cui l’ha detto, dice: “già! Ha portato il suo amico!”e Jade dice: “Zack ti presento Samuel e Samuel ti presento Zack!”e Zack, curioso, chiede: “state insieme? Siete una…coppia?”e Jade, imbarazzata come Samuel, ride istericamente e risponde: “no, no…come ti viene in mente! Siamo…amici…sì…semplicemente amici!”e Samuel interviene dicendo: “solo e unicamente amici! Amici è basta!”e Zack, vedendo i loro strani atteggiamenti, dice: “d’accordo ragazzi! Ho capito che siete amici, non c’è bisogno di dirlo più di due volte. Adesso accomodatevi e fate come se foste a casa vostra!”e Samuel, girando per la casa, dice: “appartamenti fittizio, cartone di pizza sul tavolo, bottiglie di birra ovunque e i Griffin in tv…mettici una partita a poker ed è diventi il mio idolo!”e Zack dice: “so che alcune persone pensano che vivere così sia da falliti, ma per me è una vera ficata!”e Jade, guardando i due conversare, dice sconvolta: “davvero a voi piace vivere così? Odio il disordine che c’è qui e questo odore di chiuso!” e Samuel, guardando Zack, esclama: “donne! Non conoscono proprio i veri piaceri della vita!”e Zack, perfettamente d’accordo, dice: “già! Birra?”e Samuel risponde: “volentieri!”, intanto Jade, ormai esclusa, rimane senza parole davanti ai due ragazzi. Jade si avvicina al tavolo delle attrezzature, toccandole una ad una, e dice: “come si chiamano queste cose?”e Zack risponde: “Termocamere Flir i3, Rilevatori di carica elettrica ECD-102, una normale macchina digitale e quello che hai in mano è un Geofono GHS!”e Samuel, stupito, dice: “non badi a spese per queste cose!”e Zack dice: “il soprannaturale è sempre stata la mia passione, soprattutto, dalla prima volta che ho rilevato la manifestazione di un vero fenomeno”e Samuel, incuriosito, domanda: “a quando risale il tuo primo rilevamento di entità paranormali?”e lui risponde: “tre anni fa. Era iniziato tutto per gioco con un mio amico, così una sera abbiamo acceso una di quelle telecamere e abbiamo visto…una sagoma nera uscire dallo specchio e un’altra entità di colore bianco entrare nello specchio, quasi come uno scambio e poi…lo specchio si è rotto. Da quall’anno ho continuato a registrare questi fenomeni, che avvengono durante questo periodo e solo per tre giorni, ma la cosa più strana è che ogni anno, quest’attività soprannaturale, aumenta sempre più!”e Jade interviene dicendo: “quasi come se ci fosse un esercito di spettri?”e Zack risponde: “esatto! Quasi come se la città ne fosse invasa e ogni anno sempre di più!”e Jade, cominciando a fare dei collegamenti, dice: “Zack ti dispiace se vado nella tua cucina? Credo di avere sete!”, poi dice a Samuel attraverso la telepatia: “tienilo occupato devo vedere una cosa sul libro!”. Jade poggia la sua borsa sul tavolo e tira fuori il libro sfogliando le pagine velocemente e, finalemente, trova qualcosa che forse spiega tutto quello che sta accandendo, infatti trova scritto:

PORTE DIMENSIONALI

Le porte dimensionali sono punti che tengono unite due o più dimensioni differenti e fungono da ponte per passare da una dimensione all’altra. In genere delle porte dimensionali possono essere rappresentati da specchi, muri incantati, l’interno di un armadio e anche le semplici porte di una stanza. il mondo in cui ci troviamo potrebbe essere collegato a mondi alternativi, ad epoche come il passato o il futuro, alla dimensione dei fantasmi e i mondi dell’oltretomba. Attraversare una porta richiede una grande energia, che quasi sempre è posseduta solo da esseri come gli spettri, carichi di sentimenti come l’odio e la vendetta. * Guardare l’illustrazione sulle porte e gli spettri (pag. 56)

GLI SPETTRI E LE PORTE DIMENSIONALI

Gli spettri usano le porte dimensionale in mode da fuggire dal mondo in cui si trovano e raggiungere quello dei vivi.

Il loro scopo è quasi sempre un conto in sospeso, che in genere è la vendetta. L’energia che porta uno spettro nel nostro mondo non è illimitata, perciò se essa finisce, loro sono costretti a tornare da dove sono venuti, ma in alcuni casi possono rimanere definitivamente nel mondo dei vivi, entrando nel corpo di un essere umano e indirizzando la sua anima nel luogo da cui lo spettro proviene. Quando avvengono scambi di questo tipo, la porta dimensionale si rompe e l’energia negativa dello spettro aumenta a tal punto da creare fenomeni molto potenti e pericolosi.

Incantesimo per creare una porta: Dal nulla è creata e conduce lontano. La porta si apre, teniamoci per mano. Dall’altra parte devo passare e il lungo cammino dovrò presto affrontare.

PER GLI SPETTRI

Incantesimo per lo scambio di entità: Fugge via in un mondo che non gli appartiene, entità malvagia soffri le tue pene. Specchio, specchio ti chiamo adesso per ripristinare ciò che è andato perso.

Jade comprende che tutte le persone della città che non si riflettono allo specchio sono spettri, ma non riesce a capire per quale motivo gli spettri hanno occupato quei corpi e, nemmeno, quali siano le loro intenzioni reali. Jade si precipita dai ragazzi e dice a Zack: “ricordi quando stamattina mi hai parlato della battaglia di Gettysburg?”e Zack risponde: “sì, perché?”e Jade, ridendo istericamente, dice: “ehm…ipotizziamo che gli spettri di quella battaglia tornino in questa città. Perché secondo te dovrebberò attuare una vendetta nei confronti di questi cittadini?”e Zack, perplesso, risponde: “ehm…domanda strana, ma visto che è solo un ipotesi ti direi che se avesserò un motivo per vendicarsi lo farebberò perché adesso in questa città vivono anche i discendenti del fronte nemico, ovverò quelli che ci hanno sconfitti. Ormai, però, questa città ha superato la tragedia di quella battaglia e non siamo arrabbiati con nessuno per quello che è successo tanti anni fa, in fondo si tratta della battaglia dei nostri antenati e noi non c’entriamo nulla, perciò quelli che non sono del posto vengono bene accolti da noi, anche se sono discendenti dei soldati del fronte nemico!”e Jade, preoccupata, dice tra sé e sé: “voi avete superato la cosa, ma c’è chi non l’ha fatto!”, intanto Zack guarda la sua strumentazione e dice: “oh…mio…Dio! Attività soprannaturale in corso”, poi Jade sente il rumore di una marcia, ma stavolta e diversa da quella già sentita e dice: “che cos’è questo rumore? Proviene dalla strada!”, così si affaccia per vedere e Zack dice: “stasera c’è la fiaccolata di mezzanotte e tutti i cittadini si dirigono verso la piazza per commemorare le vittime della battaglia. Oggi è l’anniversario!”e Jade, agitandosi, dice: “bene Zack è stato un piacere, ma io e Samuel dobbiamo proprio andare adesso!”e Zack, perplesso dal suo comportamento, dice: “così presto? Siete appena arrivati!”e Jade, tirando Samuel verso la porta, dice: “già mi dispiace, ma mi sono appena ricordata una cosa importante! Ciao Zack!”e Samuel, scaventato fuori da Jade, dice: “ciao Zack!”. I due si mettono in auto e Samuel, confuso, dice: “si può sapere cosa ti è preso?”e Jade dice: “dobbiamo andare alla fiaccolata di mezzanotte! Credo che la battaglia di Gettysburg stia per luogo…per la seconda volta!”e Samuel, ingranando la marcia, dice: “spiegami tutto! “e Jade dice: “ricordi quando all’Hotel abbiamo visto alcune persone che si riflettevano allo specchio e altre no? Quelle che si rifletteveno sono i discendenti del fronte nemico, che ora abitano a Gettysburg, mentre quelli che non si riflettevano sono gli discendenti dei soldati di Gettysburg posseduti dai loro antenati”e Samuel, completamente confuso dalla spegazione di Jade, dice: “mi scoppia la testa, ma credo di averci capito qualcosa, ma la morale della favola qual è?”e Jade, dandogli un colpo sulla spalla, gli dice: “eppure sei tu quello intelligente fra noi due. La morale è che stanotte i cittadini posseduti uccideranno gli discendenti del fronte nemico alla fiaccolata di mezzanotte, ma per fortuna ho un piano per fermarli!”e Samuel dice: “cioè?”e Jade spiega: “ho letto tutto sul libro. In pratica dovrò aprire una porta dimensionale e riportare gli spettri da dove sono venuti e poi rimettere le anime dei veri cittadini di Gettysburg al loro posto!”e Samuel, sarcasticamente, dice: “un gioco da ragazzi!”. La fiaccolata è appena iniziata e tutti si preparano a girare attorno alla piazza commemorando le vittime del 1863, intanto Samuel e Jade giungono sul posto e lei scende dall’auto in fretta e furia gridando: “fermi tutti!”e calato il silenzio, dice: “ dov’è il resto della città?” e un uomo della folla, indicando verso la strada opposta, dice: “eccoli! Stanno arrivando!”, ma la paura inizia a salire quando il resto dei cittadini che sta giungendo è armata di fucili. I cittadini posseduti si fermano davanti a Jade, Samuel e la folla, ed, improvvisamente, Jade decide di avanzare verso di loro, mentre Samuel, preoccupato, dice: “Jade che cosa fai? Vieni qui!”e lei, tranquillizandolo, dice: “non preoccuparti…so quello che faccio!”, poi si rivolge a loro gridando: “so cosa siete in realtà, voi siete i soldati che hanno combattuto nella battaglia di Gettysburg nel 1863. Bhè voglio informarvi che sono passati 150 anni da quella battaglia è che la vostra vendetta non ha senso. È vero, quelli sono i discendenti di chi vi ha ucciso, ma che colpa hanno queste povere persone di quello che hanno fatto i loro antenati? Nessuna! Perché sanno che in passato si è verificata una tragedia ed è per questo che sono qui a commemorarvi. I vostri discendenti e i loro discendenti ora vivono in armonia in questa bellissima città…non rovinate tutto per una questione del passato!”. Le parole di Jade sono sincere e dette con il cuore, ma, nonostante, ciò loro alzano i fucili e si preparano a sparare e Jade, cercando di fermarli, grida: “nooo!”, mentre Samuel grida: “Jade togliti o ti spareranno!”ed, improvvisamente, i fucili sparano, ma, fortunatamente, i proiettili vengono fermati dal potere di Jade. Il tempo viene fermato e sono tutti bloccati, mentre Jade dice piangendo: “sono spettri, ma prima erano esseri umani. Com’è possibile che non abbiano un cuore?”e Samuel, avvicinandosi a lei, dice: “la vendetta è un sentimento che non puoi contrastare quando matura per troppi anni, perciò, nonostante, le tue parole provengano dal cuore, non cambierà il loro modo di pensare…perché è troppo tardi per questi spiriti pieni di vendetta e rabbia. Apri quella porta dimensionale e facciamola finita!”, così Jade, asciugandosi le lacrime, pronuncia gli incantesimi: “Dal nulla è creata e conduce lontano. La porta si apre, teniamoci per mano. Dall’altra parte devo passare e il lungo cammino dovrò presto affrontare”e una gigantesca porta dimensionale si apre di fianco a loro, così lei pronuncia anche il secondo incantesimo: “Fugge via in un mondo che non gli appartiene, entità malvagia soffri le tue pene. Specchio, specchio ti chiamo adesso per ripristinare ciò che è andato perso”e gli spettri vengono risucchiati nella loro dimensione, mentre le anime dei discendenti ritornano dei loro corpi. Jade sblocca il tempo e insieme a Samuel lascia subito la città, ma un’ora dopo, sull’autostrada, dal sedile posteriore spunta Zack, che dice: “sorpresa!”e Samuel uscendo, quasi, fuori strada dallo spavento dice: “che…che cosa ci fai qui?”e Zack risponde: “ho visto cosa avete fatto a Gettysburg! Voi non siete come tutti gli altri…siete speciali!”e Jade, sconvolta, dice: “dobbiamo tornare indietro! Ti riaccompagnamo a casa!”e Zack dice: “no, non torno a casa! Ho sempre creduto al soprannaturale e ora ho la possibilità di vedere cose incredibili ed è per questo che voglio venire con voi!”…

CONTINUA NELL’UNDICESIMO EPISODIO



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: